• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Lippi: "Giallorossi in pole Scudetto, Totti va rispettato". E sul futuro...

Roma, Lippi: "Giallorossi in pole Scudetto, Totti va rispettato". E sul futuro...

L'allenatore Campione del Mondo: "Può succedere di tutto in campionato"


Marcello Lippi ©Getty Images

12/11/2015 09:25

SERIE A INTERVISTA MARCELLO LIPPI IL TEMPO / ROMA - Il quotidiano romano 'Il Tempo' propone una lunga intervista a Marcello Lippi, allenatore Campione del Mondo 2006 attualmente senza squadra. Il tecnico ha commentato le ultime news Roma (e non solo), con un pensiero anche al suo futuro in chiave calciomercato.

CAMPIONATO SERIE A - "Ho notato che quest'anno c'è un grande equilibrio, la serie A è più affascinante rispetto al recente passato. Il torneo è ancora lungo, può succedere veramente di tutto. La Roma è in pole position, ha costruito una squadra per vincere e ha tutto per farlo. Garcia è bravo e intelligente, attualmente hanno una marcia in più. Il derby è stata una bella iniezione di fiducia".

TOTTI - "Mi dispiace molto vedere Totti a fine carriera. Sono stato all'Olimpico in occasione di Roma-Sassuolo e mi ha fatto particolarmente male vedere Francesco quasi non esultare al gol. Ho notato un po' di tristezza, ma probabilmente anche lui sta soffrendo questa situazione. Non è detto che smetta, lui ha tanta voglia ancora. Se dovesse accadere, però, mi auguro che allenatore e società facciano sì che avvenga nel migliore dei modi, rispettando una bandiera come lui".

IL NAPOLI - "È un ottimo gruppo, con tanti bravi giocatori e un potenziale offensivo fantastico. E sono allenati da un tecnico importante: Sarri è molto attento al suo lavoro ed è riuscito a portare una mentalità diversa".

LA LAZIO - "Ogni tanto vengo a Roma, ho tanti amici laziali e tutti sono arrabbiati con la società. Non sempre è fondamentale comprare tanti giocatori, ma per esempio trattenerli come ha fatto la Lazio è già un bel traguardo. La crescita del club è sotto gli occhi di tutti, la prima parte di stagione è stata caratterizzata da tanta sfortuna. Lotito? Per lui parlano i risultati, con pochi soldi è riuscito sempre a raggiungere ottime posizioni. Ci vuole tanta competenza. Ho molta stima di Pioli, ora deve fidarsi delle persone vicine a lui. I risultati arriveranno".

LA JUVENTUS - "La stagione è iniziata male. La società ha rinnovato molto, poi sono ci sono stati gli infortuni. La pressione è tanta adesso".

FUTURO - "Quando sono andato via dalla Cina, pensavo di aver chiuso con il calcio. Semplicemente, mi mancava la mia famiglia, i miei cari. Ora ho riscoperto la passione per il mio lavoro, guardo tantissime partite alla tv e spesso le commento dentro di me. Questo significa che ho ancora voglia. Se arrivasse una chiamata sarei felice. Altrimenti, pazienza".

 

S.D.




Commenta con Facebook