• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-FRANCIA

PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-FRANCIA

Debutto amaro per Ventura, esordio record per Donnarumma, Pellè ritorno col gol


Francia in festa © Getty Images
Davide Ritacco

01/09/2016 23:00

ECCO LE PAGELLE DI ITALIA-FRANCIA

 

ITALIA

Buffon 6 – Due tiri in porta, due gol subìti sui quali c’era poco da fare. Dal 45’ Donnarumma 5,5 – Debutto storico in Nazionale maggiore. Stabilisce subito un record come l’esordiente più giovane della storia azzurra. Non impeccabile sul gol del 3-1.

Barzagli 6 – Ha il suo bel da fare su Martial che è più veloce di lui ed infatti non lo segue sul gol anche perché sorpreso da Chiellini, resta comunque fra i migliori difensori italiani. Per fortuna ha deciso di continuare la sua avventura in azzurro. Dal 45’ Rugani 6 – Finalmente arriva il suo esordio in nazionale 1 anno e mezzo dopo la sua prima convocazione. Fuori posizione sul gol di Kurzawa.

Astori 5,5 – Inizia bene con alcune chiusure su Griezmann ma poi scivola anche lui in qualche errore. Prova anche qualche giocata alla Bonucci con lanci da 50 metri ma non ha la stessa efficacia.  

Chiellini 4,5 – L’errore sul primo gol subìto è troppo evidente per sottolinearlo ulteriormente ma oltre a quello si perde anche Giroud sul secondo. Sorprendentemente è parso meno concentrato del solito.  

Candreva 6,5 – E’ il giocatore ideale per gli schemi Venturiani. I suoi affondi creano sempre affanno alla retroguardia transalpina. Le azioni più pericolose nascono dai suoi piedi.  

Parolo 6,5 – Ventura lo ha elogiato e lo ammira e si capisce il perché. In nazionale si fa trovare sempre pronto e sta diventando un vero e proprio trascinatore in maglia azzurra.

De Rossi 6 – Dopo pochi minuti subisce un brutto fallo quasi che la sorte volesse applicare la legge del contrappasso. Il romanista si riprende e conduce per mano con sapienza il centrocampo azzurro. Dal 45’ Montolivo 5 – Entra subito nel match con un bel tiro da lontano ma è sempre troppo lento con il pallone fra i piedi.   

Bonaventura 5,5 – Una chance importante, giocatore duttile e bravo tecnicamente ma stasera è partito troppo timido. Un po’ meglio nella ripresa ma sono stati pochi i suoi inserimenti senza palla specie se il ‘titolare’ del ruolo è un maestro nella disciplina come Giaccherini. Dal 66’ Verratti 6 – Il suo ingresso in campo dimostra come la sua assenza agli Europei è pesata. E’ l’unico giocatore italiano che la tecnica necessaria per far fare il salto di qualità al centrocampo azzurro.

De Sciglio 5,5 – Altalenante come ci ha abituato nel Milan mentre in azzurro è una novità. La cura Conte sembra già svanita. Dal 58’ Florenzi 6 – Buona spinta sulla sinistra. Pur non essendo il suo ruolo ideale sa pungere a corrente alternata.  

Pellè 6,5 – Se c’erano dubbi sul suo ritorno in nazionale dopo il brutto ricordo lasciato agli Europei, stasera ha scaricato in rete tutte le tensioni e le critiche ricevute dopo il tiro dal dischetto contro la Germania.

Eder 6,5 – E’ tra i più positivi nel primo tempo. Offre l’assist per il gol di Pellè andando via di prepotenza ad uno tosto come Kantè. Si vede che ha voglia di giocare e meritarsi questa maglia. Dal 75’ Belotti 6 – E’ il bomber del momento in Serie A e dopo Donnarumma e Rugani è il terzo esordiente di serata.

C.T. Ventura 6 – Nella ‘sua’ Bari esordisce in Nazionale come il suo predecessore ma purtroppo  il capoluogo pugliese che era un talismano per gli azzurri, tradisce il commissario tecnico. La Francia, vice campione d’Europa, non fa sconti e supera la nuova-vecchia Italia dell’ex tecnico del Torino anche se, difesa a parte (proprio il reparto più affidabile), può guardare con ottimismo al futuro.  

 

FRANCIA

Mandanda 6 – Dà sempre l’impressione di essere in difficoltà. La parata goffa su Montolivo ne testimonia la tecnica approssimativa. Anche sul gol di Pellè poteva fare di più.  

Sidibe 6 – Il giovane neo acquisto del Monaco, fa il suo esordio in Nazionale e lo fa subito con un intervento violento su De Rossi. Ha qualche passaggio a vuoto ma quando spinge è pericoloso.   

Varane 6,5 – Pellè lo beffa sul gol ma il difensore del Real si riscatta nei minuti restanti, limitando l’ attaccante dello Shandong Luneng.   

Koscielny 6 – Buon affiatamento con Varane. Concede poco agli azzurri chiudendo bene le falle della retroguardia ma soffre sulle palle alte. Dal 83’ Umtiti s.v.

Kurzawa 6,5 – Bella sfida con Candreva che a volte gli fa venire il mal di testa. Quando viene attaccato va in affanno, molto meglio quando deve pungere in avanti ed infatti trova il gol. Dal 93’ Digne s.v.  

Pogba 6 – Mister over 100 milioni mostra qualche tocco delizioso dei suoi (assist compreso) ma è spesso fuori dal fulcro del gioco della Francia. Deschamps ci mette anche del suo posizionandolo sul centro destra ovvero sul lato meno gradito all’ex Juve.  

Kanté 6 – Eder lo ha umiliato andandogli via con estrema potenza. Il giocatore strapagato da Conte per il suo Chelsea ha giocato partite migliori pur essendo fondamentale per i blues.  

Matuidi 6 – Il sogno del mercato Juventino non ha fatto rimpiangere il mancato approdo a Torino. Dal 63’ Sissoko 6 – Del dirompente giocatore dell’Europeo è rimasto poco. Forse il trasferimento a suon di sterline all’ultimo minuto al Tottenham lo ha un po’ stordito.

Griezmann 6 – Il fresco capocannoniere dell’ultimo Europeo non gioca su quei livelli. Viene limitato da Astori e non riesce a cambiare passo. Da 63’ Dembelè 6 – Prova a spingere facendo affidamento alla sua straordinaria corsa ma spesso si perde il pallone.

Giroud 7 – Grande sacrifico per la squadra chiudendo sempre su De Rossi ed è pure pronto alla zampata vincente portando in vantaggio la Francia. Dal 45’ Gignac 6 – Non si è visto molto ma ha saputo tenere sotto scacco la difesa azzurra.   

Martial 7 – Approfitta dell’ingenuità di Chiellin e segna il suo primo gol in nazionale restando freddo davanti ad un mostro sacro come Buffon. Ha un altro passo rispetto a Barzagli e ne approfitta. Dal 45’ Payet 6 – Entra con la Francia in vantaggio e la sua poca attitudine a rincorrere gli avversari non lo fanno brillare.  

C.T. Deschamps 6,5 – Aveva promesso alla vigilia di ribaltare la cabala barese (gli azzurri non avevano mai perso a Bari) ed ha mantenuto la promessa. Qualche novità rispetto alla sfortunata finale casalinga agli Europei. Ripropone il 4-3-3 con Kantè e Martial preferiti a Sissoko e Payet. Buon esordio per Sidibe, buon rientro di Varane (capitano), Kurzawa destinato a sostituire Evra è da rivedere pur avendo trovato il gol.

 

Arbitro: Kuipers 6,5 – Partita storica perché per l'occasione è stata sperimentata la VAR (video assistant referee). L'arbitro olandese si è avvalso dell'aiuto dei colleghi connazionali, presenti in un gabbiotto fuori dallo stadio a rivedere le azioni controverse previste dal protocollo Ifab: gol in fuorigioco, fallo dentro o fuori l'area di rigore, scambio di persona nelle ammonizioni, gesti violenti non rilevati dalla squadra arbitrale. Il test non prevede la possibilità di cambiare la decisione presa da Kuipers, ma le parti si sono scambiati opinioni in diretta. Come in occasione del primo e unico vero dubbio: al 30’ un fallo di mano reclamato dall’Italia in area Francese, l’olandese ha atteso il riscontro dei colleghi che evidentemente non hanno reputato il fallo passibile di penalty. E' solo il primo passo di un percorso che dovrebbe portare il calcio a una svolta storica. 

 

TABELLINO

ITALIA-FRANCIA 1-3

Italia (3-5-2): Buffon (dal 45’ Donnarumma); Barzagli (dal 45’ Rugani), Astori, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (dal 45’ Montolivo), Bonaventura (dal 66’ Verratti), De Sciglio (dal 58’ Florenzi); Pellè, Eder (dal 75’ Belotti). A disp. Marchetti, Antonelli, Ogbonna, Bernardeschi, Gabbiadini, Immobile, Pavoletti. C.T. Ventura. 

Francia (4-3-3): Mandanda; Sidibe, Koscielny (dal 83’ Umtiti), Varane, Kurzawa (dal 91’ Digne); Pogba, Kanté, Matuidi (dal 63’ Sissoko); Griezmann (dal 63’ Dembele), Giroud (dal 45’ Gignac), Martial (dal 45’ Payet). A disp. Areola, Costil, Corchia, Kondogbia, Gameiro. C.T. Deschamps. 

Arbitro: Kuipers (NED)

Marcatori: 16’ Martial (F), 21’ Pellé (I), 28’ Giroud (F), 80’ Kurzawa (F)

Ammoniti: 4’ Sidibe (F), 91’ Belotti (I)

Espulsi: -




Commenta con Facebook