• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Inter, Mihajlovic: "Il derby è come un ascensore. Speravo Eder arrivasse lunedì"

Milan-Inter, Mihajlovic: "Il derby è come un ascensore. Speravo Eder arrivasse lunedì"

L'allenatore rossonero si prepara a vivere un derby decisivo


Sinisa Mihajlovic ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

30/01/2016 13:00

MILAN INTER MIHAJLOVIC CONFERENZA STAMPA / MILANELLO - E' alle porte il derby della Madonnina. L'allenatore del Milan, Sinisa Mihajlovic, interviene in conferenza stampa per commentare le ultime news Milan, alla vigilia dell'attesissima sfida. Calciomercato.it vi aggiorna in tempo reale su tutte le sue dichiarazioni: "Eder è un giocatore importante e l'Inter ha fatto un grande acquisto. - ha dichiarato a 'Milan Channel' - Speravo però arrivasse lunedì. E' soltanto grazie al lavoro e all'impegno dei ragazzi se non siamo sprofondati in questi mesi. Ora abbiamo una nostra identità, ma il problema resta quello di chiudere le partite. Siamo una squadra difficile da battere e, al di là della classifica, il derby è una gara importante. E' un ascensore. Chi vince sale, chi perde va al piano terra".

DERBY - "L'importanza di questa sfida non dipende dalla classifica. Questa rappresenta una delle ultime occasioni che avremo per ambire ai primi posti. L'Inter invece, se vuole restare in alto, deve vincere necessariamente. A loro invidio soltanto la classifica, che è migliore della nostra. Abbiamo le qualità per vincere domani".

SQUADRE - "Nelle ultime gare l'Inter è risultata in flessione, mentre noi abbiamo fatto qualche punto in più. Certe cose però nel derby non contano. Vincerà chi avrà più voglia e coraggio, commettendo meno errori".

RISULTATO - "Giocheremo per i tre punti, ma se non vinci è importante non perdere. Il Milan non scenderà in campo per pareggiare però. Tutte le partite le preparo per vincere".

CHAMPIONS - "Il campionato è ancora molto lungo, e al momento non guardiamo alla classifica. Dobbiamo pensare gara dopo gara".

RITORNO - "Napoli a parte, avremo tutti gli scontri diretti in casa. Vincere nel derby ci darebbe entusiasmo e morale".

BARBARA BERLUSCONI - "La dottoressa ha ragione, se si guarda la classifica. Se alla fine le cose dovessero andare meglio, sarà contenta anche lei".

SCIARPA - "Qui non si può più indossare. Vestiamo soltanto Dolce e Gabbana"

INTER - "Potevamo avere 6-7 punti in più, e invece loro ne hanno 8 di vantaggio. E' colpa nostra se non ci siamo rusciti. Il cinismo è una delle loro caratteristiche più importanti".

ARBITRI - "Sbagliano proprio come i giocatori. Ho parlato di episodi soltanto dopo la gara contro il Verona. Non credo alla malafede. Se non ci hanno dato dei rigori, vuol dire che non li hanno visti".

BALOTELLI - "Le gare di Coppa servono a visionare lo stato di alcuni giocatori. Sia lui che Boateng non sono in condizione. Ho parlato con lui dell'esultanza. Se si segna bisogna gioire, ma non ci riesce. E' fatto così. Sembra non abbia voglia, ma non è così. E' un bravo ragazzo. E' come quando sei con una donna, ma non riesci a dirle 'ti amo'. Sono felice d'averlo qui, ma spero cambi questo atteggiamento".

NIANG - "Ho parlato con lui. Non ha mai voluto lasciare il Milan".

STAGIONE - "Si poteva fare meglio, ma un pari a Empoli ad esempio, non è un dramma. Ero arrabbiato perché, dopo il doppio vantaggio, non puoi farti recuperare. Nelle ultime 17 giornate abbiamo dato continuità, vincendo 10 artite e perdendone due. Dovevamo vincere, anche se abbiamo fatto una buona gara".

BACCA - "Deve migliorare in campo nel dialogo con i propri compagni di squadra".

EDER - "Ho perso il conto dei giocatori che hanno preso. La Panini sarà costretta ad aggiungere delle pagine per le figurine dei nerazzurri (ride ndr). Eder è un grande giocatore e all'Inter vanno i complimenti per il colpo".

COPPA ITALIA - "Ogni gara è storia a sé. Noi giocavamo contro l'Alessandria, loro con la Juventus. I bianconeri, insieme al Napoli, hanno qualcosa in più rispetto alle altre. Nel derby però non contato gli ultimi risultati. Ogni cosa si azzera".

MENEZ - "Non sente più dolore e si allena con noi, ma serve ancora del tempo per poterlo recuperare. E' lontano dalla miglior condizione, ma vedremo se portarlo in panchina".

LUIZ ADRIANO - "Proviamo a recuperarlo dopo il colpo subito, ma non sarà facile".

MODULO INTER - "Mancini ne ha cambiati tanti. Non so quale sceglierà domani. Noi faremo la nostra gara. Non mi interessa come giocheranno loro".

HONDA - "Non gli viene mai perdonato nulla, ma in realtà è un giocatore molto affidabile. Fa tutto ciò che gli chiedi, anche se deve provare a segnare di più. Contro l'Empoli non mi è piaciuto vederlo evitare i contrasti aerei dopo il taglio subito. Deciderò dopo l'allenamento di oggi se schierarlo titolare. Se dice che non ha le doti per fare l'esterno, lo terrò in panchina (ride ndr)".




Commenta con Facebook