Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-BOLOGNA: risolve Mertens
    © Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-BOLOGNA: risolve Mertens

I voti della sfida del San Paolo: Milik centravanti vero

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI BOLOGNA / Con difficoltà, ma alla fine il Napoli riesce a strappare i tre punti in un San Paolo gremito. Benissimo Milik autore di due gol da centravanti puro, ma la sorpresa in casa azzurra è Kevin Malcuit. In casa Bologna partita tutt'altro che disprezzabile, il pareggio probabilmente non sarebbe stato rubato. Palacio sempre sugli scudi. 

 

NAPOLI 

Meret 6 - La frustata di Santander lo prende in contropiede, ma non è che potesse fare chissà cosa. Idem sulla schiacciata di Danilo. Non fa miracoli, ma non ha colpe specifiche. 

Malcuit 7 - Già soltanto il cross di trivela per il 2-1 di Milik varrebbe da solo la prestazione. Ma per tutta la gara è una costante spina nel fianco della difesa bolognese, sempre sul fondo, sempre pericoloso. Una gran bella sorpresa. 

Albiol 5,5 - Per anni è stato la guida silenziosa di Koulibaly, ora la situazione sembra essersi ribaltata. La vicinanza di Maksimovic lo manda un po' fuori giri, anche in marcatura si vede la grossa approssimazione soprattutto sul 2-2, quando Danilo sovrasta lui e Maksimovic con una semplicità impressionante. 

Maksimovic 5 - Bruciato da Santander sull'1-1, bruciato (in coabitazione con Albiol) da Danilo sul 2-2. Doveva non far rimpiangere Koulibaly, invece è una serataccia. 

Ghoulam 5,5 - Un grosso passo indietro rispetto a quelli che sono stati i primi "assaggi" di calcio dopo i gravi infortuni. Sbaglia parecchi appoggi, non garantisce la consueta spinta. Sembra evidente che debba tirare un po' il fiato anche lui. Dal 67' Mario Rui 6 - Lievemente meglio del compagno, ma anche per lui niente di assolutamente indimenticabile.  


Callejon 6 - L'incisività offensiva lascia ancora parecchio a desiderare, come dimostrano un paio di occasioni che lo scorso anno avrebbe trasformato con semplicità disarmante. Quest'anno proprio non vuole entrare, ma non vuol dire certo che manca il suo apporto alla manovra. Non a caso anche per Ancelotti è uno degli insostituibili, il filo conduttore di tre gestioni completamente diverse fra loro. Non è un caso. Dall'87' Ounas sv

Allan 6 - Sembra un po' appannato anche lui, come si era già intravisto contro l'Inter. Non emerge per incisività, l'impegno c'è sempre ma sicuramente non è la miglior partita della stagione. 

Zielinski 5,5 - Un calciatore davvero strano. Ondeggia svogliato in campo, sembra quasi faccia un favore a qualcuno quando è nei pressi del pallone, ma hai sempre la sensazione che possa cambiare la partita da un momento all'altro. Il problema è che anche stasera non lo fa.  

Verdi 6 - Ottimo l'approccio alla gara, vivace e propositivo. Poi tira un po' i remi in barca, ma sicuramente non demerita. Si vede che ha nelle gambe non più di un tempo, tanto che Ancelotti dopo meno di un'ora lo toglie dal campo. Dal 54' Fabian 6,5 - Il suo ingresso in campo quantomeno dà un po' di vivacità alla manovra dalla metà campo in su. In questo momento è semplicemente imprescindibile.   

Mertens 7 - Si muove molto e bene, combatte in area di rigore, è utile in occasione del vantaggio di Milik e va vicinissimo al 2-0 subito dopo con una conclusione fantastica, salvata da un miracolo di Skorupski. Lo trova a 3 minuti dal termine con un missile da fuori area. Una garanzia. 

Milik 7,5 - Due gol da centravanti purissimo, soprattutto il secondo, quando riesce a rubare il tempo al difensore e di testa "tira", letteralmente, spiazzando Skorupski. Per quanto poco gioca continua a tenere una media-gol bestiale.

E pensare che c'è ancora chi lo critica. 

All. Ancelotti 6 - Alla fine i tre punti arrivano, ma che fatica! Da registrare i movimenti difensivi, che sono evidentemente molto diversi quando non c'è Koulibaly. 


BOLOGNA

Skorupski 6 - Può sinceramente poco in occasione dei due gol di Milik e si fa notare per evitare guai peggiori. Splendida la risposta alla parabola di Mertens nel primo tempo negando il gol al belga, ancora buona la parata su Milik che tenta il tris, ma il gol di Dries che decide il match è sul suo palo.

De Maio 5,5 - A ritmo basso non soffre molto, ma appena gli avversari spingono sull’acceleratore si nota la differenza di livello con i dirimpettai. Poteva evitarsi l’ammonizione.


Danilo 5,5 - Dirige il trio centrale con qualche sbavatura di troppo, specialmente in marcatura. Si rifà con il gol del momentaneo pareggio, ma non basta. 

Helander 5,5 - Impensierisce sempre nelle sortite offensive, sbaglia poco in copertura, ma come tutta la difesa soffre troppo gli attaccanti avversari. 

Mattiello 6  - Da questa parte qui, complice anche la scarsa vena di Ghoulam, lo stantuffo scuola Juve ha modo di affondare più volte il colpo. Un cross di esterno per poco non finiva sulla testa di Palacio. 

Poli 6,5  - Come sempre si danna l'anima alla ricerca del pallone, e spesso lo trova pure. Se la mediana del Bologna tiene fino alla fine è soprattutto merito della sostanza che il capitano ci mette in ogni occasione. Dal 79' Orsolini sv 

Pulgar 6 - Anche lui da vertice basso del centrocampo la sfanga di lotta e di governo, sa come farsi rispettare e spesso lo fa. 

Svanberg 6 - Poco coinvolto nel gioco della squadra, si muove molto bene, è tatticamente intelligente, ma si fa vedere meno del solito. Dal 70' Nagy 6 - Anche lui fa il suo e contribuisce alla (quasi) rimonta del finale. 
 
Dijks 5 - Malcuit lo asfalta, letteralmente, approfittando anche del suo approccio piuttosto timido alla fase offensiva della squadra. Doveva essere una delle rivelazioni stagionali annunciate, in realtà finora lo è stato in negativo. 

Palacio 6,5  - Sempre il più attivo fra i suoi, sempre pericoloso fra le linee e fra le maglie della difesa partenopea. Sa come farsi notare, va anche vicinissimo al gol nei primi minuti di gioco. 

Santander 6,5 - Quaranta minuti di grande spessore tecnico-tattico, poi quella schiacciata perfetta di testa, a prolungare una sponda di Helander. Ma non è al meglio, sente tirare il muscolo e chiede il cambio. Finché c'è stato si è fatto valere. (Dal 40' Falcinelli sv) 

Inzaghi 6 - Forse il miglior Bologna della stagione per poco non strappa un punto al San Paolo. Punito da qualche disattenzione difensiva di troppo. 

Arbitro Calvarese 6 - Direzione senza sbavature e con pochi episodi davvero da moviola. 

 

TABELLINO
NAPOLI-BOLOGNA 3-2

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Albiol, Maksimovic, Ghoulam (23' st Mario Rui); Callejon (38' st Ounas), Zielinski, Allan, Verdi (13' st Ruiz); Mertens, Milik. A disposizione: Diawara, Hysaj, Ospina, Luperto, Karnezis, Rog, Younes. Allenatore: Ancelotti

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; De Maio, Danilo, Helander; Mattiello, Poli (34' st Orsolini), Pulgar, Svanberg (36' st Nagy), Dijks; palacio, Santander (42' pt Falcinelli). A disposizione: Gonzalez, Da Costa, Destro, Donsah, Calabresi, Mbaye, Okwonkwo, Krejci, Dzemaili. Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Calvarese di Teramo

MARCATORI: 15' pt Milik (N), 37' pt Santander (B), 6' st Milik (N), 35' st Danilo (B), 43' st Mertens (N).

AMMONITI: Pulgar, De Maio (B); Malcuit, Allan (N).


 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)