• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Dzeko: "Gol? Conta più che la squadra vinca"

Roma, Dzeko: "Gol? Conta più che la squadra vinca"

L'attaccante bosniaco ha risposto ad alcune domande dei tifosi


Dzeko e Pjanic ©Getty Images

07/02/2016 11:50

ROMA INTERVISTA EDIN DZEKO SITO UFFICIALE / ROMA - Il sito ufficiale della Roma riporta alcune risposte di Edin Dzeko alle domande dei tifosi sulle ultime news Roma. Calciomercato.it vi propone i passaggi salienti.

OBIETTIVO GOL - "Di solito non mi prefisso un obiettivo di gol. Segnare è il mio lavoro, ma per me è più importante che la mia squadra vinca le partite e conquisti dei trofei".

PJANIC E LA ROMA - "Seguivo la Roma da quando ci è venuto a giocare Mire e già conoscevo il prestigio di questo club. Pjanic mi ha detto tante belle cose e soprattutto che questa squadra aveva tutte le carte in regola per vincere".

NUMERO 9 - "Se parliamo di numero 9, per me il migliore al mondo è Ibrahimovic. Se potessi sceglierei lui come compagno di squadra".

SPOGLIATOIO - "In termini di simpatia ce ne sono tanti... Tony Rüdiger è uno di quelli, gli piace ballare e vi assicuro che non vorreste mai vedere i suoi video! Si cimenta in un ballo che io non riuscirei mai a fare. Manolas invece parla tanto e sta sempre in mezzo. Lo spirito di squadra è davvero ad alti livelli. Questo spogliatoio è differente rispetto ad altri che io abbia vissuto prima. Qui c'è davvero un bel clima. Non ci ho messo molto ad ambientarmi perché non è affatto difficile in questo gruppo: tutti i compagni sono molto disponibili".

ALLENAMENTO - "Il calciatore che evito di più è Rüdiger, senza dubbio lui (ride, n.d.r.). Quando mi blocca da dietro e mi trattiene con entrambe le mani gli dico 'hey, siamo in allenamento, calma!'".

MODULO - "Finora in carriera ho giocato in un sistema con due attaccanti, ma anche con una sola punta. Se dovessi scegliere, opterei per la formazione con due punte. Quando ero giovane, ma tanto più giovane, giocavo esterno destro. Ma ora faccio l’attaccante da una vita, mi piace il mio ruolo e non lo cambierei mai".

S.D.




Commenta con Facebook