• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, dal 'patto' col Psg alle sirene inglesi: l'estate dipende dalla Champions e...

Calciomercato Inter, dal 'patto' col Psg alle sirene inglesi: l'estate dipende dalla Champions e... da Icardi

Senza il terzo posto i nerazzurri potrebbero essere costretti a cedere un big e l'argentino è il più corteggiato


Mauro Icardi ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

17/02/2016 13:39

CALCIOMERCATO INTER CHAMPIONS LEAGUE ICARDI PSG / MILANO - Dodici anni. Tanto è passato dall'ultimo 'ritiro punitivo' dell'Inter, con Alberto Zaccheroni in panchina. Dodici anni dopo tocca a Roberto Mancini, che vuole serrare le fila e ritrovare la concentrazione perduta per ripartire in un momento così delicato, quasi decisivo. Sabato la Sampdoria, poi la Juventus in trasferta. Due sfide da non fallire per continuare a rincorrere quel terzo posto scappato a 4 punti di distanza e obiettivo quanto mai fondamentale per il futuro della società. Perché dopo i grandi investimenti della scorsa sessione estiva di calciomercato, l'Inter ha bisogno degli introiti della Champions League per continuare il progetto di rilancio che, come ribadito più volte dal presidente Erick Thohir, dovrà riportare i nerazzurri tra i primi 10 club europei entro pochi anni. Senza quei soldi, però, il calciomercato Inter della prossima estate rischia un pesante ridimensionamento. 

A partire dai giocatori in prestito e che potrebbero non essere riscattati, come Adem Ljajic e Alex Telles. Troppo discontinuo il primo, mentre il secondo resta legato soprattutto al futuro del tecnico Roberto Mancini che lo aveva esplicitamente richiesto pochi mesi fa. E occhio a Stevan Jovetic, arrivato in prestito fino al giugno 2017 con riscatto obbligatorio legato a determinate condizioni: il rapporto tra il montenegrino e l'ambiente Inter non è decollato e non si escludono sorprese già in estate. Poi c'è Samir Handanovic, che non ha mai nascosto di voler giocare la Champions League e, nonostante il rinnovo fino al 2019, sarebbe finito pure nel mirino del Manchester City di Pep Guardiola. Corteggiatore sicuramente difficile di rifiutare.

Ma il nome più caldo, il vero big che potrebbe fruttare alle casse interiste una vagonata di milioni resta Mauro Icardi. Piace praticamente a tutte le grandi d'Inghilterra, con Liverpool, Arsenal, Manchester City e United, in caso di arrivo di José Mourinho, in pole. Resiste pure l'Atletico Madrid e non sarebbe da sottovalutare neanche il Paris Saint-Germain, che è in stretto contatto con il numero uno dell'Inter Erick Thohir e si parla già di un possibile 'patto' che coinvolgerebbe lo stesso 'Maurito', van der Wiel e Rabiot. Più che di contropartite però, soprattutto in caso di mancato accesso alla Champions, i nerazzurri avrebbero bisogno di contanti. E per Icardi si comincerà a ragionare sulla base di 40 milioni di euro, cifra che consentirebbe di potersi puoi muovere in entrata.




Commenta con Facebook