• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Verratti faro del Psg. Pellé ed Okaka: polveri bagnate

ITALIANS - Verratti faro del Psg. Pellé ed Okaka: polveri bagnate

Le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top/flop degli ex stranieri della Serie A


Marco Verratti © Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

15/09/2015 16:50

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - La pausa per gli impegni delle nazionali è andata in archivio lasciando spazio ai vari campionati europei e non solo. Calciomercato.it vi offre dunque Italians nella sua veste classica: le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top ed i flop degli stranieri che hanno militato in passato nella nostra Serie A. Questa settimana sale in cattedra Marco Verratti nonostante il pari del suo Psg. Male Pellé e Okaka, centravanti dalle polveri bagnate.

 

ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO


FABIO BORINI (Sunderland) 6 - Qualche buono spunto nel suo ritorno allo 'Stadium of Light'. Mostra un buon piglio e tanta grinta (viene anche ammonito). Esce ad un quarto d'ora dalla fine.

MATTEO DARMIAN (Manchester United) 6 - Anche Darmian strappa la sufficienza. Il terzino del Manchester United gioca una buona partita in fase difensiva contro il Liverpool (schiantato per 3-1). Ammonito al 73', ormai è una certezza per van Gaal.

ANGELO OGBONNA (West Ham) 5,5 - Viene sostituito a fine primo tempo. Nel periodo in cui è stato in campo ha retto benino ma ha sulla coscienza uno sfondamento centrale del Newcastle gestito con i tempi sbagliati. Per sua fortuna i 'Magpies' non riescono a segnare.

GRAZIANO PELLE' (Southampton) 5 - Nello 0-0 col WBA c'è davvero poco di Graziano Pellé, probabilmente affaticato dopo le ottime partite con l'Italia. Poco servito, offre comunque soluzioni povere ai compagni. Non era la sua giornata.

ALESSANDRO DIAMANTI (Watford) s.v. - Seconda presenza per il fantasista toscano che può fare poco e nulla dato che entra in campo a 6' dalla fine rilevando Deeney.

FEDERICO MACHEDA (Cardiff City) - Non convocato per la sfida con l'Huddersfield.

GABRIELE ANGELLA (Qpr) s.v. - Esordio sfortunato per il difensore, costretto ad uscire dopo 31' per un colpo alla testa ricevuto da Chris O'Grady.

MARCO SILVESTRI (Leeds United) 5,5 - Non bene contro il Brentford. Non ha colpe sul gol ma non offre sicurezza al reparto ed è responsabile di alcune topiche che potevano costare caro. 

MIRCO ANTENUCCI (Leeds United) 6,5 - Ad 'Elland Road' Antenucci è un vero e proprio idolo. Già tre gol in 6 partite e la sua firma la si può trovare anche in calce al pareggio con il Brentford, acciuffato grazie ad un suo tiro a giro, dopo una partita di grande sostanza.

GIUSEPPE BELLUSCI (Leeds United): in panchina contro il Brentford.

TOMMASO BIANCHI (Leeds United) non convocato.

FRANCESCO PISANO (Bolton) non convocato.

FERNANDO FORESTIERI (Sheffield Wednesday) 5 - Il suo Sheffield Wednesday perde malamente in casa del Burnley. L'italo-argentino non è in giornata e non risulta incisivo. 

MICHAEL AGAZZI (Middlesbrough): non convocato.

DIEGO FABBRINI (Middlesbrough) 6 - Schierato come trequartista alle spalle dell'unica punta, l'ex Udinese si fa in quattro ed è spesso nel vivo della manovra della squadra di Karanka, che vince 2-0. Un po' impreciso, esce a 7' dalla fine.

MARCO VERRATTI (Psg) 6,5 - Il Psg pareggia una partita che avrebbe meritato di vincere e sicuramente nessun demerito può essere attribuito a Verratti. Il centrocampista italiano parte in sordina ma poi sale in cattedra, facendo vincere alla sua squadra tutti i duelli in mediana. Top player coccolato da Blanc.

THIAGO MOTTA (Psg) 6 - Schierato come regista, Thiago Motta regala una partita ordinata e pulita, senza gli squilli che gli ha richiesto Blanc. Troppo lineare e prevedibile, il tecnico francese gli chiede di essere più verticale nelle giocate.

SALVATORE SIRIGU (Psg): in panchina contro il Bordeaux.

ANDREA RAGGI (Monaco) 6 - Schierato in coppia con Ricardo Carvalho, l'ex difensore di Bologna e Sampdoria (tra le tante) non delude e offre una prestazione solida in una trasferta complicata. Il suo Monaco vince sul campo del GFC Ajaccio, senza incassare gol.

STEPHAN EL SHAARAWY (Monaco): in panchina contro il GFC Ajaccio.

PAOLO DE CEGLIE (Marsiglia) s.v. - Fa il suo debutto con la maglia del Marsiglia nel successo per 4-1 sul Bastia. Entra a 16' dalla fine, rilevando Batshuayi.

CHRISTIAN BATTOCCHIO (Brest) 6,5 - Seconda presenza con la maglia del Brest e primo gol, decisivo ai fini del risultato. La sua squadra vince 2-1 col Lens e si porta a ridosso della zona promozione.

GIULIO DONATI (Bayer Leverkusen): in panchina contro il Darmstadt.

LUCA CALDIROLA (Darmstadt) 6 - Il suo Darmstadt compie l'impresa, espugnando il campo del Bayer Leverkusen di Giulio Donati (rimasto in panchina). Caldirola gioca una buona gara come centrale anche se a volte va in affanno e deve ringraziare la scarsa vena degli attaccanti del Bayer.
 
GIANLUCA CURCI (Mainz): in panchina contro lo Schalke 04.

CIRO IMMOBILE (Siviglia) 6 - Entra al 68' rilevando Fernando Llorente e mostra di avere lo spirito giusto. Combatte su ogni pallone ma non riesce a dare la sterzata necessaria alla gara.

MARCO ANDREOLLI (Siviglia)  6 - Buon debutto il suo, con Unay Emery che dimostra di avere molta fiducia in lui. Preciso e ordinato al centro della difesa, non impeccabile nell'occasione del gol del Levante ma la colpa non è tutta sua.

DANIELE BONERA (Villarreal): non convocato.

FRANCESCO BARDI (Espanyol): in panchina contro il Real Madrid.

SIMONE VERDI (Eibar): in panchina contro il Malaga.

CRISTIANO BIRAGHI (Granada) 5 - La partenza è buona contro il Villarreal, anche se persistono le pecche in fase difensiva che diventano vere e proprie lacune nella ripresa, quando la sua squadra affonda sotto i colpi del 'Submarino Amarillo'.

CRISTIANO PICCINI (Betis Siviglia) 6 - Partita onesta e senza troppe sbavature. Contribuisce anche lui alla vittoria del suo Betis sulla Real Sociedad, è costretto ad uscire al 78' per un infortunio.

ALBERTO AQUILANI (Sporting Lisbona) 6,5 - Prima partita intera per Aquilani. Jorge Jesus lo schiera nel cuore del centrocampo e lui ricambia con una prestazione in cui alterna il fioretto alle maniere più forti. Lo Sporting vince 2-1 e la manovra risente positivamente della sua presenza.

BRYAN CRISTANTE (Benfica): non convocato.

PABLO DANIEL OSVALDO (Porto): in panchina contro l'Arouca.

SALVATORE BOCCHETTI (Spartak Mosca) 6: non è ordinaria amministrazione ma poco ci manca. Nella vittoria dello Spartak Mosca sul Rostov c'è tutta la sicurezza di Bocchetti, schierato al centro della difesa insieme a Tasci e in grado di disinnescare gli attacchi avversari.

DOMENICO CRISCITO (Zenit): in panchina contro il Cska Mosca.

STEFANO OKAKA (Anderlecht) 5 - L'Anderlecht sbatte contro il Genk in casa. I biancomalva di Besnik Hasi fanno di tutto per vincere ma incappano nella giornata negativa di Okaka, che non riesce ad incidere come fatto nelle partite precedenti.

SEBASTIAN GIOVINCO (Toronto FC) 6,5 - Il suo Toronto Fc perde in casa 3-1 con i New England Revolution ma la 'Formica Atomica' è uno dei migliori in campo. Il fantasista piemontese si sbatte, corre e sfiora il gol in diverse occasioni.

ANDREA PIRLO (New York City) 5 - Terza sconfitta consecutiva del New York City. Nella disfatta di Dallas Pirlo gioca solamente un'ora, disputando una gara grigia e priva di spunti. Non è da lui.

MARCO DONADEL (Montreal Impact) 6 - I Los Angeles Galaxy sono una delle squadre più in forma della Mls ma il Montreal Impact lo ferma sullo 0-0. Preziosa la prestazione di Marco Donadel, che qui ha trovato la sua dimensione. Fa schermo, recupera palloni e detta il primo passaggio. Prova sufficiente.


ITALIANS - TOP E FLOP TRA GLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

I TOP 3 DEL WEEKEND

EDINSON CAVANI (Psg): 8 - Semplicemente devastante. La forma dell'uruguaiano fa dormire sonni tranquilli ai parigini circa il futuro di Zlatan Ibrahimovic. Il 'Matador' è il trascinatore anche contro il Bordeaux, realizzando una doppietta in cui è presente tutto il repertorio del pacchetto: gol di rapina da attaccante vero e pennellata a giro su calcio di punizione. Ci penserà poi Trapp a rovinare tutto.

MARIO GOMEZ (Besiktas): 7,5 - Il Besiktas di Senol Gunes è terzo nel campionato turco e lo deve anche a Mario Gomez, arrivato in estate dalla Fiorentina. Il centravanti tedesco fa impazzire i tifosi turchi con una doppietta di ottima fattura, mostrando in un sola gara praticamente quanto i tifosi viola non erano (loro malgrado) riusciti a vedere. Pratica Basaksehir archiviata in poco più di un'ora con la classe e la potenza del bomber teutonico.

SAMUEL ETO'O (Antalyaspor) 7 - Voto molto alto anche per un celebre ex italiano: Samuel Eto'o. Il camerunese che ha militato nell'Inter e poi nella Sampdoria è il leader del neopromosso Antalyaspor che è ad un solo punto dalla vetta. L'attaccante africano realizza un gran gol da fuori area e segna il rigore del definitivo 2-0 contro l'Eskisehirspor.

 

I FLOP 3 DEL WEEKEND

XHERDAN SHAQIRI (Stoke City): 5 - Scaricato dall'Inter, lo svizzero Xherdan Shaqiri sta cercando la rinascita in Premier League, tra le fila dello Stoke City. L'ex Bayern Monaco però è autore di una partita deludente e con pochi spunti che vede l'Arsenal imporsi 2-0 senza troppi problemi. Non era certamente questo lo Shaqiri che Hughes si aspettava di vedere.

MICHAEL CIANI (Espanyol) 4,5 - Il rude difensore francese non ha mai trovato continuità nella Lazio. Le cose non stanno andando meglio in Spagna. Nella partita del suo Espanyol contro il Real Madrid, il centrale è spettatore non pagante di 4 dei 6 gol delle 'Merengues' di Benitez, in versione rullo compressore. Esce all'intervallo con il mal di testa.

VALON BEHRAMI (Watford): 4 - Follia del centrocampista svizzero ex Lazio, Fiorentina e Napoli, attualmente in forza al Watford. Nella partita contro lo Swansea (con gli 'Hornets' in vantaggio di un gol) si è reso protagonista di una 'passeggiata' sulla gamba di André Ayew. Risultato? Rosso diretto e squadra ridotta in 10 ma comunque in grado di riuscire a traghettare il risultato in porto.




Commenta con Facebook