Breaking News
© Getty Images

Roma ai preliminari di Champions League? Ecco le possibili avversarie

I giallorossi non saranno teste di serie in caso di arrivo al terzo posto

ROMA PRELIMINARI CHAMPIONS LEAGUE / ROMA - La vittoria del Napoli in casa del Torino ha quasi aritmeticamente condannato la Roma al terzo posto che vuol dire preliminari di Champions League, a meno di un clamoroso passo falso dei partenopei in casa contro il già retrocesso Frosinone ed una contemporanea vittoria giallorossa a 'San Siro' col Milan. Qualora dovesse effettivamente prendere parte ai playoff della massima competizione europea, la squadra di Spalletti non dovrebbe essere testa di serie a causa della posizione nel ranking Uefa non ottimale. Il 51esimo posto occupato dalla Roma difficilmente gli permetterà di essere nella prima urna, a meno di eliminazioni a sorpresa nel terzo turno preliminare. Tra i possibili avversari, tuttavia, soltanto uno sembra mettere veramente paura, ossia la squadra inglese che arriverà al quarto posto tra Manchester City e Manchester United. Più equilibrio ci sarebbe invece in caso di accoppiamento con il Porto, Villarreal, Ajax e Shakhtar Donetsk (olandesi e ucraini peraltro dovrebbero fare un turno in più). Attenzione allo Zenit San Pietroburgo, che a tre giornate dalla fine del campionato russo sarebbe fuori dal piazzamento Champions, ma che se dovesse rimontare e piazzarsi al secondo diverrebbe testa di serie ai danni del Villarreal.

M.R.

Champions league   Fiorentina   Roma
FOTO - Ranking UEFA per club: aggiornata la CLASSIFICA
Champions league   Roma  
VIDEO CM.IT - Roma-Porto, Spalletti: "Sconfitta che ci spezza in due"
VIDEO CM.IT - Roma-Porto, Spalletti: "Sconfitta che ci spezza in due"
Il tecnico giallorosso ha aggiunto: "Sarà un brutto periodo, sono botte forti"
Champions league   Roma  
Champions League, Roma-Porto 0-3: harakiri giallorosso, arriva la retrocessione in Europa League
Champions League, Roma-Porto 0-3: harakiri giallorosso, arriva la retrocessione in Europa League
La truppa di Spalletti chiude la gara in 9 uomini per le espulsioni di De Rossi e Emerson