• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Reja: "Per lo Scudetto Roma e Napoli avanti alla Lazio. Ecco l'errore di Benitez"

Serie A, Reja: "Per lo Scudetto Roma e Napoli avanti alla Lazio. Ecco l'errore di Benitez"

Il tecnico dell'Atalanta domani ritrova la Lazio: "Ora è in forma e speravo non arrivasse così a Bergamo"


Edy Reja © Getty Images
Marco Di Federico

27/10/2015 08:30

SERIE A LAZIO ATALANTA REJA / BERGAMO - Quella di domani sera contro la Lazio sarà la sfida del 'cuore' per Edoardo Reja. Il 70enne tecnico goriziano ha allenato i biancocelesti prima dal febbraio 2010 alla fine della stagione 2011/12, sfiorando due volte l'ingresso in Champions League, poi ci è tornato nel gennaio 2014 per prendere il posto dell'esonerato Petkovic. Dallo scorso marzo è alla guida degli orobici, con cui sta disputando un'ottima stagione dopo la salvezza conquistata lo scorso anno: della sfida di domani sera e di tutte le ultime news Serie A Reja ha parlato sulle colonne del 'Corriere dello Sport'.

LAZIO - "Mi aspetto una bella partita, vibrante. Dovremo stare attenti alle ripartenze della Lazio, alla loro qualità, penso a gente come Candreva o Felipe Anderson. - le sue parole - Hanno recuperato Biglia, con lui c'è un equilibrio diverso. Un po' di cautele, se affronto la Lazio, le devo prendere. Sono sincero: ora è in forma e speravo non arrivasse così a Bergamo".

PIOLI - "Ha dato un'impronta decisiva, una filosofia giusta per la Lazio. Sta facendo risultati importanti, lo scorso anno è stato protagonista di una grande stagione. In estate ha avuto un momento di difficoltà, con pazienza ha atteso che la squadra crescesse. É stato bravo quando ha detto: 'Insieme siamo più forti'. Cosa dovevo dire io quando allo stadio venivano in 3-4mila? Se mi davano una mano, sarei arrivato in Europa League. Ma è inutile tornare indietro".

SCUDETTO - "Tutto può succedere in questo campionato. Ora sta tornando la Juventus, ci sono Roma, Inter, Napoli ed anche la Fiorentina. Secondo me Roma e Napoli sono leggermente avanti alla Lazio".

NAPOLI - "La piazza è questa, non puoi tarpare le ali ad un napoletano. Sarri mi sembra entrato in sintonia con la città. Viene dalla gavetta, è un tecnico esperto. Vediamo, può contare su un Higuain straordinario. Con Hamsik è stato bravo ad indietreggiarlo: lo dicevo sempre a Benitez, non era un trequartista. Non hanno cambiato tanto sul calciomercato, ma ora la squadra è corta ed in difesa chiude gli spazi".




Commenta con Facebook