• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Frosinone > Frosinone-Bologna, Stellone: "I torti iniziano ad essere tanti. Bisogna combattere contro tutti"

Frosinone-Bologna, Stellone: "I torti iniziano ad essere tanti. Bisogna combattere contro tutti"

Il tecnico gialloblu: "Non alziamo la voce davanti alle telecamere? Magari lo facciamo in altre sedi"


Roberto Stellone (Calciomercato.it)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

02/02/2016 17:08

FROSINONE BOLOGNA STELLONE CONFERENZA STAMPA/ FROSINONE - Il tecnico del Frosinone Roberto Stellone, interviene in conferenza stampa alla vigilia del match che vedrà i gialloblu ospitare il Bologna. Calciomercato.it segue per voi le dichiarazioni dell'allenatore.

LA PARTITA - "La partita di domani è fondamentale, non dico che sia da ultima spiaggia ma è sicuramente importante perché non vinciamo da tanto e sappiamo quanto le vittoria aiutino una squadra. Il Bologna è una squadra in salute, ha una difesa solida, un ottimo portiere e un ottimo allenatore, non è la stessa che abbiamo incotrato all'andata quando meritavamo qualcosa in più. Sarà fondamentale l'approccio alla gara, loro la metteranno sull'intensità. Sarà una parita da dentro o fuori perché domenica affrontiamo la Juventus e domani servono i tre punti".

VOGLIA DI SACRIFICIO - "Domani conterà poco chi scenderà in campo, perché chi lo farà dovrà essere propenso al sacrificio. Nelle ultime uscite meritavamo qualcosa in più, soprattutto contro l'Atalanta. Nella partita con la Roma, aldilà dei torti che abbiamo subito per l'ennesima volta, siamo stati in gara fino al gol del 3-1: all'Olimpico si sono sacrificati tutti e domani servirà la stessa voglia per tutti i novantacinque minuti".

SVOLTA MENTALE - "Quella di domani per me è la partita della svolta sotto il punto di vista mentale, a prescindere dai risultati che faranno Sampdoria, Genoa, Palermo e le altre, vincere può darci quella spinta necessaria per riprenderci".

TORTI - "Se i giocatori avrebbero dovuto arrabbiarsi di più nelle interviste a causa dei torti arbitrali? Non c'è una regola per la quale se si alza la voce cambiano le cose. La linea mia e della società è quella di pensare che l'arbitro può sbagliare. Certo, gli episodi a sfavore cominciano a essere tanti, poi se davanti ai microfoni non ci lamentiamo non significa che la società non si faccia sentire. Uno dice sempre che a fine campionato torti e favori andranno a bilanciarsi, ma fino ad ora di favori il Frosinone non ne ha mai avuti e i rigori che ci mancano forse ci avrebbero permesso di avere una classifica migliore. C'è chi si arrabbia davanti alle telecamere e chi lo fa in altre sedi. Le televisioni non danno tanto risalto ai nostri torti arbitrali, sappiamo che è così, dobbiamo combattere contro tutto e tutti e bisogna essere più forti anche di fronte a queste situazioni".

GOMIS - "Gomis? C'è ancora un mercato aperto, dobbiamo valutare la sua situazione con la società, nei prossimi mesi vedremo cosa fare. Chi gioca domani in porta? Leali, Bardi o Zappino (ride, ndr)".




Commenta con Facebook