Breaking News
  • Udinese-Milan, Giampaolo boccia Suso e Piatek: "Soluzioni offensive sono sterili"
    © Getty Images

Udinese-Milan, Giampaolo boccia Suso e Piatek: "Soluzioni offensive sono sterili"

Le parole dell'allenatore rossonero

UDINESE MILAN GIAMPAOLO / Dopo la sconfitta contro l'Udinese, il tecnico del Milan Marco Giampaolo a 'Sky' ha commentato la gara: "La partita mi ha dato molte indicazioni, riesci a leggere le cose che la squadra fa bene e quelle che fa meno bene. Vado oltre il risultato che è chiaramente negativo. Cerco di fare un'analisi più approfondita sulla gara, l'interpretazione, la capacità di interpretare alcune cose rispetto ad altre. Nella sconfitta ci sono tanti spunti su cui riflettere. Il possesso palla deve avere uno sviluppo offensivo migliore che abbiamo avuto, ma per caratteristiche ben definite e delineate". 

MERCATO - "Il mercato non mi interessa dopo una sconfitta, è sbagliato. Faccio riflessioni su una partita, se hanno le caratteristiche per ciò che chiedo. Lo spunto che ricevo da questa partita è la specificità dei nostri attaccanti per fare quello che chiedo". 

RIGORE - "Non lo so, è anche quello un dettaglio.

Può spostare l'esito della partita ma la mia visione è quella di un Milan diverso nelle soluzioni offensive". 

SUSO E CASTILLEJO - "Non è soltanto Suso e Castillejo, è anche Piatek: ha movimenti da prima punta. Suso tecnicamente può giocare anche lì ma forse con calciatore con caratteristiche diverse della prima punta. Bisogna lavorare su queste cose, perché rischi di snaturarli. I tre davanti devono recitare un copione diverso, hanno caratteristiche diverse. All'inizio il problema pensavo fosse Suso, ma non è solo Suso: dobbiamo tenere da parte molte cose fatte bene e riorganizzare quelli lì davanti. Le soluzioni offensive non mi piacciono, sono sterili. Non c'è nulla da buttare ma serve qualche dettaglio diverso rispetto ad un modo di pensare diverso". 

MANO IN AREA - "Sapete cosa penso del fallo di mano in area. Penso che deve essere ancora un'interpretazione dell'arbitro. Vanno valutate le dinamiche come avviene ed è difficile: è la sensibilità dell'arbitro di capire se è calcio di rigore o meno, anche attraverso il Var". 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)