• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > LA MOVIOLA DI CM.IT: Ranocchia da rosso, Bergessio assist vincente ma e' fuorigioco

LA MOVIOLA DI CM.IT: Ranocchia da rosso, Bergessio assist vincente ma e' fuorigioco

Bergonzi grazia il difensore dell'Inter per il fallo su Floccari. Celi non ferma l'azione che porta al gol del Catania


Male Celi (Getty Images)
Emiliano Forte

09/05/2013 07:31

MOVIOLA, RANOCCHIA BERGESSIO / MILANO – La terzultima giornata di campionato ha offerto sfide dai risvolti importanti sia in relazione alla corsa all'Europa sia in ottica salvezza. Positivo nel complesso il bilancio per quanto riguarda gli arbitraggi. E' andata bene a Rocchi che in quel di Torino era chiamato a dirigere la delicatissima sfida salvezza tra i granata ed il Genoa. Positivi anche Orsato impegnato nel derby tra Siena e Fiorentina e Massa chiamato a dirigere un'accesa sfida tra Bologna e Napoli. Tra i casi da moviola, da rivedere il fallo di Ranocchia su Floccari in Inter-Lazio e l'azione firmata dalla coppia Bergessio-Spolli che è valsa l'1-1 in Samp-Catania.


ROMA-CHIEVO 0-1, arbitro Peruzzo 6,5 – Mantiene il controllo della gara senza particolari difficoltà aiutato anche dalla quasi totale assenza di episodi controversi. All'11esimo Totti entra in contatto con Andreolli in area clivense ma Peruzzo non interviene e fa bene.

PESCARA-MILAN 0-4, arbitro Russo 6 – Match giocato a ritmi tutt'altro che forsennati con il direttore di gara che si fa trovare pronto dopo neanche 10 minuti quando Cosic, in area abruzzese, commette fallo su Nocerino. L'intervento piuttosto ingenuo del difensore biancoazzurro viene giustamente sanzionato da Russo che concede la massima punizione in favore del Milan.

PALERMO-UDINESE 2-3, arbitro Giannoccaro 6 – Alla mezz'ora del primo tempo sul risultato di 0-1, Miccoli viene steso in area di rigore da Heurtaux con il fischietto pugliese che giustamente concede il penalty in favore dei padroni di casa. Nel corso della ripresa, Aronica nel tentativo di intercettare un cross, salta in maniera scomposta tenendo il braccio alzato, finendo col toccare il pallone con una mano. Anche in questo caso sembra corretta la decisione di Giannoccaro di concedere la massima punizione.

BOLOGNA-NAPOLI 0-3, arbitro Massa 6 – Partita spigolosa che ha richiesto in diverse occasioni l'intervento dell'arbitro per placare gli animi. Bravo Massa quando non si lascia condizionare dalla caduta in area di Hamsik e giustamente non fischia il rigore per il Napoli. Nel corso del 61esimo minuto Stojanovic atterra Cavani lanciato a rete; fallo netto e conseguente tiro dagli undici metri trasformato dallo stesso 'Matador'. Sono 6 in totale i giocatori finiti nell'elenco degli ammoniti con Diamanti che viene graziato quando rifila una gomitata a Behrami.

TORINO-GENOA 0-0, arbitro Rocchi 6 – In una sfida dove la paura di perdere ha avuto la meglio; il compito di arbitro e collaboratori si è rivelato più agevole del previsto. Di fatto non si registrano episodi particolarmente dubbi o contestati.

CAGLIARI-PARMA 0-1, arbitro Fabbri 7
– Nel secondo tempo annullato un gol ad Amauri per una carica sul portiere Agazzi. Giusta la decisione del direttore di gara che non sbaglia neanche in occasione della rete decisiva di Rosi; con quest'ultimo che parte da posizione regolare quando raccoglie la respinta dello stesso Agazzi. Unico dubbio, un fuorigioco fischiato ad Ibarbo lanciato a rete da un assist di tacco di Nenè ad inizio ripresa.

ATALANTA-JUVENTUS 0-1, arbitro Guida 6,5 – Il fischietto campano dimostra una buona personalità quando decide di sospendere la gara dopo 28 minuti di gioco per i disordini scoppiati sugli spalti. Anche a gioco ripreso Guida ha offerto una prova convincente, gestendo la gara con personalità e precisione. Unico dubbio a 10 minuti dal termine quando Marrone, in area bianconera, interviene toccando il pallone forse con un braccio.

SAMPDORIA-CATANIA 1-1, arbitro Celi 5,5 – Restano dei dubbi sull'azione che porta al gol del pareggio siciliano con Bergessio, autore del passaggio decisivo a Spolli, che sembra partire da una posizione di leggero fuorigioco. I padroni di casa reclamano per un contatto in area tra lo steso Spolli e Maxi Lopez, ma Celi ritiene di non dover intervenire.

INTER-LAZIO 1-3, arbitro Bergonzi 5,5 – Due i penalty assegnati nel corso della sfida di San Siro, entrambi netti. Il primo viene fischiato per l'intervento di Ranocchia su Floccari, il secondo per il fallo di Cana che stende Guarin. Nel caso del rigore assegnato alla Lazio, il difensore dell'Inter avrebbe meritato il cartellino rosso e non il giallo in quanto ha interrotto una chiara occasione da gol con Floccari pronto a calciare in porta. Poteva essere sanzionato con maggiore severità anche un mani in area di Cana nel corso del minuto 68.

SIENA-FIORENTINA 0-1, arbitro Orsato 6 – Un derby toscano diretto con la giusta fermezza e decisione da Orsato. L'unico episodio contestato si riferisce all'azione che porta al gol decisivo firmato da Rodriguez. I giocatori del Siena hanno protestato per un presunto fallo di mani del giocatore viola. Anche rivedendo le immagini i dubbi restano.

 




Commenta con Facebook