Breaking News
  • Inter, Giampaolo e non solo: i possibili eredi di Spalletti
    © Getty Images

Inter, Giampaolo e non solo: i possibili eredi di Spalletti

Il tecnico toscano potrebbe dire addio ai nerazzurri al termine della stagione

CALCIOMERCATO INTER EREDE SPALLETTI / Luciano Spalletti potrebbe dire addio all'Inter al termine di questa stagione. A prescindere dal raggiungimento o meno dell'obiettivo Champions, quindi, le strade tra il tecnico toscano e i nerazzurri potrebbero dividersi: colpa degli enormi conflitti scoppiati nel corso di questo campionato e tutti o quasi derivanti dal calciomercato. Sia quello estivo che quello invernale non sono stati all'altezza della situazione e delle aspettative di Spalletti, domenica dopo Inter-Napoli andato all'attacco dei giocatori con, probabilmente, il solo scopo di mettere nuovamente a nudo l'inadeguatezza delle ultime due campagne acquisti e in generale del progetto targato Suning.

Calciomercato Inter, i possibili sostituti di Spalletti da Giampaolo a Rudi Garcia

Chi al posto di Spalletti? Per l'Inter sarebbe senz'altro difficile, anche con in tasca la partecipazione alla prossima Champions, ingaggiare un tecnico con maggior prestigio del 59enne di Certaldo.

Più percorribile, invece, la strada verso un profilo che veda nell'Inter una sorta di punto di arrivo e bravo pure a valorizzare al massimo i giovani e il parco giocatori a disposizione, quest'ultime due caratteristiche fondamentali per il nuovo corso Suning che non sembra certo basarsi sull'acquisto di big. In tale ottica il primo nome che si potrebbe fare è quello di Marco Giampaolo, attuale allenatore della Sampdoria - con cui i nerazzurri sono in eccellenti rapporti - che Icardi e compagni affronteranno domenica al 'Ferraris'. Nato a Bellinzona (Svizzera) quasi 51 anni fa, Giampaolo è anche un tifoso interista oltre ad essere stimato da tempo dal Napoli, in pole per il suo 'fedelissimo' Torreira. Walter Sabatini pensò di ingaggiarlo ai tempi della Roma e chissà non possa tornare a farci un pensierino in caso di rottura totale con l'amato e 'odiato' Spalletti... Per la cui eredità vanno certamente tenuti in conto pure profili stranieri che però conoscono bene la Serie A, magari quelli 'vicini' allo stesso direttore tecnico di Suning Sports: per esempio Paulo Sousa, che non a caso nella primavera scorsa fu a un passo dal Jiangsu. (l'ex viola in Cina ci è poi andato a novembre, ma per sedersi sulla panchina del Tianjin), oppure quel Rudi Garcia portato da lui nella Capitale e col Marsiglia in scadenza nel giugno 2019. Ma con Sabatini non si possono escludere altri nomi a sorpresa...

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)