• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Higuain da record, Glik irriconoscibile

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Higuain da record, Glik irriconoscibile

Top e Flop della 30a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Gonzalo Higuain ©Getty Images
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

21/03/2016 07:30

PAGELLONE SERIE A 30A GIORNATA HIGUAIN GLIK / NAPOLI – Napoli e Juventus continuano a correre troppo e staccano tutte le altre. I partenopei battono in casa il Genoa grazie ad un ispirato Higuain. I bianconeri, guidati da Morata e Pogba, hanno la meglio sul Torino di un pessimo Glik. Continua a non vincere, invece, la Fiorentina di un Kalinic in astinenza da gol, che nell’occasione, contro il Frosinone, sbatte su un muro chiamato Leali. Roma e Inter si dividono la posta in palio con un pareggio che scontenta entrambe e con Eder e Dzeko decisamente poco in forma. Ancora male la Sampdoria di Montella, che con uno svogliato Cassano ha la peggio contro il Chievo. Infine, torna al successo l’Atalanta grazie ad un Gomez sui livelli di Catania.

 

TOP

5. Leali (Frosinone) – Il Frosinone si aggrappa a lui per realizzare il sogno salvezza. Il portierino di proprietà della Juventus mostra di avere le carte in regola per approdare in una big. Contro la Fiorentina si muove da un palo all’altro della propria porta come un gatto parando tutto il possibile ai viola. VOTO 7

 

4. Gomez (Atalanta) – Negli ultimi anni si era un po’ perso quel piccolo fenomeno che aveva fatto innamorare tutta Catania. Contro il Bologna si rivede finalmente il vecchio ‘Papu’. L’argentino prima realizza il gol del vantaggio, poi si guadagna il rigore per il raddoppio e, infine, fa espellere Mbaye e Gastaldello. Trascinatore. VOTO 7,5

 

3. Morata (Juventus) – Protagonista per caso, entra per sostituire l’infortunato Dybala e con una doppietta stende il Torino. Già a Monaco aveva mostrato il suo ottimo stato di forma, ma nel pomeriggio dell’’Olimpico’ è semplicemente straripante. Peccato viaggi a corrente alternata. Giornata da campione vero, ma ora ci vuole continuità. VOTO 7,5

 

2. Pogba (Juventus) – Parte un po’ contratto, poi tira fuori dal nulla la punizione che sblocca il match. Nella ripresa, invece, suggerisce ottimamente per il gol di Morata. La sua gara è da incorniciare, così come la sua stagione. Ormai sembrano lontanissimi i tempi in cui quella ‘10’ pesava. VOTO 7,5

 

1. Higuain (Napoli) – Non si accontenta più di scrivere la storia del Napoli, ora vuole restare impresso anche tra i miti della Serie A. L’argentino con una doppietta mette in ginocchio un ottimo Genoa e con 29 gol in 30 partite mette nel mirino il record di Nordahl di 35 reti in un campionato a 20 squadre. Ennesima prestazione sontuosa per l’ex Real Madrid, che ormai ha preso il largo nella classifica marcatori.  VOTO 8

 

FLOP

5. Kalinic (Fiorentina) – Nelle prime giornate aveva fatto stropicciare a tutti gli occhi per le sue giocate e la sua ottima media realizzativa. Ora però sembra bloccato, non trova più la porta e non gli riescono nemmeno le giocate più semplici. Specchio perfetto di una Fiorentina che, dopo una prima parte di stagione straordinaria, ora sta calando maledettamente. VOTO 5

 

4. Eder (Inter) – Il suo approdo in una big come l’Inter non ha portato i frutti sperati sinora. L’ex blucerchiato appare in affanno, contro la Roma si eclissa con lo scorrere dei minuti e finisce completamente fuori partita. VOTO 5

 

3. Dzeko (Roma) – Storia di un amore mai sbocciato, quello tra il bosniaco e la Roma. L’ex City si regala l’ennesima serata incolore fatta di troppi eccessi e poca incisività sotto rete. Sinora la sua stagione non è stata per niente esaltante. Protagonista mancato. VOTO 5

 

2. Cassano (Sampdoria) – Si ritrova intrappolato in una delle sue giornate ‘no’. Scende in pantofole al ‘Ferraris’ e non trova mai il lampo giusto per accendere la sua Sampdoria. Gara senza acuti per lui, Montella nella ripresa ne fa volentieri a meno.  VOTO 5

 

1. Glik (Torino) – Quest’anno non ha ancora trovato il gol, il che è strano per uno come lui che la porta ogni stagione l’ha sempre vista. Contro la Juventus offre una pessima prestazione fatta di troppe leggerezze. Nell’occasione della rete di Khedira, lascia passare troppo facilmente il centrocampista bianconero. Pomeriggio da dimenticare. VOTO 4,5.




Commenta con Facebook