• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Calcioscommesse, procura Figc chiede la retrocessione in serie D per il Teramo

Calcioscommesse, procura Figc chiede la retrocessione in serie D per il Teramo

Per la società abruzzese anche 20 punti di penalizzazione per la presunta combine col Savona


Il nuovo pallone per la Lega Pro

12/08/2015 20:16

CALCIOSCOMMESSE FIGC SAVONA TERAMO RETROCESSIONE / ROMA - Il procuratore aggiunto della Figc Gioacchino Tornatore ha richiesto la retrocessione del Teramo in serie D e la penalizzazione di 20 punti, inoltre inibizione di 5 anni più richiesta di preclusione per il presidente Luciano Campitelli. La squadra abruzzese è implicata nella presunta combine con il Savona nella partita del 2 maggio vinta per 2-0 dal Teramo. Anche per il club ligure è stata chiesta la retrocessione in serie D e la penalizzazione di 10 punti, ammenda di 30mila euro e inibizione di 5 anni più richiesta di preclusione al presidente Aldo Dellepiane, anch'esso accusato di responsabilità diretta.

Queste le altre richieste della procura federale: inibizione di 4 anni e 6 mesi e 70mila euro di ammenda per l'ex dirigente del Savona, Marco Barghigiani; squalifica di 6 mesi e 30mila euro di ammenda per il calciatore del Savona, Marco Cabeccia; inibizione di 6 mesi e 30mila euro di ammenda per l'ex consulente del Savona, Enrico Ceniccola; inibizione di 4 anni e 6 mesi e 70mila euro di ammenda per il ds del Teramo, Marcello Di Giuseppe; squalifica di 2 anni e 3 mesi e 40mila euro di ammenda per l'allenatore Fabio Di Lauro; 4 anni e 10 mesi e 85mila euro di multa di inibizione per l'ex ds dell'Aquila, Enrico Di Nicola; squalifica di 3 anni e 6 mesi e 60mila euro di ammenda per il calciatore del Savona, Davide Matteini; inibizione di 4 anni e 6 mesi e 70mila euro di ammenda per il dirigente Giuliano Pesce. Per i club dei tesserati deferiti, la procura federale ha chiesto un punto di penalizzazione da scontarsi nel prossimo campionato per Barletta, L'Aquila (più 40mila euro di multa) e Luparense San Paolo.

A.D.S.

 




Commenta con Facebook