• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Mercato Fiorentina, Ljajic: "In passato volevo andar via, adesso..."

Mercato Fiorentina, Ljajic: "In passato volevo andar via, adesso..."

L'attaccante serbo ha parlato del rinnovo


Ljajic (Getty Images)
Martin Sartorio (twitter: smartins88)

30/03/2013 14:04

MERCATO FIORENTINA LJAJIC CONTRATTO/ FIRENZE - Adem Ljajic torna a parlare del suo futuro. L'attaccante serbo della Fiorentina, intervistato da 'Sport Week', ha fatto chiarezza sulla sua situazione contrattuale, confermando di fatto quello che il suo agente, Fali Ramandani aveva dichiarato in esclusiva ai microfoni di calciomercato.it: "La voglia di rinnovare è tanta ma ne parleremo a fine campionato".

ADDIO VICINO - "Dopo quello che è successo con Delio Rossi pensavo fosse arrivato il momento di cambiare aria. Anche la società pensavo di mandarmi via. Invece alla fine sono rimasto perché volevo cambiare l'immagine che ci si era fatta di me. Era coma una foto venuta male: ne volevo un'altra."

COMPAGNI DI SQUADRA - "Giro spesso in centro con Jovetic, Savic e Tomovic, i compagni ai quali sono più legato perché parliamo la stessa lingua."

 

MONTELLA - "Sono arrivato in Italia dopo appena due campionati in Serbia, dove il calcio è meno tattico. Ora conosco meglio come si gioca qui e Montella mi ha dato sicurezza, lui crede in me. Ma sono cambiato anch'io con la testa, prima quando non giocavo capitava che mi allenassi senza voglia, ora voglio sempre dare il 100%. Ringrazio prima di tutto ai mieri genitori, poi il mio procuratore Fali Ramadani".

 

DELIO ROSSI -  "Ringrazio i compagni che confermarono che non avevo offeso Delio. Quella vicenda è stata la più triste della mia vita, ho pensato di lasciare la Fiorentina e la società a sua volta pensò di mandarmi via. Io bambino viziato? Come può essere considerato bambino uno che a 13 anni ha lasciato la città natale per andare a vivere da solo a Belgrado con due compagni di squadra coetanei? Nessuno pensava a noi".

NAZIONALE - "Ho firmato il patto di Mihajlovic, ma senza neanche leggerlo. La Serbia è fatta anche di musulmani, io ho giocato 10 anni nelle nazionali e nessuno mi ha mai chiesto di cantare l’inno, se queste sono le condizioni non torno. Il ramadan? Lo seguo se non ci sono partite nè doppi allenamenti".

 

 




Commenta con Facebook