• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calciomercato, da Matri a Lamela: quando panchina vuole dire cessione

Calciomercato, da Matri a Lamela: quando panchina vuole dire cessione

Prima giornata di campionato e prime sentenze anche in chiave mercato


Alessandro Matri (Getty Images)
Marco Di Federico

26/08/2013 10:47

CALCIOMERCATO MILAN JUVENTUS LAMELA ROMA BELFODIL INTER / ROMA - Prima giornata di campionato e prime "sentenze" in ottica calciomercato. Nelle scelte dei vari allenatori all'esordio hanno influito anche o soprattutto i rumors di mercato, visto che da qui al 2 settembre ancora molto può succedere. É l'esempio di Lamela, convocato da Garcia per la trasferta di Livorno ma praticamente già ceduto dalla Roma al Tottenham: attesa ad ore l'ufficialità. Sempre in chiave Roma non ha giocato nemmeno Astori, messo in panchina da Lopez nella vittoria 2-1 del Cagliari: che sia un segnale della partenza verso i giallorossi? Sempre a Trieste si è accomodato in panchina Ibarbo: per lui sono in corsa Juventus e Napoli.

Sabato a Genova sono stati tanti gli juventini sul piede di partenza che non hanno giocato: Marrone, Isla, Matri e Quagliarella hanno visto dalla panchina il successo sulla Sampdoria e tutti e quattro potrebbero non essere più sulla quella panchina sabato contro la Lazio. A Milano non ha giocato Belfodil, possibile partente nel caso di arrivo di Eto'o, mentre Floro Flores ha niziato dalla panchina: per lui ci sono Bologna e Sassuolo. Per finire ecco il caso Ljajic. Stasera Montella lo farà accomodare in panchina: che sia finita l'avventura del serbo a Firenze? Roma e Milan ci sperano.




Commenta con Facebook