• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Murillo: niente Spagna, per adesso...

Calciomercato Inter, Murillo: niente Spagna, per adesso...

Real Madrid e Barcellona si sarebbero fatte avanti per il difensore, ed in estate potrebbe partire per offerte shock


Jeison Murillo ©Getty Images
Omar Parretti (@omarJHparretti)

10/12/2015 08:05

CALCIOMERCATO INTER MURILLO REAL BARCELLONA / MILANO - Quello di Murillo-Miranda è stato un binomio vincente in questo inizio di stagione per l'Inter. Roberto Mancini, tecnico dei nerazzurri, ha puntato forte sul tandem sudamericano che in pratica ha sbagliato solamente contro Fiorentina (serata terribile per tutti) e contro il Napoli dell'imprendibile Higuain. Il calciomercato Inter ha portato in Serie A questa coppia davvero ben assortita, tutta proveniente dalla Liga. Proprio in Spagna negli ultimi giorni si è parlato molto dell'accostamento di Real Madrid e Barcellona a Jeison Murillo. L'ex Granada, arrivato in Italia in estate, infatti è nel mirino delle due iberiche ed addirittura le 'Merengues' avrebbero pronta un'offerta da 35 milioni di euro.

Nulla da fare però - stando quanto rivela il 'Corriere dello Sport' - per il calciomercato di gennaio: Murillo non si muove. Diverso però lo scenario per l'estate, quando davanti ad una super offerta, da oltre 50 milioni per intendersi, il colombiano non sarebbe più così incedibile. In casa nerazzurra sanno bene quanto nel giro di pochi mesi le valutazioni possano schizzare alle stelle e di esempi ce ne sono molti per il reparto arretrato: basti pensare al recente passaggio di Otamendi al Manchester City o a quello di David Luiz al Paris Saint-Germain.

Questo non vuol dire che a luglio sicuramente arriverà una proposta faraonica, ma nel caso Ausilio, direttore sportivo dei nerazzurri, si farà trovare pronto e probabilmente già con un sostituto in tasca. La plusvalenza d'altronde farebbe gola alla dirigenza milanese, che con 'solo' otto milioni di euro investiti un anno fa, si troverebbe un tesoro quattro volte più grande. Contante fresco che ripianerebbe i buchi, salverebbe verosimilmente Icardi dalla cessione, ed in parte potrebbe essere reinvestito. Tutto da vedere poi se tra sei mesi l'argentino sarà ancora incedibile, ed anzi, se non sarà sacrificato proprio lui per trattenere il difensore centrale, apparso irrinunciabile in questi primi mesi.




Commenta con Facebook