• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, il punto medico: tre giocatori verso il recupero per la gara col Chievo

Lazio, il punto medico: tre giocatori verso il recupero per la gara col Chievo

Ancora lunghi i tempi per quanto riguardano gli olandesi Kishna e de Vrij


Federico Marchetti © Getty Images

18/01/2016 13:20

LAZIO INFERMERIA PUNTO MEDICO MARCHETTI BASTA GENTILETTI / ROMA - Dopo il pari in rimonta centrato contro il Bologna, la Lazio è tornata quest'oggi in campo per iniziare a preparare la sfida di coppa Italia contro la Juventus, in programma mercoledì all'Olimpico. Una gara per la quale mister Pioli dovrà ancora fare a meno di alcuni giocatori infortunati. Intervenuto sulle frequenze di 'Lazio Style Radio', il medico sociale biancoceleste, Stefano Salvatori, ha fatto il punto su di loro: 

MARCHETTI, BASTA E GENTILETTI - “Stanno bene, l’obiettivo è quello di riaggregarli al resto del gruppo giovedì. Speriamo di riuscire a farlo per tutti e tre, saremo soddisfatti se due su tre rientrassero giovedì. Per la gara di domenica ci vogliono due allenamenti completi, stanno continuando a lavorare anche abbastanza bene, speriamo che questi giorni riescano a caricare con il lavoro. Integrarli o meno giovedì vorrebbe dire capire se c’è da lavorare ancora a parte o no.”

KISHNA - “Da mercoledì inizierà a correre in maniera intensa per ritrovare la condizione atletica e poi ci saranno alcune cose da valutare dal punto di vista clinico. Poi restano quindici giorni per recuperare del tutto.”

DE VRIJ - “Sta bene, mercoledì sarà a Roma, le notizie sono abbastanza confortanti. Le fasi di recupero sono lunghe per il tipo di tessuto anatomico interessato, le fasi sono quelle di un protocollo riabilitativo post chirurgico. Ha già fatto una fase statica, successivamente si passerà ad una fase atletica blanda di scarico per poi aumentare con corsa e cambi di direzione e concludere con la palla. Il lavoro è lungo perché vanno rispettati i tessuti interessati dall’intervento”.

D.G.




Commenta con Facebook