Breaking News
© Getty Images

Real Madrid-Napoli, Sarri replica a De Laurentiis: "Sulla squadra decido io. Al ritorno sarà un inferno"

Le dichiarazioni del tecnico azzurro al termine della sfida del 'Bernabeu' persa per 3-1

REAL MADRID NAPOLI SARRI - Polemica interna al Napoli dopo il ko di stasera in Champions League in casa del Real Madrid. Maurizio Sarri 'risponde' all'attacco del patron De Laurentiis: "Io sono tutti i giorni a Castel Volturno, decido io. Sono però più contento quando il presidente le dice direttamente a me le cose - ha dichiarato il tecnico azzurro in conferenza stampa - Ho fatto giocare anche Milik, l'ho portato in panchina per 10-15 minuti perchè ancora non può darci di più". Fino a prova contraria il Real è la quadra più forte del mondo. Oggi abbiamo sbagliato di più, ovviamente dispiace. Il ritorno? Noi imposteremo la partita per vincere 2-0, bisogna vedere se loro sono d'accordo. Napoli al tavolo delle grandi? Contrariamente al risultato, direi di sì. Il Real Madrid ha fatto la migliore partita degli ultimi tre mesi, le ho viste tutte. Noi non abbiamo giocato come avremmo voluto". 

SCELTE - "Non cambierei niente, le scelte le faccio su dei presupposti. Abbiamo perso una gara dopo quattro mesi, l'inca... c'è, non ci siamo espressi al 100 per cento, ma questo non deve farci abbassare la testa: dobbiamo ripartire subito - ha proseguito Sarri - Mertens adattato? Il ragazzo ha fatto benissimo, pur non facendo la sua miglior partita ha avuto comunque due palle gol nette contro il Real, che non mi sembra uno schifo. Al ritorno ci provermo, il 'San Paolo' sarà un inferno. Sarà dura contenerli, ma non sarà semplice neanche per loro. Maradona? Ha parlato trenta secondi, ma è normale perché è un mito assoluto e qualcosa scatena. Non a caso i primi 15-20 minuti sono stati i migliori".

MILIK NON AL TOP - Sarri a 'Premium Sport' ha poi aggiunto: "Non sono d'accordo con De Laurentiis, la squadra ha fatto una buona partita, avevamo davanti i campioni del mondo. Abbiamo però concesso trenta passaggi sbagliati e questa cosa ci ha complicato la vita. Pur non facendo la nostra miglior partita, possiamo ancora qualificarci. Con la mano del pubblico possiamo fargli passare una brutta serata. Milik? Si sta allenando da tempo, non è colpa nostra se si è allenato da più tempo. Ho portato lui in panchina perché è un giocatore talentuoso e andava bene per 15 minuti. Se ci serviva un cambio per tutta la gara portavo Pavoletti. Le scelte in panchina sono obbligate dai ruoli".

Champions league   Juventus   Napoli
FOTO - Ranking UEFA per Club: Juventus prima! E l'Inter ringrazia
Aggiornata la statistica delle migliori squadre europee: sale anche il Napoli
Champions league   Napoli  
Napoli-Real Madrid, Sarri: "Li abbiamo schiacciati per 55 minuti, non siamo lontani"
Il tecnico azzurro ha cercato di vedere il bicchiere mezzo pieno nonostante l'eliminazione
Champions league   Napoli  
Champions League, Napoli-Real Madrid 1-3: Mertens illude, niente remuntada
I 'Blancos' si impongono anche nel return match: decisivo Sergio Ramos