• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, Alisson: "Concorrenza con Szczesny, la Juve..."

Calciomercato Roma, Alisson: "Concorrenza con Szczesny, la Juve..."

Il club giallorosso ha organizzato una conferenza stampa per il nuovo portiere


Alisson (Presentazione Roma)
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

11/07/2016 12:39

CALCIOMERCATO ROMA PRESENTAZIONE ALISSON / PINZOLO - Indetta a Pinzolo una conferenza stampa per la presentazione di uno dei colpi del mercato RomaAlisson. Calciomercato.it vi offre le parti salienti del suo intervento: "Ho parlato con il mister e mi ha spiegato come comportarmi in campo. Sono molto felice d'essere qui, in un club che ha avuto tra le sue fila Falcao".

ALLENAMENTO - "Non ci sono differenze nell'allenamento con la squadra. Forse qualcosa di diverso c'è quando mi alleno con i portieri".

BUFFON-NEUER - "Sono cresciuto col mito di Buffon. Era un idolo fin da bambino. Nel calcio moderno ho apprezzato moltissimo anche Neuer. Buffon lo vedo più forte tecnicamente. Neuer invece si avvale più della sua forza fisica".

TITOLARE - "Per quanto riguarda Szczesny, ribadisco che non è un tema importante. E' un grande portiere e ha fatto bene. Sono concentrato e credo ci sarà una buona concorrenza tra noi. Sono qui per ripagare la fiducia in chi ha creduto in me. Passaporto? E' una possibilità ma non c'è nulla di concreto".

JUVENTUS - "So già d'aver fatto la scelta giusta con la Roma. Credo che io e la mia famiglia staremo molto bene qui".

PUNTI DI FORZA - "Mi ritengo un portiere veloce e con un buon senso del piazzamento. Provo a vivere la partita anche quando la palla è in attacco. Ho un buon tocco di palla, per far ripartire l'azione".

COPA AMERICA - "Volevamo vincere il torneo ma il calcio è così. Un giorno vinci e l'altro perdi. L'obiettivo è quello di tornare a dare soddisfazioni ai tifosi brasiliani e a chi ammira il nostro calcio".

GIOCO - "Personalmente, a livello di club, ho sempre provato a giocare con i piedi, così da diventare un portiere moderno. Guardavo al calcio europeo, perché il gioco va avanti. Anche il Brasile sta cambiando, nonostante qualche tifoso rumoreggia per un passaggio indietro al portiere. Mi metto sempre a disposizione dei compagni, per essere una risorsa aggiuntiva".

TOTTI - "E' un grandissimo onore giocare con lui. E' un idolo italiano e mondiale. Il nome di mio nipote è Francesco, proprio in suo onore. Non ci ho parlato ancora tanto, non conoscendo bene l'italiano".

DONI - "Lo conosco di fama ma non personalmente. Ambientamento? Roma è simile a Porto Alegre, soprattutto per il clima. La lingua può essere un ostacolo al momento ma ho già iniziato a lavorarci in Brasile. Non credo avremo problemi, io e la mia famiglia".

RUOLO - "Ho sempre cercato di raggiungere una certa regolarità nelle prestazioni. Vorrei fare lo stesso con la Roma".

NUMERO - "Era uno di quelli a disposizione. Non ha un significato particolare, così come in precedenza nella mia carriera".

FALCAO - "Non mi erano giunte voci su sue dichiarazioni in merito al mio guidare la difesa. Rispetto l'opinione di tutti. Un portiere deve usare forza e testa, dovendo prendere molto spesso decisioni rapide".




Commenta con Facebook