• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, da Jovetic ad Eder: chi sale e chi scende in attacco

Calciomercato Inter, da Jovetic ad Eder: chi sale e chi scende in attacco

Ljajic ai saluti, Manaj può andare in prestito. E la quotazione di Icardi aumenta ancora


Stevan Jovetic ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (oldpoli)

18/04/2016 15:31

CALCIOMERCATO INTER JOVETIC EDER ICARDI BORSINO ATTACCANTI / MILANO - È tornato protagonista, nel momento più importante. Dopo una partenza sprint e qualche mese passato nel dimenticatoio, Stevan Jovetic è tornato a brillare in un'Inter rientrata nella corsa per il terzo posto. Le voci sull'incompatibilità con Mauro Icardi le ha messe a tacere, ora punta a spegnere definitivamente anche quelle di calciomercato. "Non sono di passaggio, sono venuto per restare" ha tuonato il montenegrino dopo la vittoria sul Napoli. Adesso ha cinque partite per togliere ogni dubbio anche alla dirigenza nerazzurra. 

Che sembra non nutrirne più, invece, su Adem Ljajic. Ma in senso opposto. Sempre più difficile il riscatto del serbo, arrivato in prestito dalla Roma e destinato a tornarci. Ed il West Ham starebbe già pensando di tornare alla carica dopo l'assalto fallito un anno fa. Posizione diversa per Eder: doveva far svoltare l'attacco interista, invece non ha ancora segnato dal suo arrivo a gennaio. L'Inter comunque resta intenzionata a riscattarlo, sperando in una rinascita l'anno prossimo. Il giovane Manaj piace molto al tecnico Mancini, ma non è da escludere una stagione in prestito per continuare il percorso di crescita, mentre Rodrigo Palacio, visto il ritorno in Europa ormai vicino, resterà come riserva e ricambio di lusso. E anche quest'anno ha dimostrato di poter essere decisamente utile. Biabiany ha diversi estimatori in Serie A, ma rientrando nella lista dei giocatori cresciuti nel vivaio rappresenta una risorsa molto utile della quale difficilmente si farà a mano. Su Ivan Perisic, invece, l'insidia forte si chiama Antonio Conte, che lo vorrebbe al Chelsea. Per convincerlo a restare servirà un'Inter da vertice, come spiegato più volte dall'agente.

Chiudiamo con Mauro Icardi, il nome più caldo. La speranza di molti tifosi interisti, ed in fondo anche della società, resta quella di trattenere il proprio bomber principe, sempre più decisivo. Senza Champions, come noto, un sacrificio sarà però necessario e le big europee in allerta su 'Maurito' sono tante ed agguerrite. Ma la base d'asta, intanto, continua ad aumentare.




Commenta con Facebook