• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Conte-bis? Non è impossibile: ecco come sarebbe il nuovo corso

Calciomercato Juventus, Conte-bis? Non è impossibile: ecco come sarebbe il nuovo corso

Il commissario tecnico della Nazionale si libera in estate e tanti club ci stanno pensando (anche i bianconeri?)


Antonio Conte (Getty Images)
Omar Parretti (@omarJHparretti)

12/11/2015 16:14

CALCIOMERCATO JUVENTUS CONTE OBIETTIVI GÜNDOGAN / ROMA - Tre anni al vertice. Per tre anni i più forti d'Italia, dati e soprattutto titoli alla mano: la Juventus di Antonio Conte è stata una macchina da guerra quasi invincibile. Poi la separazione, condita da polemiche e qualche veleno di troppo, forse malintesi, di certo visioni diverse e la voglia da parte dell'allenatore di andare altrove.
Il tecnico pugliese però, che intanto è diventato commissario tecnico, sta arrivando alla fine del suo percorso sulla panchina della Nazionale: improbabile un suo rinnovo dopo l'Europeo di Francia e tante possibilità ed accostamenti sul tavolo.
Il calciomercato degli allenatori sarà bollente il prossimo giugno, ed Allegri, sostituto bianconero del 46enne di Lecce, non è sicuro - ad oggi - della riconferma. Dopo la tensione e la separazione, i rapporti tra Juventus e Conte sembrano essere tornati distesi: può ripartire da Torino? Immaginiamo il suo ritorno: da Gündogan a Cuadrado.

CONTE-JUVENTUS: PACE FATTA? UN ATTO SECONDO NON E' UTOPIA

Come possiamo apprendere dalle ultime indiscrezioni trapelate in mattinata, e più generalmente nelle ultime settimane, i rapporti tra Antonio Conte e parte della dirigenza della 'Vecchia Signora' sembrerebbero tornati cordiali dopo tempi 'bui'. Inutile rivangare concetti già ampiamente affrontati nell'estate dell'addio, ma l'argomento Conte non è più un tabù a Vinovo. Quindi torna sulla panchina a giugno? Calma, molta calma. Innanzitutto è sbagliato vedere Allegri come un 'Dead man walking': la stagione è iniziata male, ma la Juve sta guarendo e quindi il toscano può ancora guadagnarsi al conferma sul campo. Guadagnarsi, dicevamo: come se la finale di Champions, lo Scudetto, la Coppa Italia e la Supercoppa italiana della scorsa stagione fossero oramai storia antica. Calciomercato.it inoltre ha chiesto stamani ai propri utenti di scegliere: tra un Conte-bis ed una conferma di Allegri i tifosi della Juventus, seppur di poco, preferirebbero riabbracciare il loro ex tecnico. E' sempre amore quindi, anche se i meriti dell'ex allenatore del Milan vanno riconosciuti.
Deve essere poi considerata la concorrenza e l'ampia scelta che potrà avere Conte a giugno: rimanere in Nazionale, prendere il posto di Garcia alla Roma o di Mihajlovic al Milan, qualora ovviamente ce ne fosse la possibilità, oppure andare all'estero con le ipotesi Chelsea e Paris Saint-Germain. Insomma: dire che il ct azzurro sta tornando alla Juventus è adesso quantomeno prematuo. Ma come sarebbe il suo 'secondo regno' sulla panchina dei piemontesi? Ce lo siamo immaginato basandoci anche sugli attuali obiettivi di mercato.

GÜNDOGAN, CUADRADO, LAVEZZI, MA LA DIFESA E' DA RIFONDARE

L'era Conte è stata caratterizzata dal 3-5-2 che almeno in patria ha portato grandi risultati, ma in ambito europeo non ha dato i frutti sperati. Con la Nazionale è stato più trasformista, tanto da essere passato in certe occasioni anche al 4-3-3, tanto di moda ed utilizzato pure da Allegri. Le sue lamentele riguardo al calciomercato Juventus sono sempre state note, una su tutte: la mancanza di un esterno dalle spiccate qualità offensive. Conte voleva Cuadrado, oggi il colombiano è a Torino in prestito dal Chelsea ed in estate se ne valuterà il riscatto: con lui potrebbe diventare un punto di partenza. A centrocampo si è perso Pirlo, ma c'è un Khedira in più che con la propria forza incarna alla perfezione l'idea di gioco in mezzo al campo. Poi c'è sempre Gündogan, altro tedesco che da mesi è accostato ai bianconeri: sarebbe un rinforzo perfetto per comporre un tridente con Marchisio ed il connazionale (al netto della permanenza o meno di Paul Pogba). Conte non ritroverebbe Tevez, certo non uno da poco (anzi, per certi, l'elemento che meglio incarna la sua filosofia), però avrebbe a disposizione un Dybala con un anno di bianconero alle spalle.
Magari poi, potrebbe contare anche su un altro 'pezzo da novanta' come Ezequiel Lavezzi, nel mirino di Marotta già per gennaio.
Conte avrebbe così per le mani un reparto avanzato davvero di primissimo piano, viste anche le presenze di Morata, Mandzukic e Zaza, quest'ultimo sempre ben considerato anche in Nazionale.
Per ultima cosa la difesa, blindata con l'ex Siena in panchina, e con un poker di fedelissimi: Buffon-Barzagli-Bonucci-Chiellini. Tre di questi non sono in discussione, ma Barzagli è seguito dal Toronto che punta a trattenere Giovinco con degli innesti di valore, come vi abbiamo raccontato in esclusiva. Complicato quindi un rinnovo di contratto per il 34enne, mentre considerati i buon rapporti tra Juventus e Bayern Monaco Benatia rimane un obiettivo, come Calciomercato.it vi ha anticipato. Il difensore marocchino infatti, potrebbe essere inserito nell'operazione Coman, ma piace anche alla sua ex, la Roma, nonostante le secche smentite di Walter Sabatini.




Commenta con Facebook