• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ESPANYOL-BARCELLONA

PAGELLE E TABELLINO DI ESPANYOL-BARCELLONA

MSN a secco. Dani Alves non incide. Javi Lopez alza il muro dell'Espanyol


Suarez salta Pau Lopez (C) Getty Images
Lorenzo Bettoni (@lorebetto)

02/01/2016 17:55

ECCO LE PAGELLE DI ESPANYOL-BARCELLONA

ESPANYOL

Pau Lopez 6 - Rischia di prenderlo su punizione da Messi, il che non sarebbe un peccato se non fosse che lui si nasconde dietro la barriera.

Javi Lopez 7,5 - Si prende con Mascherano nel primo tempo ed entrambi finiscono ammoniti. Sfiora il gol poco dopo, ma Bravo le neutralizza. Miracoloso in chiusura di tempo nel sbarrare la strada ad Iniesta lanciato a rete. Sempre sul pezzo. Il migliore.

Alvaro Gonzalez 7 - Non concede mai a Suarez di girarsi. Lavora bene in partnership con Roco quando c’è da alzare la linea per mandare in fuorigioco la MSN.

Roco 7 - Stringe bene la cerniera centrale in coppia con Alvaro Gonzalez.

Victor Alvarez 6,5 - Costretto praticamente sempre agli straordinari, è bravo  a chiudere un paio di scambi Blaugrana in area dell’Espanyol ad inizio ripresa.

Juan Jordan 6 -  Come Diop non fa i complimenti a Messi & co. quando passano dalle sue parti e infatti si prende l’ammonizione già nel primo tempo. Dal 79’ Abraham s.v.

Diop 6,5 - Smazzola chiunque si faccia vivo dalle sue parti. Meriterebbe subito il giallo per un intervento in ritardo su Suarez, ma l’arbitro lo grazia e lui continua nella sua dura opera di interdizione. Col passare del tempo si alza anche il livello di qualità.

Hernan Perez 6,5 - Terzino aggiunto per togliere voce al tenore Neymar. Nonostante questo è lucido quando è chiamato a saltare l’uomo. Sfiora la rete in apertura del secondo tempo.

Marco Asensio 7 - Qualche buona accelerazione dà respiro alle ripartenze dei padroni di casa. Gli manca l’ultimo tocco ma corre comunque per tre. Anche a dieci dalla fine ha lucidità e personalità per puntare la difesa Blaugrana. Ossigeno.  

Burgui 5 - Poca personalità per puntare Dani Alves anche in una giornata in cui l’ex Siviglia non sembra essere nelle migliori condizioni. Si concentra molto sulla fase difensiva. Ma chi non lo fa contro i marziani di Luis Enrique? Dal 60’ Gerard Moreno 6 – Rimpolpa la mediana.

Caicedo 5,5 - Tiene impegnati Piqué e Mascherano con un fisico a dir poco imponente, ma di fatto non calcia mai in porta.

All. Galca 7 - Grande partita fatta di concentrazione e sacrificio. Il punto conquistato contro i cugini vale come un vittoria, come testimoniato dal boato del pubblico al fischio finale.

BARCELLONA

Bravo 6 - Miracoloso nel primo tempo su un colpo di testa da posizione molto defilata di Javi Lopez. Quando è chiamato a giocare con i piedi si dimostra sempre reattivo. Dorme su un paio di uscite.

Dani Alves 5 - In involuzione. Spinge poco e in maniera confusa. Non è un valore aggiunto sul’out di destra. Anche per questo il Barça calcia poco in porta. Impreciso e poco concentrato.

Piqué 6 - Cerca sempre di mettere una pezza alle ripartenze dei padroni di casa. Riuscendoci spesso. Per lui di pancia piena nemmeno l’ombra.

Mascherano 6 - Si fa innervosire da Javi Lopez che per poco non lo brucia di testa nel primo tempo. Diventa lui il regista del Barça quando il centrocampo è troppo intasato.

Jordi Alba 6,5 - Sua la prima palla gol del match dopo una bella iniziativa solitaria del cannibale Suarez. Si applica molto in fase difensiva e mette un paio di cross. E’ tra i pochi dei suoi a capire che la partita va giocata con le unghie e con i denti e non in punta di fioretto.

Sergio Busquets 6,5 - Solita calamita capace di attrarre tutte le palle degli avversari, permettendo al Barça di ripartire sempre alto.

Rakitic 5,5 - E’ il giocatore che dà più equilibrio e quello che dà meno nell’occhio. A volte è troppo lezioso e nel complesso potrebbe fare di più. Dal 70’ Sergi Roberto 5,5 – Poco preciso, può fare di meglio.

Iniesta 5 - Il fantasmino alterna le solite, grandi, giocate di qualità e piccole ingenuità che non siamo abituati a vedere. Sparisce col passare dei minuti e viene spesso bypassato dai suoi compagni che invece cercano direttamente i tre fenomeni là davanti.

Messi 6 - Parte centrale e non largo a destra. Accelera sempre il gioco Blaugrana, sfiora il gol su punizione, con solo l’incrocio dei pali a dirgli di no.

Suarez 6 - Tuttofare. Costretto ad agire per vie laterali perché centralmente l’Espanyol fa buona guardia, ma è bravo anche a giocare di sponda. Colpisce il diciottesimo palo del Barcellona in altrettante partite di Liga, dopo un numero da urlo con il quale mette a sedere metà difesa dell’Espanyol.

Neymar 5,5 - Secondo tempo più positivo del primo, quando non era mai riuscito a saltare l’uomo. Nei secondi 45’ è più vivace anche se calcia solo una volta, in mezza rovesciata. Ha vissuto giornate migliori.

All. Luis Enrique 5,5 - Si affida – ovviamente – alle giocate della MSN per cercare di sbloccarla. Colpisce due pali ma sostanzialmente viene arenato dalla grinta dell’Espanyol. Barça troppo lezioso e poco concentrato in qualcuno dei suoi elementi. Va in testa da solo ma ha solo un punto di margine su Simeone e tre sul bistrattato Benitez.

Arbitro: Gonzalez Gonzalez 5 – Molto in confusione. Innervosisce il match con le sue decisioni ed ha una gestione dei cartellini molto particolare, visto che permette a quelli dell’Espanyol di picchiare per tutto il primo tempo tirando fuori appena due cartellini (tre con quello di Alvaro Gonzalez che però è assegnato per delle scaramucce con Mascherano su palla inattiva).

TABELLINO
ESPANYOL-BARCELLONA 0-0

ESPANYOL (4-2-3-1): Pau Lopez; Javi Lopez, Alvaro Gonzalez, Roco, Victor Alvarez; Juan Jordan (dal 79’ Abraham), Diop; Hernan Perez, Marco Asensio, Burgui (dal 60’ Gerard Moreno); Caicedo. A disp. Bardi, Ruben Duarte, Antonio Raillo, Rober Correa, Selva Sevilla. All. Galca

BARCELLONA (4-3-3): Bravo; Dani Alves, Piqué, Mascherano, Jordi Alba; Sergio Busquets, Rakitic (dal 70’ Sergi Roberto), Iniesta; Messi, Suarez, Neymar. A disp. Ter Stegen, Bartra, Mathieu, Adriano, Sandro Ramirez, Munir. All. Luis Enrique.
Arbitro: Gonzalez Gonzalez
Marcatori:
Ammoniti: 22’ Alvaro Gonzalez (E), 22’ Mascherano (B), 30’ Javi Lopez (E), 42’ Juan Jordan (E), 86’ Neymar (V), 88’ Diop (E)
Espulsi:




Commenta con Facebook