Breaking News
  • Sorteggio Champions League, deja-vù Juventus: tutto come due anni fa
© Getty Images

Sorteggio Champions League, deja-vù Juventus: tutto come due anni fa

I bianconeri hanno affrontato le tre rivali nell'edizione 2014-2015, quella della finale di Berlino

SORTEGGIO CHAMPIONS JUVENTUS / Superato l'ostacolo 'Camp Nou' e il pericolo della remuntada, la Juventus è approdata in semifinale di Champions League.
180' senza subire gol da fuoriclasse come Neymar, Suarez e Messi, concedendo soltanto una vera grande occasione ai blaugrana, capitata sui piedi di Iniesta nella gara d'andata.
Con queste premesse e con l'aiuto dei colpi del calciomercato, i bianconeri si affacciano al penultimo atto della competizione più blasonata per club con maggiore autostima, come ha ricordato il capitano Buffon nel post-gara di Barcellona, e con i favori del pronostico per la vittoria finale impennati.

Sorteggio Champions, per la Juventus un sorriso dai precedenti

Che sia questa la volta buona? Intanto analizzando le news Juventus spunta un dato curioso che fa ben sperare.
I bianconeri, infatti, conoscono già molto bene tutte le squadre rimaste nella competizione.
Atletico Madrid, Monaco e Real Madrid: tutte affrontate nell'edizione 2014-2015.
I 'Colchoneros' di Simeone nel girone di qualificazione, con cui la Juve perse al 'Vicente Calderon' per 1-0 e pareggiò allo 'Stadium' a reti bianche.
Il Monaco ai quarti, battuto a Torino 1-0 e bloccato sullo 0-0 al ritorno (proprio come il Barcellona).
Altra curiosità: se a passare il turno fosse stato il Borussia Dortmund, per la Juve sarebbe cambiato poco.
Anche i tedeschi, infatti, vennero piegati agli ottavi nel 2014-2015.
Infine il Real Madrid, sconfitto 2-1 nell'andata della semifinale in casa.
L'1-1 del 'Bernabeu' permise ai bianconeri di conquistare la finalissima proprio contro il Barcellona, incontrato e superato ai quarti dell’attuale edizione.

Si tratta di incroci già visti due anni fa in altri momenti della competizione.
E il Barcellona, l'unico in grado di far piangere gli uomini di Allegri all'Olympiastadion', è già alle spalle.
La Juventus vede la strada verso la conquista di quella Champions che manca dal 1996 sempre meno tortuosa, ma non priva di ostacoli.
Il primo lo si conoscerà tra poco, al momento dei sorteggi.
Simeone, Zidane e Jardim temono i bianconeri.