Breaking News
© Getty Images

Calciomercato Juventus, UFFICIALE: Conte rescinde! "Ecco perché. Nazionale? Ora..."

Il tecnico pugliese avrebbe deciso di separarsi dal club bianconero

CALCIOMERCATO JUVENTUS CONTE DIMISSIONI / TORINO - Divergenze divenute insostenibili. Il tecnico della Juventus Antonio Conte, ha clamorosamente deciso di rassegnare le proprie dimissioni dopo un ultimo incontro con i vertici bianconeri. Alla base del divorzio ci sarebbero i malumori del tecnico in merito alla campagna acquisti che sta portando avanti il club.

Ecco le dichiarazioni integrali di Conte in un'intervista al sito ufficiale della Juventus: "Devo comunicare la rescissione consensuale del contratto. Quando ho deciso? C'è stato un percorso in cui ho maturato sensazioni, percezioni che mi hanno portato a questa decisione. Vincere è difficile e comporta tanta fatica, ovunque tu ti possa trovare. E' inevitabile che quando sei in una società prestigiosa come la Juventus, che vanta una tradizione di vittorie importanti, ci sia l'obbligo di vincere e possa essere più faticoso rispetto ad altre parti. Chi ha dimostrato e dimostra di essere un vincente sopporta benissimo la fatica e le pressioni che ne conseguono".

"Io alla Nazionale? In questo momento penso al presente, alla decisione presa e maturata".

"Ai tifosibianconeri mi sento di dire quello che sanno sempre: ringraziamenti infiniti per quel che mi hanno sempre dimostrato in tutti questi anni, da calciatore e da allenatore. Mi hanno sempre fatto sentire il loro amore e a loro andrà sempre un enorme grazie. Ci deve inorgoglire il percorso che abbiamo fatto questi tre anni, con qualcosa di storico vincendo tre Scudetti e facendo il record di punti: questo non potrà togliercelo niente e nessuno. Ringrazio tutti i miei calciatori di questi tre anni perché mi hanno permesso di diventare un tecnico vincente, aiutandomi a crescere sotto tanti punti di vista. Ringrazio la società, sempre vicina, e AndreaAgnelli, che mi ha scelto tre anni fa in un momento non facile per la Juventus. Ringrazio tutti, magazzinieri, cuochi, addetti al campo, chiunque abbia lavorato assieme a me per rendere vincente questa Juventus".

"Cosa farò domani? Ci penserò domani".

Intanto è già partita la caccia all'erede. In pole position sono Massimiliano Allegri e Roberto Mancini, compatibili sia sotto il profilo economico che del curriculum. Più distanti altre opzioni, quali Francesco Guidolin, che ha scelto di andare dietro a una scrivania nell'Udinese, e Luciano Spalletti, che appare meno quotato rispetto agli ex Milan e Inter. Attenzione però a una clamorosa ipotesi transalpina: si vocifera infatti che anche Didier Deschamps possa avere una possibilità di raccogliere l'eredità di Conte, tornando sulla panchina che già fu sua nel 2006-07. Di recente Deschamps, da Ct della Francia, ha ammesso di aver considerato egli stesso un errore il suo addio ai bianconeri. Ai limiti dell'impossibile, invece, la tentazione Klopp dal Borussia Dortmund.

Inevitabile pensare anche alle ripercussioni sul calciomercato Juventus: le situazioni che più destano preoccupazione per i tifosi sono legate ad Arturo Vidal, fortemente voluto dal ManchesterUnited, e a Paul Pogba, che piace non poco al PSG. Sarà tutta da definire la loro situazione, con gli eventuali innesti che potrebbero integrarsi a loro o andare a sostituirli. Non è da escludere, per ovvi motivi, che nell'addio di Conte sia da leggere anche una scarsa convinzione da parte del tecnico stesso per il programma di calciomercato prospettato dalla società, e sotto il profilo della qualità degli acquisti e sotto quello delle possibili cessioni illustri.

Mercato   Juventus   Spagna
Calciomercato Juventus, Iniesta come Dani Alves?
Il centrocampista e capitano del Barcellona accostato nuovamente al club bianconero
Mercato   Juventus  
Calciomercato Juventus, UFFICIALE: riscattato Cuadrado
Il colombiano acquistato a titolo definitivo dal Chelsea
Mercato   Juventus   Milan
Calciomercato: Juve-Allegri, Milan-Musacchio. Inter: Conte o Spalletti
Le tre 'big' italiane stanno pensando già alle mosse estive