• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA FIORENTINA

Un calcio di rigore trasformato da Pizarro e un super gol di Larrondo regalano la vittoria ai viola


Livaja e Roncaglia (Getty Images)
Federico Giuliani

13/04/2013 23:31

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA FIORENTINA / BERGAMO – Nel primo tempo l’Atalanta gioca una buona partita: Denis ha due chance ma Viviano le neutralizza. Nella ripresa cambiano le sorti del match con la Fiorentina che si sveglia. Prima i viola si portano in vantaggio con un calcio di rigore dubbio trasformato da Pizarro poi raddoppiano con un gran gol di Larrondo. Nel finale espulso Denis nei bergamaschi. Determinante l’ingresso in campo di Ljaijc.

 

ATALANTA

Consigli 6 – Subisce due gol ma paradossalmente non deve compiere troppi interventi. Sul rigore non può niente così come sulla botta di Larrondo. Bravo invece su Sissoko e Cuadrado.

Scaloni 5 – Il punto debole della difesa bergamasca. Soffre molto e per non farsi saltare deve ricorrere alle maniere forti.

Stendardo 6 – Coinvolto nell’azione del rigore: discutibile. Penalty molto generoso concesso alla Fiorentina. Per il resto, gioca in scioltezza e non demerita.

Lucchini 6,5 – Il migliore dei nerazzurri: in difesa non sbaglia quasi niente e con Stendardo forma un bel muro di difficile penetrazione. I gol della Fiorentina non lo coinvolgono direttamente. Sfiora anche il gol con un colpo di testa pericoloso.

Del Grosso 5,5 – La velocità non gli manca ma alcune volte si fa saltare in modo troppo agile dagli avversari.

Brienza 5 – L’esperienza non manca ma il fatto è che non si nota quasi mai se non nel momento del cambio. Nulla da segnalare sul taccuino. Dal 48’Giorgi 5,5 – Meglio di Brienza ma comunque non da un contributo utile alla causa.

Radovanovic 5,5 – Il primo tempo nasconde alcune sue pecche: per esempio la lentezza. Nella ripresa, quando la Fiorentina si sveglia, lui va spesso in difficoltà e non riesce ad impostare la manovra in modo corretto.

Biondini 6 – Uno dei pochi centrocampisti dell’Atalanta a meritarsi la sufficienza. Corre e lotta su ogni pallone. Di certo non è colpa sua se la Dea ha perso. Dal 74’Moralez 5,5 – Ha poco tempo per incidere e per farsi notare. Ingresso con impatto ininfluente.

Bonaventura 6 – Il talentino dell’Atalanta è troppo discontinuo. Discrete iniziative davanti ma con il passare dei minuti tanta sofferenza nella stessa corsia dove c’è un Cuadrado in forma super.

Livaja 5,5 – Un attaccante che si congiunge alla perfezione con Denis: l’argentino funge da boa e lui gli gira attorno. Il fatto è che stasera mancano i punti di riferimento visto che il Tanque non è in serata. L’impegno comunque non manca. Ammonito in modo ingenuo. Dal 76’Parra 6 – Entra quando tutto è già quasi scritto ma non demorde e sfiora il gol. Da apprezzare il comportamento.

Denis 5 – La partita dell’argentino non è affatto una di quelle da ricordare. Nel primo tempo va vicino per due volte al gol ma Viviano in entrambi i casi gli nega la gioia della rete. Nel finale perde la testa e viene espulso per un brutto intervento da dietro ai danni di Pizarro. Diciamo così: parente del bomber visto a San Siro.

All.Colantuono 5,5 – L’Atalanta ha messo in mostra due volti: buon primo tempo con nitide palle gol non sfruttate. Nella ripresa arriva un calo inspiegabile che consente alla viola di far sua la partita (seppur con un rigore discutibile).

 

FIORENTINA

Viviano 6,5 – Bella partita per il portiere viola. Nel primo tempo è bravo a salvare due volte su Denis poi ancora attento e sicuro su Lucchini. Non fa subire gol e mette la firma sulla vittoria dei viola

Compper 6 – Resiste assieme ai compagni di difesa all’impeto atlantino del primo tempo dopo di che è ordinaria amministrazione o quasi.

Rodriguez 6 – Sportellate con Denis che premiano il centrale della squadra toscana. Partita ruvida giocata sul fisico.

Roncaglia 6,5 – Sempre più sicuro. Ripete la buona prova fatta vedere contro il Milan. Dalle sue parti passano in pochi.

Cuadrado 6,5 – Giocatore determinante della Fiorentina. Quando accelera nessuno riesce a tenerlo. Fa ammonire parecchi giocatori e risulta uomo chiave per il modulo di Montella.

Sissoko 6,5 – Torna titolare dopo parecchie partite viste dalla panchina. Il centrocampista viola non demerita e va pure vicino al gol con un bel tentativo. Dal 73’Migliaccio 6 – Aiuta a mantenere il vantaggio nei minuti finali.

Pizarro 6,5 – Dopo un match giocato sui suoi livelli segna il rigore del vantaggio della Fiorentina. E’ il secondo gol consecutivo.

Borja Valero 5,5 – Meno lucido del solito. E’ quasi una notizia. Poche iniziative: sembra quasi spaesato in un centrocampo che disputa comunque una buona partita.

Pasqual 6,5 – Solita esperienza al servizio della squadra. Corre dal primo all’ultimo minuto e macina chilometri su chilometri. Davvero inesauribile.

Aquilani 6 – Suo il primo tiro che scalda le mani a Consigli. Partita giocata in ombra ma comunque molto concreta. Dal 57’Ljaijc 7 – Il suo ingresso in campo risulta determinante. Co lui la Fiorentina inizia a giocare e cambia volto. Non è un caso se i viola segnano entrambi i gol con lui sul rettangolo verde.

El Hamdaoui 5 – Anche lui come Sissoko torna protagonista dopo tanta panchina: c’è della ruggine e si vede ma non si poteva chiedere di più. Dal 57’Larrondo 6,5 – Entra e realizza un gol stupendo. Forse nel finale poteva essere espulso per fallo da dietro come Denis.

All.Montella 7 – Sbanca Bergamo con una vittoria che fa morale. Decisivo l’ingresso di Ljajic. La Fiorentina, in attesa di Milan-Napoli, è a sole tre lunghezze dai rossoneri. Sperare è un obbligo.

 

Arbitro: Russo 5 – Non convince nella gestione della partita. Intanto resta sul suo conto un rigore dubbio concesso alla Fiorentina per un fallo di mano di Stendardo: poteva anche non fischiare. Due pesi e due misure sulla sanzione per i falli da dietro: giusto espellere Denis nel finale ma così doveva essere anche per Larrondo.

 

TABELLINO

ATALANTA-FIORENTINA 0-2

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Scaloni, Stendardo, Lucchini, Del Grosso; Brienza (dal 48’Giorgi), Radovanovic, Biondini (dal 74’Moralez), Bonaventura; Livaja (dal 76’Parra), Denis. All. Colantuono.

FIORENTINA (4-3-3): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Compper, Pasqual; Aquilani (dal 57’Ljaijc), Pizarro, Sissoko (dal 73’Migliaccio); Cuadrado, El Hamdaoui (dal 57’Larrondo), Borja Valero. All. Montella.

Arbitro: Russo

Ammoniti: 25’ Sissoko (F), 59’ Stendardo (A), 63’ Pasqual (F), 75’ Livaja (A), 77’ Bonaventura (A), 78’ Larrondo (F)

Espulsi: 89’ Denis (A)

Marcatori: 61’ Pizarro (rig.); 72’Larrondo




Commenta con Facebook