• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Atalanta, Mazzarri: "Nessuno entri nella vita privata di Cavani"

Napoli-Atalanta, Mazzarri: "Nessuno entri nella vita privata di Cavani"

L'allenatore azzurro ha commentato la vittoria odierna maturata sui bergamaschi


Walter Mazzarri (Getty Images)
Matteo Torre (Twitter: @torrelocchetta)

17/03/2013 18:33

NAPOLI ATALANTA MAZZARRI POSTPARTITA / NAPOLI - Walter Mazzarri ha ritrovato la vittoria col suo Napoli. L'allenatore azzurro, ai microfoni di 'Sky Sport' dopo il 3-2 sull'Atalanta, ha dichiarato: "La mia espulsione? Credo che l'arbitro abbia pensato ad una mia protesta per i quattro minuti di recupero, invece ho alzato le braccia platealmente per un fallo avvenuto di fronte a me. E' stato cacciato anche Bigon, che aveva ragione... lasciamo perdere, andiamo avanti".

VITTORIA - "Ci voleva, la meritavamo. Oggi c'è stata la prestazione, ma anche il risultato. Abbiamo sofferto troppo, l'Atalanta era una delle nostre bestie nere. Era un momento in cui ci girava tutto storto, ma con la grande forza di questo gruppo siamo riusciti a vincere oggi".

CAVANI - "Ci ho parlato ieri: nella vita privata non bisogna scavare più di tanto, non deve pensare a certe notizie sui giornali. Lui si è sempre allenato bene, l'importante per noi è quello. Se poi uno a casa litiga una volta con la moglie non va a raccontarlo a tutti... nessuno deve entrare più di tanto in queste vicende. In inverno avevamo problemi col campo, e per lui è fondamentale giocare su un buon terreno. Sono contento che abbia segnato".

FINALE DI STAGIONE - "Dobbiamo concentrarci su gara per gara, senza pensare agli scontri diretti. E' difficile fare punti in Serie A, contro qualunque squadra".




Commenta con Facebook