Breaking News
© Getty Images

Europa League, Lazio e Fiorentina: le insidie del sorteggio

Oggi alle 13 le due italiane presenti conosceranno il loro girone

EUROPA LEAGUE FASCE SORTEGGI URNA / ROMA - Oggi si decideranno i gironi di Europa League, ma più di un'incognita è ancora da svelare per Lazio e Fiorentina, le uniche due italiane presenti. Se da una parte c'è AZ Alkmaar-Atromitos da finire (gara interrotta ieri sera a mezz'ora dalla fine), dall'altra bisogna sorteggiare la squadra che prenderà il posto del Fenerbahçe squalificato: sarà una delle eliminate nell'ultimo turno. Ecco dunque come si presentano le quattro fasce con queste variabili da tenere in conto (tra parentesi le squadre incerte):

PRIMA FASCIA - Valencia, Lione, Tottenham, Dinamo Kiev, PSV, Bordeaux, Rubin Kazan, Siviglia, Standard Liegi, LAZIO, FIORENTINA.

SECONDA FASCIA - Paok, Red Bull Salisburgo, Genk, Dinamo Zagabria, Dnipro, Trabzonspor, Anzhi, Betis, Wigan, Swansea. (Besiktas)

TERZA FASCIA - Vitoria de Guimaraes, Legia Varsavia, Maccabi Haifa, Rapid Vienna, Paços de Ferreira, Estoril, Sheriff, Odesa, Maribor. (Friburgo, Eintracht Francoforte)

QUARTA FASCIA - Maccabi Tel Aviv, Slovan Liberec, Thun, Zulte, Apollon, San Gallo, Esbjerg, Rijeka, Ludogorets, Shakhter Karagandy. (Elfsborg)

Europa league   Inghilterra   Spagna
Europa League, Ajax-Manchester United: formazioni diretta tv e mercato
Europa League, Ajax-Manchester United: formazioni diretta tv e mercato
'Lancieri' e 'Red Devils' si sfidano questa sera nella finalissima di Stoccolma
Europa league   Inghilterra   Spagna
PAGELLE E TABELLINO DI MANCHESTER-CELTA VIGO: Mou in finale
PAGELLE E TABELLINO DI MANCHESTER-CELTA VIGO: Mou in finale
United in finale nonostante il pareggio nel ritorno. Fellaini decisivo, Roncaglia prima illude, poi vanifica tutto
Europa league   Inghilterra   Olanda
Europa League, United esulta con Fellaini. Ajax passa, ma che rischio!
Europa League, United esulta con Fellaini. Ajax passa, ma che rischio!
La finale della competizione sarà quindi tra gli inglesi di Mourinho e la baby squadra olandese