• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, 'operazione rilancio' per tre protagonisti dell'ultimo successo col Napoli

Lazio, 'operazione rilancio' per tre protagonisti dell'ultimo successo col Napoli

Tra squalificati ed infortunati, contro gli azzurri Pioli sarà 'costretto' a mandare in campo Onazi e Klose


Onazi-Parolo-Klose © Getty Images

03/02/2016 13:35

LAZIO NAPOLI RIVINCITA PAROLO KLOSE ONAZI / ROMA - Come sono cambiate le cose in 248 in casa news Lazio. Lo scorso 31 maggio la truppa di Pioli espugnava il 'San Paolo', superando il Napoli con un emozionante 2-4 e centrando la qualificazione ai preliminari di Champions. A distanza di quasi otto mesi la situazione è mutata notevolmente: risultati altalenanti, rosa falcidiata da infortuni e solamente piccoli sprazzi di quel gioco offensivo che li aveva contraddistinti lo scorso anno. Senza considerare l'immobilismo nel corso dell'ultima sessione di calciomercato che, oltre a Biševac, non ha portato i rinforzi sperati. I protagonisti di quella magica notte partenopea furono Candreva, Parolo, Onazi e Klose, tutti finiti nel tabellino dei marcatori: oggi, eccezion fatta per l'esterno romano, gli altri tre stanno vivendo un momento personale estramente complicato. 

ONAZI - Una zampata da centravanti consumato aveva eletto Onazi a 'salvatore della patria': la sua rete aveva tagliato definitivamente le gambe agli azzurri, spingendo la Lazio verso la vittoria. Un gol che il nigeriano auspicava potesse essere il preludio ad un maggior impiego, ma le sue speranze sono rimaste tali. Ecco quindi i malumori in questa stagione, sfogati in una richiesta di cessione avallata dalla stessa società che per il suo cartellino chiedeva non meno di 7 milioni di euro. Le squadre interessate ad Onazi non sono mancate - diversi club, dalla Premier alla Bundesliga fino anche alla nostra Serie A -, ma nessuna di loro è riuscita a mettere sul piatto gli argomenti giusti per convincere la dirigenza capitolina a lasciarlo partire. Il mercato si è chiuso, quindi, senza notizie positive per lui e questa sera è chiamato a prendere in mano il centrocampo laziale, orfano di Cataldi, Biglia e Milikovic-Savic, cercando di dimostrare a tutti di che pasta è fatto. Magari replicando l'acuto messo a segno in quella famosa notte...

PAROLO - Nella scorsa stagione è stato uno dei fattori della cavalcata biancoceleste: 34 presenze e 10 gol (record personale per lui), l'ultimo dei quali arrivato proprio al 'San Paolo'. Una staffilata mancina che aveva aperto il match ed indirizzato la gara in favore dei capitolini. Oggi di quell'instancabile motorino si sono perse le tracce: un solo gol a referto finora, ma soprattutto un rendimento di molto inferiore rispetto ai suoi standard. Tanta corsa ma poca qualità, Pioli spera che questa sera il suo numero 16 possa ritrovarsi. 

KLOSE - La posizione di Klose è forse quella più eclatante: quello messo a segno contro il Napoli, di fatto, rappresenta il suo ultimo gol. L'età avanza, ma vedere un bomber del suo livello ancora a secco dopo 16 presenze stagionali fa sempre scalpore. La sua preoccupante astinenza è determinata sicuramente dal momento no della Lazio, che il campione tedesco ha individuato in paura di sbagliare, ma potrebbe terminare da un momento all'altro. D'altronde segnare è come andare in bicicletta: non ci si scorda mai come si fa. E chissà che il numero 11 biancoceleste non riparta da dove aveva lasciato. 

D.G.




Commenta con Facebook