• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-NAPOLI

Prova di forza degli uomini di Benitez che impressionano soprattutto in avvio. Buona gara, poco fortunata, anche per i rossoneri


Un grande Higuain stende un buon Milan (Getty Images)
Stefano Carnevali (Twitter: @stefano_kaiser)

22/09/2013 22:35

PAGELLE TABELLINO MILAN-NAPOLI/MILANO - L'avvio di gara fa presagire una notte da incubo per il Milan. In realtà, subito dopo il gol del Napoli, sono i rossoneri che cominciano a giocare e ad avere le occasioni migliori. In avvio di ripresa Higuain - con la grande complicità di Abbiati - toglie dalle secche il Napoli e chiude i giochi. Il lucchetto a doppia mandata, lo sigilla il primo rigore fallito in carriera da Balotelli che, poco dopo, colpisce anche una traversa. De Jong è il migliore dei rossoneri, deludono Abbiati ed Emanuelson. Nel Napoli ci sono un Reina praticamente perfetto, un grande Higuain e un roccioso Behrami. Meno bene Dzemaili e Callejon. Balotelli espulso dopo il triplice fischio.

 

MILAN

Abbiati 5 - Pronti via e sembra subito una serata da incubo, con palloni che arrivano da tutte le parti. Battuto senza colpe da Britos, comunque non dà mai la sensazione di essere sicuro. Disastroso, nel momento migliore del Milan, su Higuain. Incerto - sempre - anche con i piedi.

Abate 6,5 - Un buon avvio: dalla sua parte il Milan riesce da subito a fare gioco con costanza. Risulta tra i migliori. Dal 79' Nocerino SV -.

Zapata 5,5 - Avvio da brividi: le punte ospiti arrivano da tutte le parti e lui pasticcia anche palla al piede. Successivamente, quando il Milan comincia a spingere con maggior decisione, fa valere la propria velocità sulle ripartenze partenopee. 

Mexes 6,5 - Balla anche lui: Higuain è incredibilmente più brillante. L'inizio di partita è un incubo da cui, con il passare dei minuti, si risveglia. Progressivamente acquisisce sicurezza e autorità. In avvio di ripresa fallisce una grande occasione da corner.

Emanuelson 4,5 - Tempi da terzino? No. Qualità da ala nell'impostazione? No. Emanuelson soffre in etrambe le fasi.

Poli 6 - Vivace. Dopo i primi minuti di incertezze diffuse, si impone come una delle principali fonti di gioco rossonere in mediana. Molto meno incisivo nella ripresa. Dal 73' Niang - 

De Jong 7 - Se il Napoli, in avvio, non dilaga è soprattutto merito suo. E' De Jong, infatti, a sporcare tutte le principali occasioni che capitano a Higuain & co. A tratti, nel secondo tempo, è gladiatorio.

Muntari 5 - Macchinoso. Fatica a tenere le giuste distanze con i compagni di reparto e, complice Emanuelson, sulla sinistra del Milan sono spesso dolori. Qualcosa in più nella ripresa.

Birsa 6 - Sembra un po' fuori luogo in una partita del genere e l'inizio non è dei migliori. Via via, però, si fa apprezzare per qualche giocata di buon livello. Certo, a questi livelli difficilmente potrà fare la differenza. Ma l'impegno è notevole. Dal 56' Robinho 5 - Entra, ancora una volta, 'in ciabatte'. Non incide come gli accade ormai quasi sempre. 

Balotelli 6,5 - Trotterella alle spalle di Matri, ma è l'unico milanista pericoloso da subito. Dopo il gol del Napoli si accende e ingaggia un furioso duello con Reina. Fallisce il primo rigore in carriera e condanna il Milan. E' il simbolo della resa. Così come la traversa a 20' dalla fine. Nel recupero trova il gol meritato.

Matri 5 - Punto di riferimento avanzato, fa tantissimo movimento ma si incarta sempre sul più bello. Via via questa mancanza di lucidità diventa colpevole. La nota più positiva, per i rossoneri, sono i primi buoni scambi con Balotelli.

All: Allegri 6,5 - Rispolvera l'albero di Natale di ancelottiana memoria. Gli interpreti, però, fanno sollevare più di un sopracciglio. L'avvio è tremendo. La squadra, impaurita, va subito sotto. Successivamente, però, il Milan cresce e colleziona buone occasioni, imponendo il prorpio gioco. L'errore di Abbiati su Higuain abbatte quello che, a tratti, è stato il miglior Milan della stagione.

 

NAPOLI 

Reina 8 - Ingaggia un furibondo duello con Balotelli, che lo impegna a più riprese. Passa alla storia come il primo portiere a stoppare Supermario dagli 11 metri. Quando non ci arriva lui, è la traversa a salvare il Napoli. Serata praticamente perfetta. Sorpreso solo nel recupero da Balotelli.

Mesto 6,5 - Potrebbe approfittare delle incertezze di Emanuelson, ma se ne sta parecchio sulle sue. In fase difensiva, però, sfodera una prestazione di livello elevato.

Albiol 6 - Vive una serata tutt'altro che facile. Balotelli lo mette spesso in difficoltà, ma è il vero leader di una difesa per lunghi tratti sotto pressione. L'intervento da rigore su Balotelli è tanto assurdo quanto netto.

Britos 6,5 - Il macatore che non ti aspetti. Dopo 6' sfrutta uno schema perfetto e porta in vantaggio il Napoli. Dietro non dà sempre sicurezza.

Zuniga 6 - Pasticcia un po' in avvio: dalla sua parte arrivano le prinicipali occasioni per i rossoneri. Fatica per tutto il primo tempo e, nel finale, rischia tantissimo con un intervento molto dubbio su Poli in area. Più a proprio agio nel secondo tempo.

Behrami 7 - Uomo ovunque nel formidabile avvio partenopeo, successicamente si fa apprezzare per la protezione che dà alla difesa.

Dzemaili 5,5 - Non piace. Fatica in contenimento: non appena il Milan prende possesso del gioco va in affanno. E non incide nella fase di costruzione.

Callejon 5 - Dopo il buon avvio, che condivide con la squadra, si spegne. Colpa grave, perché dovrebbe aggredire maggiormente l'incerto Emanuelson. Ripresa parecchio sottotono.

Hamsik 6 - Dopo i primi minuti si eclissa, ma basta poco per innescarlo. Dà sempre la sensazione di pericolosità, anche se non raccoglie molto. Dal 67' Pandev 6 - Cerca di fare possesso palla quando il Napoli deve solo amministrare.

Insigne 6 - Anche quando il Milan perende il controllo delle operazioni, resta sempre nel vivo del gioco. Però non ha vita facile contro Abate e Zapata. Poco lucido nella ripresa. Dall'84' Inler SV -.

Higuain 7,5 - All'inizio è imprendibile. Denota una rapidità d'esecuzione che non appertiene ai difensori del Milan. Progressivamente, il Napoli diventa meno brillante ma lui rimane un punto di riferimento imprescindibile. Il gol - con gentile collaborazione di Abbiati - in avvio di ripresa toglie il Napoli da una situazione più che scomoda e chiude la gara. Dal 78' Mertens SV -.

All: Benitez 6,5 -  Avvio prorompente, con tanta qualità e tanta cattiveria. Dopo 6' il Napoli è già in vantaggio. Dopo la rete di Britos, però, il Napoli si abbassa molto e soffre. Il guizzo di Higuain e gli errori di Abbiati e Balotelli ridanno consentono al Napoli di passare indenne attraverso il prorpio momento peggiore. Poi è amministrazione, un po' sofferta ma efficace.

 

Arbitro: Banti 5 - Lascia correre moltissimo e la partita ne guadagna in ritmo. Però non è sempre la scelta più giusta. Molti dubbi, nel finale di primo tempo, quando Zuniga frana su Poli e lui lascia correre, concedendo solo il calcio d'angolo. Inevitabile assegnare il penalty per lo sconsiderato intervento di Albiol su Balotelli. Forti dubbi anche, a 10' dalla fine, per un intervento di Mesto su Balotelli. Singolare finale ad altissima tensione con Supermario.


MILAN-NAPOLI 1-2

MILAN (4-3-2-1): Abbiati; Abate (79' Nocerino), Zapata, Mexes, Emanuelson; Poli (73' Niang), De Jong, Muntari; Birsa (56' Robinho), Balotelli; Matri. All: Allegri

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Mesto, Albiol, Britos, Zuniga; Behrami, Dzemaili; Callejon, Hamsik (67' Pandev), Insigne (84' Inler); Higuain (78' Mertens). All: Benitez

Arbitro: Banti

Marcatori: 6' Britos, 53' Higuain (N); 92' Balotelli (M)

Ammoniti:  57' Balotelli, 67' De Jong (M); 86' Britos (N)

Espulsi: Balotelli (M) dopo il triplice fischio

Note: 62' Reina para un calcio di rigore a Balotelli. 




Commenta con Facebook