• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, TI RICORDI DI... Digão? Il fratellino poco fortunato di Kakà

Milan, TI RICORDI DI... Digão? Il fratellino poco fortunato di Kakà

Tre presenze per il centrale brasiliano che in rossonero non ha lasciato il segno


Digão in rossonero ©Getty Images
Jonathan Terreni

31/05/2016 11:56

MILAN TI RICORDI DI DIGAO / MILANO - Rodrigo Izecson dos Santos Leite, o più semplicemente Digão, arriva nele giovanili del Milan nel 2004 ancora diciannovenne. Lo porta Kakà, suo fratello maggiore. Il peso del fenomeno brasiliano, Pallone d'Oro nel 2007, è tutt'altro che irrilevante. A tesserarlo però fu la Sampdoria vista la mancanza di posti da extracomunitari dei rossoneri nel calciomercato. La stagione successiva viene mandato in prestito al Rimini, in Serie B. Qui trova continuità, scendendo in campo 25 volte in stagione. Difensore centrale forte fisicamente (195 cm), decisamente lento e soggetto a cali di concentrazione ma molto bravo in zona offensiva. Nell'estate del 2007 viene reintegrato nella rosa del Milan facendo finalmente il suo esordio in Coppa Italia il 20 dicembre 2007 nella sconfitta per 2-1 contro il Catania a 'San Siro'. Gioca anche la gara di ritorno (1-1) ed è uno dei migliori in campo. L'esordio in Serie A avviene il primo marzo 2008 in Milan-Lazio 1-1, sostituendo all'inizio del secondo tempo Jankulovski.

CIAO MILAN - Nell'estate del 2008 lascia l'Italia. Passa in Belgio, allo Standard Liegi in prestito. La sfortuna però lo costringe a restare fuori sei mesi a causa della rottura dei legamenti del ginocchio. Si rivede in campo a marzo in amichevole. Un mese dopo fa la sua prima apparizione nella Jupiler League per soli due minuti. A luglio, ancora tesserato del Milan, va in prova al Friburgo che però, dopo dieci giorni di ritiro, non lo tessera.

RITORNO IN ITALIA - Nel 2009 torna in Italia, stavolta al Lecce ma già a gennaio rescinde il contratto dopo appena due presenze. Tenta la strada di Crotone, sempre a titolo temporaneo con diritto di riscatto della metà, ma anche qui non mette mai piede in campo. L'ultima esperienze in prestito al Penafiel: dieci presenze in Portogallo. Rescinde il contratto con i rossoneri e vola negli States. Lo tesserano i New York Red Bulls, con cui scende in campo solo in una nella gara dei playoff della MLS. Al termine della stagione ha annunciato il suo ritiro dal calcio.




Commenta con Facebook