• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Roma-Juventus, Capello: "Bianconeri senza concorrenza, Pirlo mi entusiasma". E su Lamela..

Roma-Juventus, Capello: "Bianconeri senza concorrenza, Pirlo mi entusiasma". E su Lamela...

Il ct della Russia a 360 gradi tra campionato e Champions League


Fabio Capello (Getty Images)
Marco Di Federico

16/02/2013 09:37

ROMA JUVENTUS CAPELLO PIRLO ZEMAN / TORINO - É stato grande protagonista su entrambe le panchine, lasciando dietro di sè un'infinità di veleni e polemiche. Per Fabio Capello quella tra Roma e Juventus non sarà mai una partita come le altre. "La Juve è la favorita per lo Scudetto ma in estate avevo promosso la Roma come una delle prime rivali dei bianconeri. Ha inserito giovani interessanti in un gruppo già competitivo. - le parole del ct della Russia alla 'Gazzetta dello Sport' - Baldini dopo l'esperimento Luis Enrique aveva puntato sul sicuro con Zeman. Da lontano è difficile sapere perché non ha funzionato. A inizio stagione tutto sembra giusto, tutti sembrano bravi, i tifosi contenti poi guardi la classifica, ti spaventi e l'allenatore paga. È successo a me con il Milan. Anche se lì il divorzio arrivò a fine campionato".

PIRLO "Ogni volta che vedo giocare Pirlo mi entusiasmo. E' un campione senza età. Il Milan ha fatto veramente un regalo fantastico ai bianconeri. La storia di Pirlo mi riporta alla mente una battuta di un giovane allenatore. Mi disse: "Caro Fabio, si può sbagliare a comprare un calciatore ma non si può sbagliare a darlo via". Aveva ragione. Pirlo era Pirlo anche quando era nel Milan. È stato un grave errore perderlo".

JUVENTUS "È la più forte. Tra l'altro in questo torneo Milan e Inter non sono competitive al 100% e questo è un bel regalo per Conte. La concorrenza più pericolosa è sparita. In Champions non è la più forte ma neppure il Chelsea lo scorso anno lo era. Sarà la mina vagante di un torneo che vede Barça e Real favorite. Non date per morta la formazione di Mou dopo l'1-1 con lo United. A Manchester gli inglesi dovranno aprirsi e il Real, se ha spazio, diventa una macchina da gol".

CONTE "È arrivato al momento giusto dopo aver fatto cose buone e qualche errore. Si matura vivendo esperienze di vario genere: come dice un mio amico, non si nasce imparati".

LAMELA "Ho un debole per Lamela. Mi piace il suo caracollare, come calcia, ha qualità e qualcosa in più rispetto a Destro e Osvaldo. Mi incuriosisce Pjanic, vorrei vederlo dal vivo".

NAPOLI "Lasciate perdere il passo falso in Europa League. Capita. Mazzarri ha fatto un gran lavoro. È dietro ai bianconeri anche se in estate gli hanno portato via Lavezzi, il più importante dopo Cavani. Chi deve vincere di solito non vende i campioni ma li compra. L'anno scorso ho visto dal vivo le partite di Champions tra Napoli e Manchester City e ho capito che El Matador è di un'altra categoria. Lotta, corre, fa gol sia in contropiede che in area, magari circondato da 4-5 avversari. Ma è anche merito di Mazzarri, lo ha convinto a diventare un giocatore totale e non solo un bomber".




Commenta con Facebook