• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-NAPOLI

Icardi decisivo, Jovetic sul velluto. Per Sarri male Gabbiadini e Insigne


Mauro Icardi © Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

16/04/2016 22:45

Ecco le pagelle della partita Inter-Napoli.

INTER

Handanovic 6,5 - Una super parata su Allan nel primo tempo, alza in angolo un missile del brasiliano. Poi la solita gestione impeccabile l match e della difesa. Ormai qualsiasi aggettivo per lui è superfluo.

D'Ambrosio 6,5 - Gran prestazione in appoggio a Brozovic, si chiude bene su Insigne e poi su Mertens ma soprattutto dà una gran mano in avanti. Sotto gli occhi di Conte una partita più che sufficiente.

Miranda 7 - Se i suoi interventi vi sembrano così semplici è perché li fa sembrare semplici lui, che gioca con calma olimpica e con sicurezza disarmante. Chiude da capitano, investitura pratica di un fatto che in linea teorica è già ampiamente assodato.

Murillo 7 - Ruvido sempre ai limiti del fallo, becca un cartellino giallo e rischia anche il rosso, ma quanto è efficace questo colosso colombiano. Lì dietro fa sempre la differenza.

Nagatomo 6,5 - All'andata era stato fra i principali responsabili della sconfitta, stasera invece gioca una gara diligente, in marcatura su Callejon con grande spirito di abnegazione. Bene così.

Medel 7 - Per Mancini è imprescindibile per la quantità che porta, per i contrasti e i palloni recuperati, ma stasera la cosa più bella la fa dopo due minuti di gioco, quando lancia Icardi a rete con un tracciante millimetrico, da regista puro. Ogni tanto un po' di qualità non guasta. 

Kondogbia 7 - Passo felpato, piede duro, grande intelligenza tattica. Il mister 40 milioni che ha preso l'Inter quest'estate sta venendo fuori alla distanza. Ottima prestazione, anche lui coniuga quantità e qualità. Dal 68' Biabiany 6 - Restituisce un minimo di brio alla manovra sulla destra quando Brozovic stava un po' calando alla distanza. Prezioso.

Brozovic 7 - Una chiave tattica importante è la presenza del croato decentrato con licenza di offendere, un inserimento che manda in crisi Strinic e Koulibaly a più riprese. Devastante e freddissimo sull'azione che vale il 2-0. Un altro calciatore di gran livello a disposizione dei nerazzurri. 

Jovetic 7 - Inventa calcio in qualunque salsa e da qualsiasi posizione, ogni volta che ha il pallone fra i piedi crea qualcosa di pericoloso per i suoi. Quando sta così è decisamente l'uomo in più. Dal 76' Felipe Melo sv

Perisic 7 - Lo strapotere fisico-atletico si ripercuote sempre sulla prestazione del croato, che corre come un cavallo e salta come un canguro, con in più doti tecniche non indifferenti. Elemento chiave, sia tatticamente che sul piano tecnico.

Icardi 7,5 - Al pronti-via l'occasione che può cambiare il match la sfrutta che meglio non potrebbe: aggancio sopraffino, freddezza da vendere e un pallonetto dolce dolce che beffa Reina per il vantaggio interista. Un gran gol, in pratica fa ciò che ha fatto Higuain all'andata. Poi l'assist, da applausi, per il 2-0 di Brozovic. Perfect match. Dall'87' Palacio sv

All. Mancini 7 - Che bella Inter stasera, messa in campo molto bene e padrona della situazione per larghi tratti del match. Non padrona del gioco, questo no, ma solida e brava a sfruttare le occasioni a disposizione, con giocate da applausi dei singoli che alzano l'asticella della qualità. Con un finale di stagione a questi livelli nessun traguardo è precluso.  

 

NAPOLI

Reina 4,5 - Beffato da Icardi dopo pochi minuti, la sensazione è che potesse uscire molto meglio su Brozovic in occasione del 2-0. Nel secondo tempo un pallone horror perso sui piedi di un avversario per poco non valeva il 3-0. 

Hysaj 5 - Perisic lo manda al manicomio, in una stagione esemplare non era mai stato così fuori fase. Anche la spinta lascia a desiderare.

Albiol 5 - Sale in leggero ritardo sul gol dell'1-0, Icardi è in fuorigioco ma davvero millimetrico. Va in palla col resto della difesa. 

Koulibaly 4,5 - Fra i due centrali è quello più in difficoltà, sbaglia diversi movimenti mettendo a repentaglio l'incolumità dell'intera retroguardia. Più di una responsabilità sul gol di Brozovic. 

Strinic 4,5 - L'asse 'D'Ambrozovic' gli crea tantissimi problemi, trova un muro davanti a sé quando deve affondare ma soprattutto si ritrova più volte preso nel mezzo dalle sovrapposizioni degli avversari. Bocciato senza appello dopo un solo tempo di gioco. Dal 50' Ghoulam 5 - Il suo ingresso non cambia tantissimo la situazione, anche i cross non sono all'altezza della sua fama.

Allan 6 - In partite del genere vengono fuori le individualità dei calciatori più animosi, quelli che buttano il cuore oltre l'ostacolo anche quando la situazione è complicatissima. L'ultimo a mollare, tanti calci dati e presi.

Jorginho 5 - Boccheggia, sbaglia appoggi che di solito azzeccherebbe ad occhi chiusi, perde la bussola anche sul piano difensivo. Domato e dominato dal centrocampo avversario. Dal 73' El Kaddouri 6 - Un pizzico di brio lo porta, ma ormai la situazione era già ampiamente compromessa.

Hamsik 5 - Le idee migliori nascono tutte dai suoi piedi, ma è impressionante la quantità di palloni che riesce a perdere, a volte anche con qualche leziosismo di troppo. Come spesso gli accade, quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare e lui tira i remi in barca.

Callejon 6 - Sfiora anche l'eurogol con un mezzo collo al volo che sfiora di poco il palo, in campo è fra quelli che corrono di più e fra gli ultimi ad alzare bandiera bianca. E non è certo la prima volta.

Gabbiadini 4,5 - Letteralmente fagocitato dalla famelica difesa interista, l'impressione è che sia troppo leggerino per una difesa schierata così bene. E' servito pochissimo e molto male, ma Miranda e Murillo ne fanno polpette, praticamente non vede un pallone.

Insigne 4,5 - Marcato bene, in serata no, prova qualche azione con conclusioni assolutamente velleitarie che fanno il solletico ad Handanovic. Mai sostituito così presto da Sarri, stasera però ci stava tutta. Dal 50' Mertens 5 - Entra che dovrebbe cambiare la partita e invece si fa prendere dalla foga, sbaglia troppo e rischia perfino di farsi buttare fuori. Stavolta il cambio di marcia non riesce.

All. Sarri 5 - Se lo scudetto è sfumato già da un po', con la prestazione di stasera si mette in pericolo pure il secondo posto. Napoli freddato da un gol all'avvio ma poi incapace di rimediare, cosa che invece tante volte è riuscito a fare alla grande. Gli manca sicuramente un terminale offensivo di peso lì davanti, ma questo è colpa sua solo in minima parte. Sta di fatto che mai come stasera l'assenza di Higuain si è fatta sentire maledettamente. 

Arbitro Rocchi 5,5 - Crocifiggere la squadra arbitrale per un fuorigioco di 20 centimetri è esercizio sterile e anche dannoso: sarebbe bella una rivoluzione culturale in tal senso, giudicare gli arbitri soltanto sugli errori macroscopici o sugli errori di interpretazione. Come ad esempio il rigore non assegnato a Koulibaly nel primo tempo: il fallo di D'Ambrosio c'è, il terzino si disinteressa del pallone. 

 

TABELLINO 

INTER-NAPOLI 2-0


Inter (4-3-3): Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo, Brozovic, Medel, Kondogbia (dal 68' Biabiany), Jovetic (dal 77' Melo), Icardi (dall'87' Palacio), Perisic. A disp.: Carrizo, Berni, Jesus, Biabiany, Telles, Gnoukori, Felipe Melo, Manaj, Palacio, Ljalic, Eder. All.:Roberto Mancini.

Napoli (4-3-3): Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic (dal 50' Ghoulam), Allan, Jorginho (dal 73' El Kaddouri), Hamsik, Callejon, Gabbiadini, Insigne (dal 50' Mertens). A disp.: Gabriel, Rafael, Valdifiori, Maggio, Mertens, Regini, David Lopez, Chiriches, Ghoulam, El Kaddourii, Grassi, Chalobah. All.: Maurizio Sarri.

Arbitro: Rocchi

Marcatori: 3' Icardi (I), 43' Brozovic (I)

Ammoniti: Nagatomo (I), Jorginho (N), Perisic (I), Albiol (N), Kondogbia (I), Mertens (N)

Espulsi:




Commenta con Facebook