• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Inter, Banega: un regista vero per Mancini

TATTICA DEL MERCATO - Inter, Banega: un regista vero per Mancini

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul centrocampista del Siviglia


Ever Banega ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

04/02/2016 15:15

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO INTER BANEGA SIVIGLIA AUSILIO MANCINI / MILANO - Il calciomercato Inter edizione gennaio 2016 si è chiuso senza il tanto sospirato colpo a centrocampo. Il calciomercato ha portato a Milano il solo Eder, attaccante ex Sampdoria richiesto fortemente da Roberto Mancini. Gli uomini mercato nerazzurri, però, stanno già lavorando per l'Inter che sarà e come pietra angolare del progetto 2016/2017 c'è un centrocampista capace di illuminare la manovra più di quanto fanno Medel e Felipe Melo. L'Inter è in forte vantaggio per assicurarsi Ever Banega a parametro zero dato che l'argentino ha il contratto in scadenza con il Siviglia il prossimo 30 giugno. Conosciamolo meglio attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI EVER BANEGA, OBIETTIVO DELL'INTER PER IL CENTROCAMPO

Ever Maximiliano David Banega nasce a Rosario, in Argentina, il 29 giugno 1988. Cresce nel settore giovanile del Boca Juniors, uno dei più importanti di tutto il Sudamerica. Debutta con la casacca 'xeneize' nel febbraio 2007 e nello stesso anno vince la Copa Libertadores, perdendo poi il Mondiale per Club contro il Milan di Carlo Ancelotti. Nel gennaio del 2008 sbarca in Europa, acquistato dal Valencia con cui vince la Coppa del Re. Dopo un'annata poco proficua in prestito all'Atletico Madrid, torna nel club bianconero di cui diventa una pedina fondamentale e che lascia solamente nel 2014, dopo 185 partite ed 11 gol. Banega torna per 6 mesi in Argentina, al Newell's Old Boys, per poi firmare con il Siviglia nell'estate 2014. Sotto la gestione di Unay Emery vive una seconda giovinezza e diventa un leader della squadra andalusa, vincendo l'Europa League edizione 2014/2015.

Banega ha vinto il Mondiale Under 20 del 2007 con la maglia dell'Argentina, insieme a Sergio Aguero e ad Angel Di Maria. Ha fatto parte della spedizione olimpica di Pechino 2008, terminata sul gradino più alto del podio. Ha esordito con l' 'Albiceleste' nel febbraio 2008 e può contare 38 presenze e 4 gol. Ha preso parte a due Copa America, nel 2011 e nel 2015.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI EVER BANEGA

Alto 1,74, fisico compatto, baricentro basso, destro naturale. Banega è un giocatore che ha avuto una vera e propria trasformazione tattica durante la propria carriera. Spesso utilizzato addirittura come trequartista, ora si è assestato dando il meglio di sé davanti alla difesa come regista puro, abbinando importanti doti di interdizione. Nel Siviglia a volte viene avanzato di qualche metro per figurare come trequartista 'tattico'. La sua principale caratteristica è la visione di gioco a cui abbina una tecnica individuale davvero notevole e la capacità di verticalizzare e vedere linee di passaggio dove non tutti riescono a percepirle. Detta i tempi della manovra e batte tutti i calci piazzati con grande qualità. Difetta in dinamismo ma è riuscito a riprendersi dopo che la sua carriera sembrava essersi arginata. Al momento è uno dei registi più interessanti del panorama europeo. Abilissimo nel servire assist ai compagni, non è un goleador ma è un giocatore prezioso in fase di costruzione e ha molta esperienza internazionale.


EVER BANEGA E' UN GIOCATORE ADATTO ALL'INTER?

Sicuramente si, e prenderlo a costo zero potrebbe essere un affare davvero intrigante. L'Inter di Roberto Mancini sta vivendo un periodo di flessione ma ha dimostrato di avere qualità in tutti i reparti tranne che a centrocampo, dove Medel, Melo, Kondogbia e Brozovic non sono adatti a svolgere il ruolo del costruttore di gioco. Banega calzerebbe a pennello nel sistema di gioco dell'ex allenatore del Manchester City, garantendo anche buon filtro dal punto di vista di interdizione ma soprattutto uno sviluppo ragionato della manovra offensiva e un'importante addizione di carisma e leadership in campo. E' esattamente quel tipo di giocatore che manca alla rosa di Erick Thohir e che, a costo zero, potrebbe diminuire di molto il gap presente in questo momento con Napoli e Juventus.




Commenta con Facebook