• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-CARPI

PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-CARPI

Berardi si conferma, Falcinelli stecca. Bianco inconsistente, si salva soltanto Letizia


Sassuolo (Getty Images)
Luca Incoronato

08/11/2015 17:11

ECCO LE PAGELLE DI SASSUOLO-CARPI 

 

SASSUOLO

Consigli 6 – Non molto impegnato, ma sa farsi trovare pronto in occasione dei pochi tentativi del Carpi. Bella risposta sulla rasoiata di Letizia sul finire del primo tempo.

Vrsaljko 6,5 – Contrasta bene le accelerazioni di Letizia, facendosi trovare sempre pronto in attacco con dei buoni cross. La sua è una gara di quantità e qualità. Dal 69’ Gazzola 5,5 – Non riesce a entrare in gara al meglio, perdendo prima Matos e poi Di Gaudio, concedendo due chance per il pari.

Acerbi 6,5 – Tiene bene le redini della difesa, muovendosi spesso per riuscire ad aiutare i compagni di reparto nelle poche occasioni degli ospiti.

Ariaudo 6 – Un pomeriggio tranquillo per lui, con il Carpi che non riesce mai a sfondare per vie centrali. In area fa sentire la sua presenza a Lasagna nelle poche occasioni in cui tenta di prendere posizione per i cross.

Peluso 5,5 – Soffre terribilmente l’aggressività di Letizia, concedendogli spesso il tiro. Le migliori occasioni del Carpi giungono dal suo lato, con Acerbi costretto in molte occasioni a soccorrerlo.

Pellegrini 5,5 – Corre molto, senza riuscire mai a essere incisivo. Prova qualche movimento senza palla, ma non riesce mai a inserirsi negli schemi di squadra. Dal 64’ Biondini 5 – Di Francesco lo sceglie per la grande esperienza, ma lui lo ripaga con pochi interventi e un giallo lampo.

Magnanelli 6 – Nel secondo tempo Lollo lo lascia maggiormente libero di gestire, con la manovra del Sassuolo che ne guadagna nettamente in qualità.

Missiroli 6,5 – Cambia la sua gara dopo la rete del vantaggio. Prende le redini del centrocampo nel secondo tempo, consentendo a Berardi e Sansone di restare in posizione più avanzata.

Sansone 6,5 – Si fa trovare pronto nel cuore dell’area sull’assist di Berardi. Una girata pregevole d’istinto che sblocca una gara difficile. Continua a dialogare col compagno per il resto del match, creando costanti problemi alla retroguardia degli ospiti.

Falcinelli 4,5 – Non riesce mai a far salire la squadra, tentando in poche occasioni di inserirsi negli scambi tra Sansone e Berardi. Una punta priva di peso. Dal 66’ Defrel 5 – Non riesce a fornire un appoggio a Berardi e Sansone per la fase offensiva. Di testa si divora inoltre il gol del raddoppio.

Berardi 6,5 – Con Magnanelli ingabbiato, fa da collante tra centrocampo e attacco. Il gol che ha sbloccato la gara è soprattutto merito suo. Crea il panico tra le fila del Carpi, correndo dall’inizio alla fine del match, dialogando con tutti i compagni presenti in fase d’attacco, offrendo pregevoli giocate, anche se è mancata la sua zampata vincente.

All. Di Francesco 6 – Sarà felice del risultato ottenuto, ma non di certo della prestazione. La sua squadra non è mai riuscita a esprimere il gioco aggressivo e fluido che l’ha portata nelle zone alte della classifica. Ha saputo però gestire il gruppo al meglio, evitando di cadere nella trappola del nervosismo.


CARPI

Belec 6 – Al primo tiro in porta il Sassuolo passa in vantaggio, ma lui non può nulla sul tiro ravvicinato di Sansone.

Gabriel Silva 5 – Gara negativa la sua. In difesa viene spesso superato da Vrsaljko, per poi dedicarsi a sprazzi alla fase offensiva, senza mai tornare in posizione in maniera repentina.

Romagnoli 5 – Uno dei più attenti dei suoi, ma sulla prestazione generale non può non pesare la disattenzione sul gol del Sassuolo, perdendo il contatto con Sansone, lasciato solo nell’area piccola.

Gagliolo 5 – Nervoso fin dall’inizio, riesce a limitare bene Falcinelli con l’aiuto del suo compagno di reparto Romagnoli, perdendo però costantemente di vista Berardi.

Zaccardo 5,5 – Tenta di guidare la difesa ma subisce l’esuberanza e il talento di Berardi. Ingenuo in occasione dell’assist di quest’ultimo. Nel secondo tempo si mette in mostra per l’eccessivo nervosismo. Dal 77’ Wallace s.v.

Pasciuti 5 – Senza infamia e senza lode la sua prova. Manca in fase di spinta e non riesce a placare le accelerazioni di Barardi. Dal 66’ Matos 5,5 – Prova a mettersi in mostra, sfruttando la sua freschezza. Vive però di fiammate, senza dialogare con gli attaccanti.

Marrone 5,5 – Partenza aggressiva, come il resto della squadra, che lo porta a subire il giallo dopo soli 27 minuti. Il resto della gara ne risulta influenzato. Dal 60’ Di Gaudio 6 – Ci prova nel finale, conquistando la migliore occasione per il pari, ma il suo tiro vola alto sulla traversa.

Bianco 4,5 – La squadra ha tentato di giocare la gara sul piano dell’aggressività e intensità. Lui manca in entrambi gli aspetti, senza mai riuscire a far sentire la sua presenza nella zona più dura del campo.

Letizia 6 – Fa bene fase offensiva e difensiva. Con Lollo molto impegnato a disturbare il gioco avversario, è in molte occasioni il vero compagno di reparto di Lasagna. Il cambio di fascia di Castori lo limita nel secondo tempo, costringendolo a maggiori compiti difensivi.

Lollo 5,5 – Gara di sacrificio la sua, che marca quasi a uomo Magnanelli in fase d’impostazione del Sassuolo. Nel secondo tempo risente dello sforzo fisico, calando vistosamente.

Lasagna 5,5 – Tenta di tenere l’attacco da solo, ballando sulla linea del fuorigioco nel primo tempo, nel tentativo di cogliere impreparata l’alta difesa del Sassuolo. Nella ripresa si posiziona in area, senza mai ricevere cross.

All. Castori 5 – La sua squadra entra bene in campo, attaccando e difendendo con aggressività. Manca però organizzazione di gioco, il che porta il suo Carpi ad affidarsi eccessivamente ai singoli. Un aspetto fin troppo evidente in attacco, dove Lollo è limitato da compiti difensivi e Letizia fa tutto da solo, senza riuscire mai realmente a dialogare con Lasagna.

 

 

Arbitro Valeri 6,5 – Teme di perdere il controllo di questo derby, fischiando dunque quasi ogni contatto. Valuta bene l’occasione del presunto rigore per il Sassuolo, punendo per simulazione la caduta accentuata di Falcinelli. Prima dell’assist vincente, Berardi lotta con Zaccardo, che rinvia di testa sul suo braccio. I due sono molto vicini e Valeri fa bene a non fischiare.

 

TABELLINO

SASSUOLO-CARPI 1-0

SASSUOLO (4-3-3):
Consigli; Vrsaljko (dal 69’ Gazzola), Acerbi, Ariaudo, Peluso; Missiroli, Pellegrini (dal 64’ Biondini), Magnanelli; Berardi, Falcinelli (dal 66’ Defrel), Sansone. A disp: Pomini, Pegolo, Antei, Longhi, Fontanesi, Ducan, Laribi, Politano, Floccari. All. Di Francesco

CARPI (4-4-1-1): Belec; Gabriel Silva, Zaccardo (dal 77’ Wallace), Romagnoli, Gagliolo; Letizia, Bianco, Marrone (dal 60’ Di Gaudio), Pasciuti (dal 66’ Matos); Lollo, Lasagna. A disp. Brkic, Benussi, Lazzari, Bubnjic, Cofie, Gino, Wilczek. All. Castori

Arbitro: Valeri di Roma

Marcatori: 28’ Sansone (S)

Ammoniti: 23’ Falcinelli (S), 27’ Marrone (C), 58’ Pellegrini (S), 59’ Lollo (C), 64’ Zaccardo (S), 66’ Biondini (S), 73’ Di Gaudio (C), 92’ Wallace (S)

Espulsi: -




Commenta con Facebook