• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Empoli, Mihajlovic: "Salvo solo il risultato. Buio totale, bisogna lavorare sulla testa"

Milan-Empoli, Mihajlovic: "Salvo solo il risultato. Buio totale, bisogna lavorare sulla testa"

Il tecnico rossonero: "Troppo paurosi, ci manca coraggio e personalità"


Sinisa Mihajlovic (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

29/08/2015 23:38

MILAN EMPOLI MIHAJLOVIC BALOTELLI/ MILANO - Il tecnico del Milan Sinisa Mihajlovic, ha commentato così il successto ottenuto dai rossoneri sull'Empoli: "L'unica cosa da salvare stasera è il risultato, per il resto niente - ha dichiarato Mihajlovic ai microfoni di 'Sky Sport' - Abbiamo fatto bene prima di subire il gol, poi è stato buio totale. Ho visto la squadra troppo paurosa, non c'è stata tanta differenza rispetto all'anno scorso, tranne che per i due attaccanti che hanno fatto gol. Bisogna lavorare tanto sulla testa, in settimana facciamo le cose bene, avevamo preparato la partita per giocare in verticale, gli attaccanti hanno fatto i movimenti giusti ma non gli arrivavano i palloni. Così non possiamo andare avanti".

ATTACCANTI - "In avanti siamo bravi ma non arrivano palloni agli attaccanti. Questa sera abbiamo fatto gol perché se li sono inventati gli attaccanti. A centrocampo abbiamo giocato senza rischiare nulla e cercando solo passaggi semplici che non portano da nessuna parte".

DIFFERENZE - "Pensavo di essere a buon punto fino alla partita di oggi, Luiz Adriano e Bacca hanno segnato perché si sono inventati i due gol. La differenza l'hanno fatta loro: l'anno scorso questa partita sarebbe stata persa".

TEMPO E PAZIENZA - "Stiamo cercando di cambiare il modo di giocare ma mi rendo conto che ci vuole un po' di pazienza. Io la pazienza posso avercela, ma il tempo non ce l'ho quindi bisogna fare le cose in fretta. Arriviamo sempre a metà strada, c'è mancanza di coraggio e personalità, non siamo convinti delle cose che facciamo. Questa è tutta una questione di testa, dobbiamo entrare in campo cercando di divertirci e non pensando sempre a quello che può succedere se prendiamo gol o se arrivano fischi dalle tribune".




Commenta con Facebook