• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Palermo-Cesena, Gattuso: "Saro' presuntuoso, ma ho una dote innegabile". E su Kaka

Palermo-Cesena, Gattuso: "Saro' presuntuoso, ma ho una dote innegabile". E su Kaka'...

Il tecnico dei rosanero ha parlato al termine della sfida vinta contro i bianconeri


Rino Gattuso (Getty Images)
Martin Sartorio (twitter: smartins88)

13/09/2013 22:47

PALERMO CESENA GATTUSO PAROLE ESPULSIONE/ PALERMO - Seconda vittoria consecutiva per il Palermo di Rino Gattuso. Il tecnico rosanero, intervistato da 'Sky Sport' - si è mostrato molto soddisfatto per il 2 a 1 inflitto al Cesena nonostante la seconda espulsione personale: "Non voglio parlare di questo: ho commesso l'errore di uscire dall'area tecnica, ma parliamo della partita, che è più importante. Noi dobbiamo crescere, abbiamo undici giocatori nuovi, un organico competitivo. Sono molto, molto, molto contento quando vedo un gruppo così affiatato, sano, volenteroso di migliorare. Questa squadra deve andare in Serie A, e sono molto orgoglioso di questi ragazzi. Lafferty? Ho cercato in ogni modo di portarlo qua, conoscevo il suo valore. Non è un bomber da 20 gol ma ne conosco le qualità, e sono molto contento di averlo. Non è la prima volta che segna queste punizioni: già al Sion era uno specialista"

GRUPPO - "Non ho grande esperienza come allenatore, ma non toglietemi la capacità di costruire gruppi. Sono presuntuoso, ma già da calciatore avevo questa dote. Quando trovo ragazzi che mi seguono e danno tutto durante la settimana per me è tutto più facile, ma la mia forza è sapermi far ascoltare a 360°. Se non avessi visto questa volontà da parte della squadra mi sarei fatto da parte in primis, invece i ragazzi mi seguono".

KAKA' - "Come l'avrei fatto giocare? Dietro alle punte, come ha sempre fatto. E' un numero 10, il suo ruolo è alle spalle di due attaccanti. In un attacco a tre fa più fatica ma può farcela: il suo ruolo naturale è la mezzapunta".

 




Commenta con Facebook