• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Capello: "Non torno in giallorosso. Ho detto no alla Nazionale"

Roma, Capello: "Non torno in giallorosso. Ho detto no alla Nazionale"

Il tecnico friulano ha parlato anche di Pjanic dello scudetto vinto nella Capitale


Fabio Capello ©Getty Images

15/06/2016 17:37

ALLENATORE ITALIA CAPELLO NAZIONALE ROMA / ROMA - Intevistato a 'Rete Sport' Fabio Capello ha parlato della vittoria dello scudetto con la Roma e del suo futuro. Il tecnico friulano si sofferma sulle news Roma del passato e del presente. Sulla vigilia dello scudetto dice: "Fu una vigilia di tensione ma senza esagerare. Nella Capitale si esasperano i momenti e si esagera nell'emotività negativa e positiva". 

Sul futuro poi Capello rivela: "Ho rifiutato tante offerte soprattutto di nazionali perché è troppo complicato trasmettere dei concetti in così poco tempo, c'è anche una difficoltà linguistica come quella che ho avuto in Russia. Ho respinto anche un'offerta dalla Nazionale Italiana e di altri club, non tanto per motivi economici. Mi piacerebbe di nuovo allenare una squadra, ma se non arriva qualcosa di interessante non mi muovo"

Capello esclude un ritorno alla Roma: "Tornare in giallorosso in altre vesti? sono pensieri che non mi passano nella mente, Spalletti sta facendo un lavoro importante anche se ha perso una pedina fondamentale come Pjanic. C'è da lavorare, ma non ho intenzione di farlo in Italia. Anche se le cose difficili sono quelle che mi stimolano di più"".

L'ex ct di Inghilterra e Russia commenta anche l'addio di Miralem Pjanic: "Se non si può trattenere non c'è niente da fare. Se poi sei una società forte, lo convinci e lo prendi. Candela? Gli dissi che sarebbe diventato un calciatore importante. Vincent voleva andare via e piano piano l'ho convinto a rimanere. Squadre forti come la Juve però possono prendere chiunque. La Roma cambia spesso struttura?  Quando sono arrivato io Sensi mi disse che Zeman voleva cambiare 4-5 giocatori, ma in realtà bisognava solo rinforzare la squadra per vincere lo scudetto. E così è stato".

Infine una battuta su Francesco Totti: "Secondo me ha fatto il record dei record nelle ultime giornate di campionato, per cui sono d'accordo con il rinnovo e il suo futuro da dirigente".

B.D.S.




Commenta con Facebook