• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Euro 2016 > Svizzera, la Puma risponde a Shaqiri e alla federazione: "Incidente sfortunato, ci scusiamo"

Svizzera, la Puma risponde a Shaqiri e alla federazione: "Incidente sfortunato, ci scusiamo"

La nota azienda tedesca è ritorna sui 'curiosi' fatti di ieri accaduti nel corso della sfida tra gli elvetici e la Francia


Xhaka, maglia strappata © Getty Images

20/06/2016 18:40

EURO 2016 SVIZZERA MAGLIE ROTTE FRANCIA SHAQIRI PUMA / BERLINO (Germania) - La gara di ieri tra Francia e Svizzera ha segnato un curioso 'record': sette giocatori elvetici hanno visto la propria maglia strapparsi durante il match. Un fatto quasi anomalo che ha portato Xherdan Shaqiri a scherzarci sù al termine della gara ("Spero che la Puma non produca anche preservativi..."), ma sul quale la nota azienda tedesca ha cercato di fare immediatamente chiarezza: "Abbiamo subito iniziato ad indagare sul motivo per il quale le magliette della nazionale svizzera si strappassero quando venivano afferrate e tirate dagli avversari della Francia. La preoccupazione primaria della PUMA è quella di garantire sempre uno standard di qualità superiore. La PUMA veste anche altre quattro nazionali che partecipano a Euro 2016 (Austria, Repubblica Ceca, Italia e Slovacchia) e le loro federazioni ci hanno confermato come non abbiano mai avuto problemi simili", ha spiegato il noto brand attraverso un comunicato diramato sul sito ufficiale.

"Da una prima analisi sulla maglia della Svizzera utilizzata domenica scorsa - prosegue la nota - abbiamo scoperto che c’è stato un lotto di materiale in cui i filati erano stati danneggiati durante il processo di produzione, portando così all'indebolimento della veste finale. Questo può accadere se la campione di calore, pressione e tempo non è adeguatamente controllata nel processo di fabbricazione. Ma questo materiale difettoso è stato utilizzato solo in un numero limitato di magliette svizzere. Abbiamo verificato l’inventario di tutte le squadra da noi sponsorizzate e possiamo assicurare che questo sfortunato incidente non accadrà di nuovo. Ad ogni modo - conclude - la PUMA si scusa con la federazione svizzera ed i loro calciatori".

D.G.




Commenta con Facebook