Breaking News
© Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI CAMERUN-BRASILE

N’Koulou si affanna dietro un Neymar maestoso

PAGELLE E TABELLINO CAMERUN-BRASILE / BRASILIA – Splendida vittoria del Brasile che grazie ad una fantastica prestazione di Neymar conquista anche il primato nel girone.
Tra i verdeoro male il neo-parigino David Luiz.
Nel Camerun invece buona prestazione di Matip, stessa cosa invece non si può dire di N’koulou, apparso lento e macchinoso.
Scarso infine l’arbitraggio di Eriksson.
Ora ad attendere i padroni di casa agli ottavi ci sarà il Cile di Vidal.

 

CAMERUN

 

Itandje 5 – Non convince tra i pali.
Si rende protagonista di qualche intervento thrilling.
Sulla seconda rete verdeoro si fa incantare dalle finte di Neymar scegliendo il lato sbagliato dove buttarsi.

 

Nyom 5 – Confeziona il gol del pareggio con una bella azione sulla sinistra.
In fase difensiva invece poco può sullo straordinario Neymar di questa sera.
Nel finale perde completamente le misure e commette errori a ripetizione.

 

Matip 6,5 – Sfiora il pareggio su azione da corner.
Pochi minuti dopo invece fredda i verdeoro con un appoggio facile facile, a pochi passi da Julio Cesar.
In difesa cerca di sopperire alle mancanze dei compagni, ma non può fare di più.

 

N’Koulou 4,5– Ci capisce poco o nulla su Neymar.
Il talento di proprietà del Barcellona gli fa girare la testa con le sue finte.
Lento e macchinoso, è sempre in ritardo su tutti i palloni.

 

Bedimo 6,5 – Nei primi minuti soffre Hulk.
Poi gli prende le misure e lo limita.
Su quella fascia spinge poco, ma contiene bene gli avversari.
 

 

N’Guémo 5,5 – Non riesce a fare filtro a centrocampo e soffre la qualità dei centrocampisti verdeoro.
Prova a creare qualche grattacapo alla difesa avversaria, ma è molto arruffone.

 

Moukandjo 5,5 – Viene costretto da Neymar a restare basso.
Non riesce a fare molto per limitare il giocatore blaugrana.
In fase offensiva si fa vedere poco.
 Dal 58’ Salli 5,5 – Non riesce a dare una svolta al match.
Ci mette la voglia, poi nulla più.

 

Mbia 5 – Dovrebbe dettare i tempi ai leoni, ma non ci riesce mai.
Viene piazzato davanti alla difesa per dare una mano alla retroguardia, ma i risultati sono scarsi.
 

 

Enoh 5 – Dopo pochi minuti si fa subito ammonire per un fallaccio ai danni di Marcelo.
Gioca una partita abbastanza anonima e si fa notare più per i falli che per le giocate di qualità.

 

Choupo-Moting 5,5– Prova a dare sostegno ad Aboubakar, ma i risultati sono deludenti.
Da quel lato il Brasile attacca poco, ma lui non sfrutta adeguatamente la situazione.
Dall’81 Makoun s.v.

 

Aboubakar 5 – Tocca pochissimi palloni e non riesce mai a rendersi pericoloso dalle parti di Julio Cesar.
Prestazione deludente della punta camerunense.
Dal 72’ Webò s.v.

 

All.
Finke 4,5 – Fallimento Camerun.
Di certo non si potevano pretendere miracoli proprio contro la nazionale di casa, ma i leoni hanno molto deluso nell’appuntamento mondiale.
Squadra priva di gioco e di compattezza.
Le cosche venutesi a creare nello spogliatoio di certo non hanno aiutato.
 

 

BRASILE

 

Julio Cesar 6 – Non si sporca mai i guanti ed ha un posto privilegiato per godersi il match.
Subisce un gol, ma non ha assolutamente colpe.

 

Dani Alves 6 – Fin dai primissimi minuti è molto propositivo e la squadra si appoggia tanto su di lui.
In occasione del gol di Matip però pasticcia in marcatura su Nyom.

 

Thiago Silva 6,5 – Gioca da veterano, annulla da quel lato il Camerun con classe e mestiere.
Sopperisce, quando può, alle sbavature di David Luiz.

 

David Luiz 5,5 – Smista palla dalle retrovie e di testa è implacabile.
Si addormenta in occasione del pareggio camerunense non seguendo Matip e commette qualche errore di troppo.
Si riscatta nella ripresa con l’assist per il 3-1 di Fred.

 

Marcelo 7– Molto propositivo, come sempre.
Da quel lato nascono tutte le azioni più pericolose dei verdeoro.
Una freccia che taglia l’aria di Brasilia.

 

Paulinho 6 – Verticalizza subito la manovra.
Si appoggia molto sul lato sinistro.
Detta i tempi ai verdeoro con cognizione di causa.
Dal 45’ Fernandinho 7 – Entra con lo spirito giusto, ci mette la grinta e gioca un buon spezzone di gara.
Nel finale trova anche gloria sotto porta con un gol di punta, in stile calcetto.

 

Luiz Gustavo 5,5 – Perde qualche pallone sanguinoso a centrocampo.
Delude Scolari che confidava in lui affinché rendesse la difesa del Brasile ermetica.
 

 

Hulk 5,5 – All’alba del match, il Brasile si appoggia molto su di lui.
Col tempo si eclissa e tocca pochi palloni.
Dal 63’ Ramires 6,5 – Molto dinamico a metà campo, recupera tanti palloni.
Si rende protagonista di molti contropiedi brasiliani.

 

Oscar 5,5 – Non si mette molto in luce.
Gira per il campo a vuoto in cerca della posizione ideale, ma non la trova mai.

 

Neymar 8 – Si scambia frequentemente con Fred e praticamente gioca da falso nueve.
Galleggia sulla linea del fuorigioco e nei primi minuti segna la rete che porta il Brasile sull’1-0.
Sul crepuscolo della prima frazione di gioco, con una splendida azione personale, riporta i verdeoro in vantaggio.
Con lo scorrere del tempo sale in cattedra e regala magie a ripetizione.
O Ney dimostra di essere cresciuto.
Dal 71’ Willian s.v.

 

Fred 6 – Spesso viene incontro alla palla, chiamando Neymar al contro movimento.
Nella ripresa, anche se irregolare, trova la rete della tranquillità per il Brasile.

 

All.
Scolari 7,5 – Porta il suo Brasile agli ottavi da prima della classe, sciorinando anche un buon calcio.
L’idea di piazzare Neymar a fare il falso nueve paga.
Azzeccati anche i cambi, che hanno donato sicuramente freschezza e qualità ai verdeoro.
  

 

Arbitro Eriksson 5 – Arbitraggio poco convincente.
Male soprattutto nella distribuzione dei cartellini.
Sbagliato convalidare inoltre il 3-1 di Fred, che è ampiamente in fuorigioco.
Lo svedese è parso poco convinto in alcune decisioni, dettate più dall’ambiente che dalla propria volontà.

 

TABELLINO

 

CAMERUN-BRASILE 1-4

 

CAMERUN (4-1-4-1): Itandje; Nyom, Matip, N'Koulou, Bedimo; N'Guemo; Moukandjo(dal 58’ Salli), Mbia, Enoh, Choupo-Moting(dall’81’ Makoun); Aboubakar(dal 72’ Webò).
Chedjou, Webó, Salli, Feudjou, Fabrice, Ndjock, Djeugoue, Assou-Ekotto, Makoun, Eto'o, Nounkeu.
All.
Finke.

BRASILE (4-2-3-1): Julio Cesar; Dani Alves, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo; Paulinho(dal 45’ Fernandinho), Luiz Gustavo; Hulk(dal 63’ Ramires), Oscar, Neymar(dal 71’ Willian); Fred.
Jefferson, Victor, Dante, Maicon, Maxwell, Henrique, Willian, Ramires, Fernandinho, Hernanes, Bernard, Jo.
All.
Scolari.

Arbitro: Jonas Eriksson

Marcatori: 17’ Neymar (B), 26’ Matip (C), 35’ Neymar (B), 49’ Fred (B), 84’ Fernandinho (B)

Ammoniti: 11’ Enoh (C), 75’ Salli (C), 80’ Mbia (C)

 

Espulsi:

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, Alcacer si propone: la risposta... lo spiazza!
    Calciomercato Inter, Alcacer si propone: la risposta... lo spiazza!
    L'attaccante del Barcellona è pronto a cambiare maglia
    Mercato   Juventus   Spagna
    Calciomercato Juventus, beffa Barcellona per Goretzka? André Gomes...
    Calciomercato Juventus, beffa Barcellona per Goretzka? André Gomes...
    Il club blaugrana lancia l'assalto al centrocampista dello Schalke 04
    Mercato   Milan  
    Calciomercato Milan, arriva un Kessie 'bis' a gennaio
    Calciomercato Milan, arriva un Kessie 'bis' a gennaio
    Jankto e Duncan gli obiettivi rossoneri in vista della riapertura del mercato
    Mercato   Inter  
    Calciomercato Inter, dalla difesa all'attacco: le urgenze di gennaio
    Calciomercato Inter, dalla difesa all'attacco: le urgenze di gennaio
    A Spalletti servono un difensore, un trequartista e un vice Icardi
    Mercato   Juventus  
    DIETRO LE QUINTE: Inzaghi-Juve e Mancini-Premier: i retroscena
    DIETRO LE QUINTE: Inzaghi-Juve e Mancini-Premier: i retroscena
    Aneddoti e curiosità sulle trattative del momento
    Mercato   Lazio  
    Calciomercato, la Lazio pesca tra gli svincolati: ma conviene?
    Calciomercato, la Lazio pesca tra gli svincolati: ma conviene?
    I precedenti in Serie A e non solo: da Saha a Felipe quando l'emergenza costringe all''affare'
    Mercato   Inter   Milan
    Calciomercato Inter, duello col Milan per Rakitic
    Calciomercato Inter, duello col Milan per Rakitic
    Il centrocampista del Barcellona ha una clausola rescissoria da 125 milioni di euro