• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SIENA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SIENA

Vittoria col brivido per gli uomini di Mazzarri, all'ultima stagionale al San Paolo. Bene El Kaddouri ed Insigne


Ultimo gol azzurro? (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

12/05/2013 17:13

 

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SIENA / NAPOLI – Nel giorno della festa ci vogliono i tenori per surclassare un Siena che prova a fare la voce grossa. Il Napoli saluta i suoi tifosi con una vittoria allo scadere fatta di sudore e sofferenza, contro una squadra che non ha per niente sfigurato. Ottime notizie dai giovani: migliori in campo El Kaddouri ed Insigne.  


NAPOLI

Rosati 6 – Il gol lo prende sempre, però conferma la curiosa statistica che quando c'è lui non si perde mai. Almeno questo...

Grava 7 - Quando nel 2005 il Napoli lasciò finalmente l'inferno della C, lui c'era. Quando l'anno dopo lasciò anche il purgatorio della B, lui c'era. Per questa squadra è stato Caronte e poi Virgilio: giusto che la sua avventura si chiuda così, con un giorno da Beatrice. (Dall'11' st Insigne 7 - Frizzante quanto basta per dare un po' di spinta alla squadra. Una bella sortita offensiva meritava il calcio di rigore. Splendida l'azione di sfondamento che porta al gol vittoria di Marek Hamsik).

Cannavaro 6,5 – Quando esce Grava la fascia torna al suo posto, sul braccio del leader difensivo della squadra. Oggi un paio di disattenzioni collettive frutto della mancanza di agonismo, ma va bene anche così. 

Rolando 6,5 - Conferma quanto di buono si era visto a Bologna: pulizia negli interventi e capacità di uscire palla al piede con sicurezza. Forse a volte anche troppa. 

Mesto 6 - Spinge bene sulla destra, pregevolissimo un cross al centro di prima intenzione che però Cavani non sfrutta al meglio. Più disattento in fase difensiva.

Inler 5,5 - Perde qualche pallone semplice semplice, si lascia schiacciare dalla superiorità numerica degli avversari a centrocampo. Un altro passaggio a vuoto in una stagione con troppi alti e bassi. 

Dzemaili 6 - Non è devastante come nelle ultime uscite, comunque non si macchia di particolari errori. Partita diligente, ora non gli si può chiedere sempre la luna. 

Armero 6,5 - Probabilmente l'unico a non essersi accorto che questo ragazzo è un'iradiddio è Mazzarri. Armero ripaga la fiducia odierna con progressioni fenomenali sulla sinistra, dove asfalta a più riprese Vitiello. Un sicuro titolare per il prossimo anno. 

El Kaddouri 7 - Le maglie larghe e i ritmi blandi lo esaltano, si infila in più di un'occasione fra le maglie della difesa senese e rischia di far saltare il banco. Forse con un po' di fiducia in più avrebbe potuto dire anche lui la sua quest'anno. (Dal 33' st Pandev sv)

Calaiò 5,5 - Si vede che gli manca il ritmo partita: la trova poco e male, regala solo un sussulto con una rovesciata che però ha scarsa fortuna. (Dal 18' st Hamsik 7 - Il suo ingresso in campo provoca un'ovazione dei sessantamila del San Paolo. Dimostra che la gratitudine e reciproca e premia i tifosi con l'ultimo gol al San Paolo di questa stagione. Lui non andrebbe mai via da una città che è ai suoi piedi ed acclama a gran voce che gli sia assegnata la fascia di capitano. Senza nulla togliere a Cannavaro, per quanto ha dimostrato finora la meriterebbe tutta).

Cavani 6,5 – Ci prova in tutti i modi, commette errori anche banali. Ma il gol da fine stagione lo vuole con tutto se stesso, e alla fine - come al solito - riesce a trovarlo. L'occasione è propizia e lui schiaccia di testa quando in porta non c'era più neanche il portiere. Bene così, oggi sembrava proprio non voler entrare. 

All. Mazzarri 7 – Oggi il risultato contava veramente poco, molto più dense di significato quelle lacrime ad inizio gara per ringraziare i tifosi. Qualunque strada riservi il futuro, questo burbero talento della panchina non sarà dimenticato facilmente da queste parti: meritatissima l'ovazione per chi contribuito a fare la storia di questa squadra. 

 

SIENA 

Pegolo 6 - In campo da capitano della squadra, si oppone bene a Cavani negandogli più volte il gol. Non può molto sul tap-in di Cavani. 

Terzi 6 - Davanti ai suoi ex tifosi ci tiene a fare bene e si disimpegna senza grosse difficoltà. Qualche momento di sofferenza in più quando entra Insigne da quella parte. 

Terlizzi 6,5 - I palloni alti sono tutti suoi, nell'uno contro uno è difficile da superare. Sfiora anche il gol con un potente colpo di testa. Prestazione di spessore. 

Felipe 6,5 - Dalla sua parte c'è un Calaiò non troppo ispirato insieme ad un Mesto sicuramente più propositivo. Tiene bene sul centro-sinistra. 

Vitiello 5 - Perde senza attenuanti lo scontro con Armero, che fa di lui ciò che gli pare. Nota stonata in una prestazione di gruppo notevole (Dal 18 st Angelo 6 - Qualche spunto in più in fase offensiva, fa ripartire il contropiede quando è il caso).

Bolzoni 6 - Carica atletica da vendere, si propone in qualche occasione anche in avanti, ma con scarsa fortuna.  

Calello 6,5 - Si piazza come vertice basso del centrocampo e smista bene  i palloni per i compagni. Può dirsi vinto il confronto a distanza con Inler. 

Della Rocca 6 - Nel centrocampo di corsa e sacrificio del Siena si trova a suo agio. Qualche buona trama anche a beneficio degli attaccanti. 

Grillo 6,5 - All'esordio da titolare in A si regala un gran gol quando liberissimo batte a rete al volo dopo la punizione di Agra. Non basta per salvare il Siena ma è sicuramente una gran soddisfazione personale. 

Agra 6,5 - Lo scatto è ottimo, generoso nel fare movimento ed aprire buoni spazi per i compagni. Dal suo piede nasce anche la punizione che porta al gol di Grillo. (Dal 33' st Reginaldo sv)

Emeghara 6 - Conferma quanto di buono si è detto (e si è visto) di lui in questi sei mesi. Si libera bene, cerca spesso e volentieri la conclusione a rete. Sarà un pezzo pregiato del prossimo mercato: Mezzaroma ha un motivo per lasciare la A col sorriso sulle labbra. (Dal 24' st Paolucci sv)


All. Iachini 6,5 - La squadra lo ha abbandonato sul più bello, quando stava per compiere un'autentica impresa. Non può e non deve sentirsi responsabile della retrocessione, era riuscito a risvegliare dal sonno una squadra già handicappata dalla penalizzazione. Dimostra anche oggi che il suo Siena meritava qualcosa in più.


Arbitro Giacomelli 5 - La spinta su Cavani nel primo tempo è identica a quella che ha sancito lo scudetto della Juventus e, di fatto, la retrocessione del Palermo. Va bene la discrezionalità, ma su certe cose bisognerebbe avere un minimo di senso comune. Era rigore anche quello nella ripresa, su Insigne.  

 

TABELLINO

NAPOLI-SIENA 2-1

 

Napoli (3-4-1-2): Rosati; Grava (56' Insigne), Cannavaro, Rolando; Mesto, Inler, Dzemaili, Armero; El Kaddouri (78' Pandev); Cavani, Calaiò (63' Hamsik).
A disp.: De Sanctis, Colombo, Britos, Gamberini, Campagnaro, Behrami, Maggio, Donadel, Zuniga. All.: Mazzarri

Siena (3-4-2-1): Pegolo; Terzi, Terlizzi, Felipe; Vitiello (65' Angelo), Della Rocca, Calello, Rubin; Agra (78' Reginaldo), Grillo; Emeghara (69' Paolucci).
A disp.: Farelli, Sestu, Paci, Texeira, Bolzoni, Mannini, Valiani, Verre, Bogdani. All.: Iachini

Arbitro: Giacomelli

Marcatori: 37' Grillo (S), 73' Cavani, 93' Hamsik (N)

Ammoniti: Insigne (N)

 

 




Commenta con Facebook