• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile > Brasile, Casagrande ammette l'uso di droga: "Mi sono fatto di tutto"

Brasile, Casagrande ammette l'uso di droga: "Mi sono fatto di tutto"

L'ex attaccante di Torino e Ascoli parla anche di doping: "Ci obbligavano a fare delle iniezioni intramuscolo e il risultato era sbalorditivo"



09/04/2013 10:27

BRASILE CASAGRANDE E L'AUTOBIOGRAFIA SULL'USO DI DROGA / MILANO - Walter Casagrande, ex centravanti brasiliano del Torino, racconta in un'autobiografia intitolata 'Casagrande e i suoi demoni' la sua dipendenza e l'uso di droghe.

Dopo un inizio fatto di "qualche canna" pian piano il vizio divenne dipendenza. "Mi sentivo tremendamente vuoto e cercavo rifugio nella droga, fino all'autodistruzione. In una sola sera ero capace di sniffare 3 grammi di cocaina e poi iniettarmi una dose di eroina, fumarmi una canna e bermi una bottiglia di tequila".

"Ho giocato per 20 anni alla roulette russa - continua il brasiliano come riportato da 'La Gazzetta dello Sport' - copiando quella spinta all'autodistruzione che vedevo nei miei miti del rock, da Jim Morrison a Janis Joplin e Jimi Hendrix".

C'è anche spazio per il doping. Casagrande ammette di essersi dopato per 4 volte nelle 6 stagioni tra Porto, Ascoli e Torino, ma non dice dove: "Ci obbligavano a fare delle iniezioni intramuscolo e il risultato era sbalorditivo. Avrei potuto giocare 3 partite di seguito, ma dopo un po' mi sono rifiutato di continuare".

S.C.




Commenta con Facebook