• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Inter, Bacca: "Segno per mia figlia, magari di rabona. Scudetto? Ci crediamo troppo poco"

Milan-Inter, Bacca: "Segno per mia figlia, magari di rabona. Scudetto? Ci crediamo troppo poco"

Lunga intervista dell'attaccante colombiano alla vigilia del derby


Carlos Bacca © Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

30/01/2016 08:38

MILAN INTER BACCA DERBY SCUDETTO EUROPA / MILANO - A tutto Carlos Bacca. Giorno di vigilia in casa Milan, che prepara un derby da non fallire per rilanciarsi nella corsa all'Europa. Ed ai microfoni de 'La Gazzetta dello Sport', l'attaccante colombiano, grande colpo milanista dell'ultima estate di calciomercato, parla della sfida con l'Inter e fa il punto sulle ultime news Milan: "Non servono le parole dell'allenatore per preparare partite così. L'Inter è un avversario diretto per la classifica ed è un derby. E io ho una motivazione in più: domenica sarà il compleanno di mia figlia, vorrei regalarle un gol. Proverò la rabona? Sarebbe bellissimo e se capita ci provo. Ma conta solo segnare e vincere".

DERBY - "Abbiamo perso all'andata, ma sono come le finali: si devono solo vincere. Sento dire che l'Inter non sia in grandi condizioni, ma queste partite escono da ogni logica".

BILANCIO PERSONALE - "Ho lavorato tanto e sono cambiato tanto dall'inizio. Sto acquisendo sempre maggiore confidenza, ho fatto alcuni gol e spero di farne tanti altri. Voglio dare il meglio a questa maglia. Difficile per una punta in una squadra che gioca di contropiede. Ho parlato con Mihajlovic perché ricevevo pochi palloni, ora va meglio col nuovo modulo".

PARTNER D'ATTACCO - "Luiz Adriano è più tecnico, Niang molto dinamico. E sono contento che sia rimasto".

SCUDETTO - "Cosa ci manca per lottare per il titolo? I risultati, un po' di fortuna, un po' di allegria e la consapevolezza di essere forti. E' soprattutto un problema di testa, ci crediamo troppo poco".

EUROPA - "Mi è mancata tanto. Avrei potuto giocare la Champions col Siviglia, ma il Milan ha progetto importante. Un altro anno senza Europa? No, non mi ci vedo proprio. Per questo stiamo lavorando tantissimo".

RONALDO - "Quano ero piccolo in Colombia guardavamo la Serie A. Io osserva Ronaldo e lo studiavo. Il Milan ha avuto grandi attaccanti, spero di essere degno di vestire la maglia indossata da loro".




Commenta con Facebook