• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, quattro giorni per convincere Conte: i possibili outsider dello stage

Italia, quattro giorni per convincere Conte: i possibili outsider dello stage

Ieri il ct azzurro ha diramato l'elenco dei 28 giocatori che verranno esaminati a Coverciano


Oriali e Conte © Getty Images
Daniele Gargiulo

17/05/2016 11:07

ITALIA STAGE COVERCIANO OUTSIDER CONTE / ROMA - La lista è stata ufficialmente diramata: sono 28 i giocatori che prenderanno parte allo stage di Coverciano dal 18 al 21 maggio e al quale non parteciperanno i tesserati di Juventus, Milan e Paris Saint-Germain (ancora impegnati in competizioni ufficiali). Un elenco ricco di giovani e di sorprese: tutti loro avranno a disposizione appena quattro giorni per convicere Conte a portarli in Francia. I posti a disposizione sono pochissimi, non sarà di certo un'impresa semplice. Il primo passo, intanto, sarà riuscire a 'sopravvivere' alla prima scrematura: il 23 maggio il ct dell'Italia ufficializzerà l'elenco dei convocati per il raduno pre-Europeo (saranno 30), per la lista definitiva dei 23 invece occorrerà attendere il 31. 

Per il ruolo di terzo portiere è bagarre: Marchetti, Mirante e Sportiello si daranno battaglia per l'unica maglia a disposizione dietro le spalle di Buffon e Sirigu e la sensazione è che tutti partano alla pari. Maggiori sorprese potrebbe riservare il pacchetto arretrato: sicurissimi del posto il 'blocco Juventus' composto da Barzagli, Bonucci e Chiellini, Ogbonna (che il ct conosce bene) e la sorpresa Tonelli cercheranno di insidiare fino alla fine Acerbi

Sulle corsie esterne i giochi sembrano già fatti con Candreva, Florenzi, El Shaarawy, De Sciglio, Antonelli ed il fedelissimo Giaccherini (che può giostrare anche mezzala nel 3-5-2) in notevole vantaggio sulla concorrenza: sono poche le chance per De Silvestri e Zappacosta di oltrepassare le Alpi. I dubbi principali provengono dal centrocampo: Parolo, Thiago Motta e Montolivo sono gli unici certi. Vista l'esclusione di Pirlo e le assenze di Verratti e Marchisio, salgono vertiginosamente le quotazioni di De Rossi, uno dei pochi che potrebbe garantire una certa esperienza a livello internazionale. Speranze anche per Soriano che potrebbero essere premiato per la sua duttilità tattica. 

In avanti le uniche certezze sono Pellè, Zaza e Eder. Rimarebbe a disposizione un solo posto e tutto dipenderà dalle decisioni tattiche di Conte: se avrà bisogno di una prima punta ci sarà un testa a testa tra Immobile e Pavoletti, se al contrario cercherà un giocatore più brevilineo il duello vedrà coinvolti Insigne e Borini. La 'battaglia' prima della 'guerra' sta per iniziare.




Commenta con Facebook