• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, Hysaj: "Fiorentina prima non per caso. Scudetto? L'Albania insegna che..."

Napoli, Hysaj: "Fiorentina prima non per caso. Scudetto? L'Albania insegna che..."

Il laterale albanese ha parlato ai microfoni di 'Radio Kiss Kiss Napoli'


Elseid Hysaj ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

15/10/2015 14:21

CALCIO SERIE A NAPOLI HYSAJ / NAPOLI - Momento magico per quanto riguarda Elseid Hysaj. Il terzino albanese classe '94 è infatti uno dei protagonisti dell'ottimo campionato del Napoli di Maurizio Sarri, che si è ripreso dopo un avvio balbettante. Gli azzurri hanno messo in fila due vittorie di prestigio, superando la Juventus al 'San Paolo' ed il Milan in trasferta. Ora i partenopei sono attesi dalla sfida casalinga con la Fiorentina capolista, una gara importante che potrà dire molto sulle ambizioni. News Napoli arrivano direttamente dal giocatore albanese, uno dei colpi dell'ultimo calciomercato e reduce dai festeggiamenti per la qualificazione della sua nazionale ad Euro 2016. Queste le parole di Hysaj rilasciate a 'Radio Kiss Kiss Napoli': "Siamo rientrati dalla pausa per le nazionali e stiamo lavorando per la sfida con la Fiorentina che non è prima in classifica per caso, sarà una gara difficile ma bella da vedere. Con il Milan è stata una partita importante, eravamo carichi per una serie di buone prestazioni: è importante vincere e restare carichi".

PUBBLICO - "Ho letto che i tifosi riempiranno lo stadio, ci serve il loro sostegno, pochi club possono contare sulla carica che danno questi tifosi. Ad Empoli erano pochi rispetto a Napoli e giocare al 'San Paolo' è sempre un'emozione unica".

RUOLO - "Con Sarri ho giocato anche a sinistra, non è diverso giocare su una o l'altra fascia, penso al bene del gruppo. Avevo detto tempo fa che avremmo avuto bisogno di tempo per imparare i dettami difensivi di Sarri, adesso si vedono i risultati. Adesso subiamo pochi gol e una volta a settimana lavoriamo sulla linea difensiva. Giocare con Higuain, Reina e gli altri campioni ti dà motivazioni, sono bravi e umili".

ALBANIA - "La qualificazione è stata un'emozione unica, siamo entrati nella storia e vuol dire tanto per il nostro calcio. E' importante, nessuno di noi ci credeva. De Biasi ha lavorato bene e se andiamo in Francia dobbiamo andare per vincere, anche se sarà difficile. Sarebbe difficile giocare con l'Italia e marcare Insigne, ma anche divertente perché lo conosco".

SCUDETTO - "Piedi per terra e pensare partita dopo partita, si può sognare come ho sognato io l'Europeo e a volte i sogni si realizzano. Meglio pensare a lavorare".




Commenta con Facebook