• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-LAZIO

Dzeko-Gervinho e Lazio al tappetto. Pioli in confusione tattica


Il rigore di Dzeko (Getty Images)
Davide Sperati (@DavideSperati1)

08/11/2015 16:58

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-LAZIO

 

ROMA

Szczesny 6 – Poco impegnato, anzi, quasi mai chiamato in causa durante i primi quarantacinque minuti di gioco, non compie nemmeno una parata. Nella ripresa il primo intervento arriva al 40' sulla conclusione di Keita.  

Torosidis 6,5 - Il greco schierato al posto di Maicon, è bravo nel marcare Felipe Anderson e nel lanciare Gervinho nell'azione che poteva valere il raddoppio. Nella ripresa va in affanno sulle percussioni di Keita ma ormai il risultato è al sicuro.

Manolas 7 – Praticamente perfetto, insieme al compagno di reparto annulla le iniziative offensive della Lazio. 

Rudiger 7 – In consegna su Djordjevic, è bravissimo al 32' a salvare in scivolata il risultato. Un duello fisico che il romanista vince agevolmente.

Digne 6 – Durante il primo quarto di gara, sbaglia due volte sulle chiusure per Candreva e al 21' poteva sfruttare meglio una punizione molto pericolosa. Migliora alla distanza, guadagnandosi una sufficienza meritata.

Nainggolan 7,5 – Oggi capitano, come al solito non si risparmia mai. Va anche vicinissimo al gol del raddoppio, ma il suo destro colpisce il palo alla destra di Marchetti. Nella ripresa il lancio per Gervinho vale il 2-0. Solo applausi per lui. 

Vainqueur 7 - Il 26enne francese, vince il ballottaggio con Keita per dare più sostanza alla fase d'interdizione. Spesso dà anche il via alle azioni dei vicecampioni d'Italia. Prova davvero convincente sia nel primo che nel secondo tempo. Dal 72' S. Keita 6 - Venti minuti per dare il cambio al compagno di squadra e mettere ordine sulla linea mediana. Al 79' sfiora il 3-0. 

Gervinho 8 - Il migliore.  Mobilità e duttilità al servizio dei compagni di squadra. Cambia in continuazione la fascia non dando mai punti di riferimento. Al 37' una sua discesa stava per regalare il raddoppio ai padroni di casa. Nella ripresa, con una corsa strepitosa, trova il punto che chiude l'incontro. Velocissimo e imprendibile. Dal 79' Iturbe s.v.

Salah 6,5 - Il funambolo della compagine romanista, corre, dribbla, scatta a più riprese. Spesso è imprendibile per gli avversari e come al solito garantisce pericolosità alla manovra offensiva. Al 55' viene toccato duro da Lulic ed è costretto ad abbandonare il campo. Dal 57' Florenzi 6 - Entra e poco dopo, la Roma centra il due a zero. Schierato sulla destra, fa la sua onesta partita.

Iago Falque 6,5 – Con il cambio modulo ecco che c'è spazio anche per lui dal primo minuto. Agisce per vie centrali, impensierendo Parolo e Biglia, funge da raccordo con il centrocampo, dando equilibrio alla formazione di Rudi Garcia. Per il tanto lavoro svolto durante la prima frazione, nella ripresa ha un leggero calo ma, tutto sommato gioca comunque una buona gara.

Dzeko 6,5 – Il bomber giallorosso apre le marcature con il penalty che porta in vantaggio i suoi. Clamorosa invece la palla gol sciupata al 37'. Nella ripresa fa salire la squadra, limitandosi a lavori di sponda e copertura del pallone.

All. Garcia 7 – Con Pjanic squalificato e De Rossi non disponibile, il tecnico francese propone  un nuovo modulo rispetto al solito 4-3-3. Anziché giocare col tridente, la Roma scende in campo con il 4-2-3-1 così composto: Al fianco di Nainggolan c'è Vainqueur, e dietro a Dzeko agiscono Gervinho, Salah e Falque. In difesa Torosidis viene preferito a Maicon. Primo tempo perfetto, agevolato anche dall'istantaneo vantaggio che mette la sua squadra in condizioni ideali per condurre il gioco. Ottima la scelta di Vainqueur.

 

LAZIO

Marchetti 5,5 – Sul rigore siglato della Roma si tuffa, mentre bastava rimanere immobili per neutralizzare la conclusione di Dzeko. Anche sul gol di Gervinho non appare perfetto, infatti prende gol sul primo palo. 

Basta 5 - Deve vedersela contro i temibili esterni avversari che non sono certo dei clienti abbordabili. Sul gol di Gervinho è in ritardo e l'africano ringrazia. 

Mauricio 5 – È lui a marcare Dzeko sulle palle alte. La sua responsabilità maggiore è tutta risposta nel secondo gol della Roma quando viene scavalcato con troppa facilità.

Gentiletti 5,5 – Bravo nella chiusura su Dzeko dopo appena pochi istanti, segue l'attaccante avversario su tutto il fronte offensivo. Troppo ingenuamente, causa il fallo da rigore dopo solo dieci minuti di gioco. Si riscatta sul finire della prima frazione, quando salva in scivolata su Falque.  

Radu 5,5 – Dopo la gara contro il Rosenborg, eccolo di nuovo titolare al supporto di un reparto difensivo che fa acqua da tutte le parti. Al 25' è bravo a intercettare un cross pericolosissimo e allontanare via il pallone. Pericoloso ancora al 32' perchè da una sua azione personale stava per nascere il pari dei biancocelesti. Nella ripresa diventa troppo nervoso e il mister preferisce tirarlo fuori. Dal 67' B. Keita 6,5 - Mossa disperata di Pioli che cerca di recuperare il doppio svantaggio. Il suo ingresso dà profondità alla manovra della Lazio, impensierendo a più riprese Torosidis. Giocatore in crescita.

Parolo 5 - Dopo aver recuperato dalla lesione alla coscia sinistra, durante la gara del 10 ottobre scorso con la nazionale maggiore, eccolo di nuovo titolare. Non è al ancora al meglio e si vede, soffre il ritmo degli avversari. 

Biglia 5,5 – Il capitano soffre contro Nainggolan e la pressione di Iago Falque. Ricorre al cartellino giallo per fermare un'incursione di Gervinho al 27' e anche durante i secondi quarantacinque minuti arranca. 

Lulic 5 – Dopo diverso tempo, ritorna nel suo ruolo naturale ma, troppo macchinoso, soffre il pressing degli avversari. Un po' troppo nervoso, ha dalla sua il fatto che lotta e combatte di più rispetto ai suoi compagni di squadra. Autore di un brutto fallo su Salah, costretto ad uscire per un problema serio alla caviglia.

Candreva 5 – Dopo il rigore subito da Dzeko, ha subito la chance per pareggiare il conto delle reti ma il suo destro da buona posizione finisce fuori bersaglio. Anche Al 17' poteva mettervci la gamba sul buon lancio di Lulic. Dal 81' Matri s.v.

Djordjevic 4,5 - Il peggiore. L'unico ballottaggio di casa Lazio riguardava il toto-attaccanti. Pioli lo preferisce al tedesco Klose ma la pericolosità del sebo è pari allo zero. Statico e poco ispirato viene stretto nella morsa dei centrali della Roma. Assente non giustificato. Dal 62' Klose 5 - Entra e la Roma trova il raddoppio. Difficile dargli una giusta votazione. Anche se nel finale si divora il gol del 2-1 davanti alla porta. E' un periodaccio per il bomber teutonico. 

Anderson 6 - Un suo guizzo poteva regalare il pareggio ai suoi, ma il suo bolide dai venti metri si stampa sulla traversa. Ciò detto, a livello di rendimento è decisamente sotto le aspettative. Nella ripresa migliora, divenendo di fatto uno dei pochi a salvarsi nella truppa di Pioli. Seppur a sprazzi, è il più pericoloso fra i biancocelesti.

All. Pioli 4,5 – Il tecnico può sorridere per il recupero di Marco Parolo. Lulic spostato in avanti e Radu di nuovo titolare sull'out sinistro. Nel primo tempo la sua formazione soffre a centrocampo e anche la scelta di Djordjevic non convince. Nella ripresa capisce lo sbaglio ma è sfortunato perchè appena effettua il cambio la Roma sigla il raddoppio. Poi va in confusione perchè inserisce tutte le punte a disposizone ma senza dare un'identità al centrocampo che soffre terribilmente il gioco avversario. Senza de Vrij questa Lazio è davvero un'altra squadra. 

Arbitro: Tagliavento 4,5 – Arbitro “elite” dal 2012, la giacchetta nera è subito protagonista in negativo perché assegna un rigore che avviene fuori dall'area di porta. Posizionato anche abbastanza vicino al contatto tra Gentiletti e Dzeko, commette uno sbaglio che si poteva evitare. Un altro grande errore è stato non ammonire per la seconda volta Gentiletti, per il fallo su Gervinho al 25' e ancora, il fallo di Lulic su Torosidis, sullo scadere della prima frazione di gioco. Anche nella ripresa poteva estrarre il giallo a Mauricio per un fallo da dietro ai danni di Dzeko e soprattutto a Lulic che interviene in maniera dura su Salah, costretto ad abbandonare il campo. Poi la partita non ha più episodi degni di nota, se non una piccola zuffa fra Radu e Florenzi.

 

TABELLINO

ROMA-LAZIO 2-0

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Torosidis, Manolas, Rudiger, Digne; Nainggolan, Vainqueur (dal 72' S. Keita); Gervinho (dal 79' Iturbe), Salah (dal 57' Florenzi), Iago Falque; Dzeko. A disp: De Sanctis, Lobont, Castan, Maicon, Gyomber, De Rossi, Emerson, Ucan, Ponce, Sadiq. All. Rudi Garcia

Lazio (4-2-3-1): Marchetti, Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu (dal 67' B. Keita); Parolo, Biglia, Lulic; Candreva (dal 81' Matri), Djordjevic (dal 62' Klose), Anderson. A disp: Berisha, Konko, Hoedt, Onazi, Cataldi, Mauri, Milinkovic-Savic, Kishna, Morrison. All. Stefano Pioli

Arbitro: Paolo Tagliavento della sezione di Terni 

Marcatori: 10' Dzeko (R), 62' Gervinho (R)

Ammoniti: 9' Gentiletti (L), 27' Biglia (L), 65' Radu (L), 66' Rudiger (R), 68' Vainqueur (R), 69' Digne (R), 90'+4' Anderson (L)

Espulsi:




Commenta con Facebook