• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, parla Kondogbia: "Mi sto abituando alla nuova realtà. La cifra spesa per me? Normale..."

Inter, parla Kondogbia: "Mi sto abituando alla nuova realtà. La cifra spesa per me? Normale..."


Geoffrey Kondogbia (Getty Images)

04/09/2015 15:07

INTER PARLA KONDOGBIA / MILANO - Geoffrey Kondogbia si sta ambientando bene a Milano, dopo il trasferimento record del calciomercato Inter di questa estate. E' lo stesso centrocampista francese, a 'Sky', ad aggiornare i tifosi sul suo processo di adattamento alla nuova realtà: "Pian piano sto conoscendo la nuova realtà dell'Inter e il nuovo allenatore, e ho capito che ho fatto la scelta giusta. Il progetto è valido e sono convinto che mi troverò benissimo qui. Mancini sa come farmi rendere al meglio, del resto è anche grazie a lui che ho scelto di venire in nerazzurro". 

PREZZO NORMALE - Per acquistarlo l'Inter ha speso ben 38 milioni di euro, terza cifra più alta mai pagata dai nerazzurri per un calciatore. Una cifra che farebbe impallidire parecchi calciatori, ma Kondogbia ha carattere e dimostra di non sentirne il peso: "Credo che il prezzo pagato per acquistarmi sia normale visti altri affari che sono stati fatti quest'anno. Magari se fosse accaduto 2-3 anni fa la cosa mi avrebbe fatto impressione, forse mi avrebbe condizionato, ma in questo momento non mi crea problemi. Sono qui per crescere e migliorare, saprò dimostrare il mio valore". 

AMBIENTAMENTO - Procede anche l'approccio alla realtà interista e al nuovo progetto tattico. Il centrocampista francese analizza le differenze e le analogie col calcio francese: "Il campionato italiano è più tattico, le squadre sono più difensive e costruire il gioco è più difficile. La posizione non mi spaventa, la conosco bene anche se al Monaco giocavo in maniera diversa. Se devo trovare una difficoltà in questa nuova esperienza è il fatto di alternare gli allenamenti ai viaggi. Non ci ero abituato, è una cosa con cui devo familiarizzare". 

A.P. 

 
 
 
 



Commenta con Facebook