• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, da Totti a Benatia: tornare in Champions per il futuro

Calciomercato Roma, da Totti a Benatia: tornare in Champions per il futuro

I giallorossi sono attesi da un'estate movimentatissima sul fronte trasferimenti


Mehdi Benatia ©Getty Images
Matteo Torre (@torrelocchetta)

09/03/2016 12:57

CALCIOMERCATO ROMA TOTTI BENATIA CHAMPIONS / ROMA - La Roma, dopo l'eliminazione dalla Champions League, è chiamata a tornare subito a pensare sia al campionato che alla prossima stagione. I giallorossi grazie alla cura Spalletti sono distanti otto punti dalla Juventus a dieci giornate dal termine e hanno la priorità di arrivare tra le prime tre per un'altra stagione in Champions, fondamentale sotto il punto di vista del calciomercato estivo e della progettualità. Tra chi arriva e chi parte, analizziamo la corsa Roma, tra campionato e colpi di calciomercato in entrata e in uscita, per tornare in Champions League.

 

CALCIOMERCATO ROMA - DAI CASI DZEKO E TOTTI A NAINGGOLAN E PJANIC: CHI RESTA?

Sono due le situazioni più spinose nell'organico Roma al momento: Edin Dzeko e Francesco Totti. Dzeko si sta giocando il futuro: è stato definito un flop, con 8 gol in 31 presenze e molti errori sotto porta. In questi ultimi mesi si capirà dove potrebbe andare, anche perché, nonostante il pesante contratto fino al 2020, è un calciatore che può avere sempre mercato. Il caso Totti dipenderà dal prossimo contratto del capitano giallorosso: rinnoverà per giocare ancora uno o due anni? Diventerà dirigente? Pallotta e Totti stesso, ai microfoni dei media, non hanno ancora dato una risposta definitiva. E il braccio di ferro prosegue, anche se in toni più pacati rispetto all'exploit del 21 febbraio, quando Totti andò via da Trigoria.

Ci sono poi i pezzi pregiati: El Shaarawy va riscattato dal Milan a 13 milioni; il Real Madrid e il Chelsea di Conte vorrebbero sia Pjanic che Nainggolan; il Manchester United di Mourinho 'esagera' e sogna anche Manolas in difesa, oltre al bosniaco e al belga. Tutti nomi preziosissimi per questa nuova Roma 'spallettiana': la speranza per trattenerli è di centrare la Champions League anche questa stagione, senza la quale diventerebbe molto problematico non lasciar partire almeno uno o due gioielli della scuderia giallorossa.

Szczesny sembra destinato ad andare via: sogna il rientro in Premier, all'Arsenal, e non l'ha mai nascosto. La carriera giallorossa di Maicon e Keita è al tramonto, entrambi per via dell'età che avanza.

Un capitolo a parte lo meriteranno i calciatori dagli ingaggi pesanti in prestito per l'Europa: Iturbe e Doumbia in Premier sono oggetti misteriosi, andranno probabilmente reindirizzati in nuove squadre; l'Inter non sembra intenzionata a riscattare Ljajic, ma il serbo può trovare facilmente un'altra squadra; Skorupski continuerà a fare esperienza dopo quest'anno all'Empoli, sempre in Toscana o in un'altra piazza di Serie A; Verde non è ancora pronto e dovrà giocare un altro paio d'anni in prestito; Ibarbo non rientra nei piani della società e andrà piazzato in una nuova squadra.

 

ROMA, COLPO BENATIA E CRISCITO? PAREDES PUO' TORNARE. E IL DS...

E in entrata? Il calciomercato Roma vanta già la sicurezza di due acquisti: il portiere brasiliano Alisson dall'Internacional e l'ala connazionale Gerson dal Fluminense. Nelle sue ultime dichiarazioni è stato chiaro il presidente Pallotta: la Roma vuole un difensore. Con la qualificazione in Champions tornerebbe prepotente la pista Benatia, vecchio amore pronto a riabbracciare la squadra in cui è definitivamente esploso dopo un biennio in chiaroscuro al Bayern. Spalletti potrebbe chiamare il suo pupillo Criscito dallo Zenit, ma solo in caso di mancato riscatto di Digne dal PSG; stesso discorso per Ansaldi, oggi al Genoa, altro pupillo di Spalletti. E a centrocampo c'è l'ipotesi del 'colpo' Paredes: sta facendo bene all'Empoli, rientrando alla casa madre potrà giocarsi le sue carte. Difficile sarà ipotizzare un futuro in giallorosso per Sanabria, che sta giocando da fenomeno allo Sporting Gijon: ha una lunga lista di pretendenti in Inghilterra e in Spagna e dalla sua eventuale, profumata cessione la Roma potrà incassare molti milioni da reinvestire. Il nodo più grande, al termine di questa grande girandola di nomi, è però quello del Direttore sportivo: chi si occuperà del calciomercato giallorosso? Walter Sabatini potrebbe essere al capolinea e tra i suoi successori circolano i nomi di Pietro Leonardi (ex Parma), Marco Branca (ex Inter), Pietro Lo Monaco (ex Catania e Palermo) e Andrea Berta (attualmente all'Atletico Madrid). Gli eredi sono prestigiosi, ma tutto è ancora da delineare. E influenzerà pesantemente i contatti, le manovre e i trasferimenti della Roma 2016-17.

 




Commenta con Facebook