Breaking News
  • L'Editoriale di Marchetti - Juve, una festa e due domande...con un programma gia' in testa
    © Getty Images

L'Editoriale di Marchetti - Juve, una festa e due domande...con un programma gia' in testa

Primo appuntamento con l'esperto di mercato di SkySport24 che, da oggi, entra nella nostra squadra di editorialisti

EDITORIALE LUCA MARCHETTI MERCATO JUVENTUS / MILANO - La festa con i tifosi ci sarà stasera.
Ieri quella spontanea in albergo, quasi inattesa.
Qualche tifoso in piazza.
Ma è il terzo scudetto consecutivo e la sensazione che si respira è che non c'è più voglia di fare improvvisate.
C'è orgoglio, c'è consapevolezza, ci sono sicuramente soddisfazione e gioia.
Ecco da dove ripartirà la Juventus.
Dopo aver celebrato l'impresa del terzo scudetto consecutivo dovrà dare alla squadra elementi in più per mantenere alta fame e concentrazione.
Il lavoro più difficile di Conte è stato proprio questo: testa.

Ora gli interrogativi da risolvere in casa Juve sono fondamentalmente due: cosa fa Conte e cosa fa Pogba.
Prima degli acquisti.
La storia di Conte è sempre la stessa ogni volta che vince.
E ogni anno il suo appeal internazionale cresce (visto che lui continua a vincere!).
Anche in questo caso sarà necessario vedersi e capire bene le prospettive future.
Occasioni per lui potrebbero esserci visto che all'orizzonte c'è un bel giro di panchine da big.
Ma Agnelli, Marotta e Paratici ormai lo conoscono bene il loro allenatore.
Sanno di cosa ha bisogno sia lui che la Juventus. La mia sensazione, ad oggi, è che Conte rimanga.
Chiederà di rinnovare la rosa, ma quello la società l'avrebbe fatto lo stesso, soprattutto nel pacchetto avanzato.
Tevez e Llorente non si discutono.
Gli altri sono tutti possibili partenti.
Non significa che partano tutti ma quasi: Vucinic, Giovinco e Quagliarella sono tutti a scadenza 2015, Osvaldo verrà valutato con attenzione.
La caccia è all'attaccante esterno buono per fare (anche) il 4-3-3: Sanchez è il primo nome, quello che al momento sembra il più vicino.
Il giocatore ha dato già l'ok: certo trattare con il Barça non è uno scherzo.
L'altro nome (anche questo non segreto) è Nani.
Come si arriva a giocatori del genere: o sfruttando le scadenze contrattuali o vendendo.
Ecco perché lo spauracchio cessione-Pogba continua a essere ricorrente nei brutti pensieri dei tifosi.
Intanto c'è stato un primo incontro.
Non decisivo d'accordo, ma i rapporti sono buoni.
E soprattutto a quanto ci risulta non sono arrivate offerte.
Né per lui, né per Vidal.
Il mercato si fa anche così: questione di incastri.
Anche qui, ancora, dobbiamo andare a sensazioni.
E la mia, per quanto conti, è che Pogba rimanga ancora almeno un anno alla Juve.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)